• Design
  • Prestazioni
  • Comfort
  • Consumi
  • Prezzo

S-MAX, primo prodotto frutto del nuovo linguaggio stilistico “kinetic design” di Ford Europa, nasce per soddisfare le esigenze di dinamismo, stile, energia, spazio e movimento, convogliandole in un nuovo concetto di monovolume sportivo denominato appunto Multi Activity Xover (che in inglese si dice “CrossOver”), in due semplice sigle: S-MAX.
Ford S-MAX
Un’auto senza compromessi, spaziosa e versatile, che si è aggiudicata anche il titolo di maggior prestigio nel panorama automobilistico come “auto dell’anno” 2007; eh si…questa volta è toccata a lei: davvero una bella soddisfazione per Claudio Messale (Designer Capo S-MAX) ed il suo team.

La parte anteriore della vettura è caratterizzata da un muso angolato e da gruppi ottici di forma dinamica, che gli conferiscono un aspetto deciso. Qui troviamo l’AFLS (Advanced Front Light System): un sistema davvero molto utile, che in funzione dell’angolo di sterzo e della velocità, orienta le lampade e il loro fascio luminoso per seguire la direzione impostata dal guidatore.
Ford S-MAX
I fendinebbia sono posizionati in alto, direttamente nel paraurti, assicurando un look sportivo al veicolo. La griglia superiore, slanciata, è completata da un trapezio rovesciato al di sotto della targa. Su ciascuno dei lati della griglia inferiore, delle prese d’aria, che somigliano a delle “branchie”, conferiscono al veicolo una sua specifica personalità. Lateralmente , Ford S-MAX è caratterizzata dalle sue linee scattanti e decise.
Ford S-MAX
L’ampia area vetrata è “tagliata” da una decisa linea di cintura , che si sviluppa partendo dalle lampade posteriori dal profilo circolare avvolgente, fino ai prominenti archi ruota anteriori. La linea inferiore della carrozzeria incorpora delle protezioni in gomma, in tinta col veicolo. Sul posteriore troviamo l’ampio portellone, che consentendo un’altezza di sollevamento ridotta, si caratterizza per l’altrettanto ampio lunotto con i bordi inferiori smussati.
Ford S-MAX
I grandi gruppi ottici avvolgenti, circolari, seguono il taglio inferiore del lunotto e utilizzano delle lenti chiare nella parte posteriore, e rosse nella parte inferiore. Una serie di particolari innovativi assicurano all’interno della S-MAX una spiccata personalità. Grazie al sistema Ford FFS (Ford FoldFlatSystem), per aumentare lo spazio di carico non c’è bisogno di rimuovere la seconda e l’eventuale terza fila di sedili.
Ford S-MAX
I sedili si ripiegano individualmente per dar vita a un pavimento piatto; sono possibili, pensate, ben 32 diverse combinazioni di seduta, tutte configurabili con grande facilità. Su richiesta, è disponibile la terza fila di sedili, che la trasforma in un 5+2 posti. Questa terza fila di sedili è stata progettata per ospitare passeggeri alti fino a 1,80 metri. Il pilota della S-MAX si avvale di una posizione di guida che dà molto la sensazione di un “cockpit”.
Ford S-MAX
Questa sensazione comporta un coinvolgimento naturale, completato da un abitacolo “avvolgente” e da sedili di tipo sportivo. Il parabrezza più basso, l’angolazione dinamica del montante anteriore, il profilo inclinato del tetto e una linea di cintura più alta, contribuiscono a sottolineare questo aspetto.
Ford S-MAX
All’interno dell’abitacolo sono stati ampiamente utilizzati materiali soffici al tatto per enfatizzare la sensazione di qualità e ridurre il movimento e il rumore degli oggetti sistemati nei numerosi vani di cui è dotata la S-MAX. La sensazione di qualità si estende a tutti i comandi. La leva del freno a mano, per esempio, ha una forma simile a quella delle leve usate sul ponte di una nave.
