Il Gruppo Cremonini, uno dei più importanti gruppi alimentari d’Europa, ha avviato una riorganizzazione strategica nel settore della ristorazione, un ambito dove realizza oltre il 15% dei suoi ricavi complessivi.
Chef Express
Al centro di questa operazione c’è il nuovo marchio “Chef Express” presentato oggi a Milano: un brand ombrello realizzato con la funzione di riunire tutte le attività del Gruppo Cremonini nel settore della ristorazione in concessione (a bordo dei treni, nelle stazioni ferroviarie, lungo le autostrade, nei porti e negli aeroporti).

Il nuovo marchio coincide con l’esigenza di una riorganizzazione delle attività del settore, in particolare a seguito dell’acquisizione del controllo completo di Moto S.p.A., secondo operatore italiano nella ristorazione autostradale, di cui Cremonini S.p.A. possiede oggi il 100% delle azioni.

Il marchio commerciale Moto, infatti, sarà sostituito da Chef Express nei 34 punti vendita autostradali ad oggi gestiti in concessione dal Gruppo Cremonini.

A bordo dei 300 treni italiani, nei 31 buffet di stazioni ferroviarie e nei 3 aeroporti dove Chef Express è già presente, il nuovo marchio sostituirà gradualmente nel corso dei prossimi mesi quello attualmente in uso in tutte le sue applicazioni (insegne, divise, set da tavola). La prima istallazione del marchio sarà realizzata con l’inaugurazione dell’area di servizio Chef Express di Lastra a Signa, nei pressi di Firenze, lungo la superstrada Firenze-Pisa-Livorno.

Aggiudicate nuove aree autostradali “Chef Express”

In occasione della presentazione del nuovo marchio, il Gruppo Cremonini ha annunciato inoltre di essersi aggiudicato la gestione in concessione fino al 2013 di tre nuove aree di ristoro autostradale sulla A22 del Brennero.

Le tre aree sono la “Garda Est”, la “Laimburg Ovest” e la “Laimburg Est”, che svilupperanno a regime un fatturato annuo complessivo stimato in 10 milioni di Euro.

Le tre nuove aree vanno ad aggiungersi inoltre alle due assegnate recentemente sulla A21 Torino-Alessandria-Piacenza (“Villanova Nord” e “Piacenza Sud”), portando così a 34 il numero complessivo dei punti vendita Chef Express sulla rete italiana.

Il Gruppo Cremonini conferma pertanto il proprio impegno in un segmento dalle prospettive di crescita particolarmente interessanti, legate anche alle opportunità generate dal processo di riassegnazione delle concessioni previste nei prossimi 3 anni.

I dati della ristorazione nel 2006

I ricavi totali nel 2006, nel settore ristorazione, si attestano ad oltre 390 milioni di Euro, pari ad un incremento del 30% rispetto ai 299,3 milioni di Euro del 2005: di questi, quasi la metà sono stati realizzati dalle attività a bordo treno.

Chef Express opera:

nella ristorazione a bordo treno dove è leader assoluto in Italia e secondo player europeo. E’ presente su oltre 700 treni in 8 paesi europei (Gran Bretagna, Francia, Spagna, Belgio, Germania, Svizzera e Olanda), dove gestisce servizi di ristorazione su carrozze ristorante, self service, minibar, bar e distributori automatici;

nella ristorazione nelle stazioni ferroviarie dove è il leader in Italia, con 31 scali gestiti in concessione attraverso i servizi di bar, caffetterie, ristoranti, self service, fast food, pizzerie e chioschi;

nella ristorazione autostradale, dove è il secondo operatore in Italia con 34 aree di ristoro e si propone come l’alternativa di riferimento per qualità, servizio e convenienza;

A seguito della nuova riorganizzazione i clienti serviti da Chef Express saranno oltre 72 milioni.