Ford S-MAX
Posizionata nel mezzo della consolle centrale, può essere agevolmente tirata per inserire il freno di stazionamento o spinta in avanti per sbloccarlo; inoltre è disponibile un freno di parcheggio elettronico (EBP). Per completare l’impostazione “cockpit”, Ford S-MAX offre al guidatore un sedile di tipo sportivo con regolazione elettrica in 8 diverse modalità, una dotazione che si trova normalmente sulle auto di lusso o sulle sportive.
Ford S-MAX
Prevede regolazioni singole, in avanti e indietro, per l’altezza di seduta, per l’angolazione del cuscino e per l’inclinazione dello schienale. Il sedile può scorrere di ben 319 mm, assicurando così il miglior assetto per i guidatori e coprendo il 97,5 % delle altezze. A seconda dei modelli, si può avere anche un sedile manuale con 6 regolazioni e supporto lombare. L’angolazione del volante è stata portata ad un valore di 28°, e per trovare la posizione ideale questo, rivestito in pelle, può essere regolato di 50 mm in lunghezza e di 40mm in altezza. L’S-MAX offre sulla seconda fila grande abitabilità, tanto da arrivare al valore record per la categoria. Per una postura più rilassante durante i lunghi viaggi, la seconda fila di sedili dispone di un raffinato sistema d’inclinazione che supera il baricentro.
Ford S-MAX
Quando si reclina lo schienale del sedile, il cuscino si regola automaticamente inclinandosi verso il basso. Tutto ciò consente una posizione di riposo più naturale, simile a quella della poltrona di un aereo. Un tetto panoramico, optional, assicura agli occupanti la vista del cielo e permette un’ulteriore illuminazione a giorno dell’interno. Ottimo anche l’impianto di climatizzazione. Il nuovo sistema ha la capacità di assicurare un flusso d’aria di 135 litri per minuto. Le bocchette di ventilazione, aggiunte nei montanti centrale e posteriore, migliorano non solo il comfort all’interno, ma aumentano anche la capacità disappannante del sistema, che è in grado di assicurare una rapida e distinta visibilità a 360°. Di serie su tutti i modelli, il climatizzatore è dotato anche del sistema EACT, che permette un’autoregolazione automatica separata di temperatura per il guidatore, il passeggero anteriore e i passeggeri della seconda fila. L’interfaccia HMI (Human Machine Interface) di Ford di serie su tutti i modelli, è composta poi da una serie di comandi pratici e funzionali posti sul volante e sulla consolle centrale, il tutto al solo scopo di ottimizzare l’interazione del guidatore con i sistemi di comfort e intrattenimento.
Ford S-MAX
La capacità massima di carico arriva all’incredibile valore di 2000 litri con tutti i sedili posteriori ripiegati; il piano di carico è lungo 2 metri e largo 1,15 metri, magari da utilizzare all’occorrenza come comodo letto. Al posto della terza fila di sedili, sulla nuova S-MAX i clienti possono richiedere, come optional a 400 euro, una piattaforma di carico scorrevole. Questo pratico dispositivo facilita il carico degli oggetti particolarmente pesanti o ingombranti, e può reggere 120 Kg sul bordo posteriore e 200 Kg al centro, davvero molto utile.
Ford S-MAX
Con il portellone posteriore aperto, questa piattaforma può sporgersi, come una mensola, fino a 48 cm. Una volta ultimato il carico, verrà poi spinta all’interno del veicolo come un cassetto. La piattaforma di carico è particolarmente solida, è addirittura così robusta da consentire di improvvisare un comodo picnic. Un altro aspetto clou di questa MPV è lo stivaggio interno. Ci sono ben 26 differenti vani portaoggetti (pratici e ben fatti), per un totale di 90 litri di volume. Per guadagnare spazio, le tasche delle portiere anteriori si sviluppano per l’intera lunghezza delle porte, e possono ospitare bottiglie di bevande da 1,5 litri.
Ford S-MAX
Per l’S-MAX è disponibile anche un kit per il tempo libero (Activity Kit); si tratta di un sistema a trave, che si fissa dietro la seconda fila di sedili e sul pavimento piatto. Barre in alluminio sono imbullonate direttamente sullo schienale del sedile, e vi possono essere agevolmente sistemate delle mensole scorrevoli, per posizionare diversi tipi di oggetti. Per esempio si possono caricare in modo sicuro fino a quattro biciclette o un vano frigorifero di varie dimensioni. Sul nuovo S-MAX debuttano anche tutta una serie di nuove e importanti tecnologie di sicurezza Ford. Oltre all’ABS di serie, con EBD (ripartitore della forza frenante), troviamo anche l’ESP (programma di stabilità del veicolo), che fanno il loro dovere quando portiamo a limite la vettura.
Ford S-MAX
Gli spazi di arresto sono brevi, ottima anche la modulabilità del pedale. Pur essendo una monovolume destinata a clienti con famiglia, si presta ben volentieri ad una guida sportiva, facendoci dimenticare sulle tortuose stradine di montagna i suoi 4,77 metri di lunghezza e oltre 1700 Kg di peso. Nella versione da noi provata con cerchi da 18” (optional) equipaggiata con pneumatici Continental SportContact 235/45 non sembra di essere su una grande monovolume, ma su una vettura sportiva; infatti i cambi di direzione sono rapidi e precisi, quasi del tutto assente il rollio in curva, ottima l’aderenza su suoli asciutti, un pò meno sui suoli bagnati per via della gommatura elevata.
Ford S-MAX
Tra le altre novità, che riguardano la sicurezza attiva e passiva, troviamo il Cruise Control Adattivo (ACC) con Allarme Preventivo (FA): l’ACC è un sistema di controllo velocità crociera evoluto che aiuta a mantenere una velocità preselezionata. Quando il sistema rileva che c’è davanti un veicolo al di sotto di una distanza predeterminata, l’ACC rallenta automaticamente per ristabilire questa distanza e poi, una volta che la strada è libera, accelera di nuovo per ripristinare la velocità di crociera. L’FA avverte il guidatore tramite spie luminose e con un allarme sonoro, quando si trova troppo vicino al veicolo che precede. L’ACC e l’FA operano su una gamma di velocità che va dai 30 a 180 km/h. Altro optional disponibile è il nuovo controllo interattivo delle dinamiche del veicolo (IVDC) con controllo continuo di smorzamento (CCD).
Ford S-MAX
Questa innovativa tecnologia di sospensioni attive migliora la stabilità e l’handling del veicolo e riduce le distanze di frenata. Controlla il beccheggio e il rollio del veicolo, con un monitoraggio continuo, e la regolazione del rapporto di smorzamento avviene ogni due decimi di secondo. Il sistema inoltre permette al guidatore di scegliere tra diverse caratteristiche di assetto: Comfort, Normale e Sport. Il CCD interagisce anche con il sistema ESP per migliorare il comportamento dinamico del veicolo e ridurre la distanza di arresto sulle superfici sconnesse quando è in funzione l’ABS.
Ford S-MAX
Altra chicca ormai presente su diverse vetture è il sistema di Assistenza di Partenza in Salita (HLA), che permette appunto anche all’automobilista meno esperto di partire in salita con disinvoltura dato che il mezzo al rilascio del freno non retrocede. A favore della sicurezza passiva il telaio ultrarigido dell’S-MAX è stato progettato in modo da ridurre la deformazione della cellula passeggeri. All’interno dell’abitacolo troviamo anche nove airbag, tra cui uno per le ginocchia del guidatore. Il cofano motore è realizzato con una struttura a nido d’ape, capace di ridurre i danni in caso di urto con i pedoni.
Ford S-MAX
Anche la pedaliera è stata realizzata con un meccanismo di ritrazione, in modo che i pedali si allontanino in caso di urto. Un’altra componente fondamentale per la protezione del guidatore è il sofisticato piantone dello sterzo a spostamento orizzontale. Questo dispositivo adatta lo spostamento del piantone alla direzione dell’impatto dell’occupante.
Ford S-MAX
Persino per le aste dei tergicristalli sono stati progettati degli speciali supporti che collassano in caso di un carico moderato. Altra area dove i progettisti Ford hanno lavorato è stata quella degli urti posteriori, creando un sofisticato profilo della parte anteriore del poggiatesta che insieme ad un meccanismo attivo riducono al minimo il movimento della testa durante gli urti a bassa velocità, tutto a vantaggio della riduzione dei traumi. Infine troviamo il TPMS, il nuovo sistema Ford di monitoraggio pressione pneumatici, che avverte il guidatore quando un pneumatico comincia a sgonfiarsi. Tutto questo le ha permesso di ottenere le 5 stelle in sicurezza nei crash test dall’Euro NCAP (European New Car Assessment Programme).
Ford S-MAX
I propulsori offerti sull’S-MAX sono due Duratec benzina e due Duratorq TDCi diesel di ultima generazione. Al top della gamma troviamo il motore 5 cilindri turbo Duratec 2.5 litri da 220 CV, poi il Duratec 2.0 litri da 145 CV e i due diesel Duratorq TDCi 1.8 litri da 125 CV e il TDCi 2.0 litri da 140 CV, quest’ultimo quello da noi provato. Disponibili con o senza FAP.
Ford S-MAX
Tutti i propulsori sono dotati di cambio manuale a sei rapporti. Una versione, sempre a sei rapporti, ma automatica, è attesa quest’anno. Il quattro cilindri in linea da 140 cavalli, si fa subito apprezzare per la sua notevole silenziosità sia dentro che fuori dell’abitacolo (grazie anche alla sua forma aerodinamica), accelera da 0 a 100 km/h in 10,2 secondi e spinge l’S-MAX oltre i 196 km/h. Poco vivace sotto i 2000 giri, soprattutto con le marce alte ma poi entra il turbo ed è tutta un’altra musica.
Ford S-MAX
Buoni anche i consumi, si percorrono tranquillamente 14 km con un litro di gasolio. Questi gli unici “nei” secondo noi riscontrati: le piccole luci integrate nei pulsanti al centro della plancia risultano quasi invisibili viaggiando con il sole; viste le ottime rifiniture dell’abitacolo stona un pò tutta quell’eccessiva plastica nella parte basse delle poltrone, forse utilizzare un altro materiale sarebbe stato meglio. I prezzi chiavi in mano partono dai 24.800 euro per il 2.0 litri a benzina da 145 CV ai 29.300 del 2.5 litri da 220 CV sempre a benzina. Il 2.0 TDCi 140 CV con DPF (Filtro Antiparticolato Diesel) costa 28.450 euro.
Ford S-MAX
Tredici le colorazioni possibili: Rosso Colorado (colore solido), Blu Deep (colore solido), Bianco Diamond (colore solido) , Blu Ambition (colore metallizzato), Blu Ink (colore metallizzato), Verde Kelp (colore metallizzato), Grigio Machine (colore metallizzato), Nero Panther (colore metallizzato), Grigio Mare (colore metallizzato), Grigio polvere di stelle (colore metallizzato), Rosso Tango (colore metallizzato), Celeste Tonic (colore metallizzato), Bianco Grape (colore metallizzato). Nove i rivestimenti interni.

La location utilizzata per il servizio fotografico è stata la Fattoria Torre Gaia di Dugenta, nel cuore del Sannio Beneventano. Fondata all’inizio del secolo scorso, la Fattoria è situata alle falde del Parco Regionale del Taburno, su un’altura dalla quale domina una tenuta di 113 ettari, che svetta dalla valle alle montagne. Un paesaggio incantevole, dove il tempo sembra essersi fermato, cattura ed ammalia la vista dei visitatori. Torre Gaia è la porta di ingresso della “strada dei vini del Sannio”; occupa un posto di primo piano nel panorama enogastronomico dell’intera regione e rappresenta una tappa irrinunciabile per l’enoturista che si reca nel Sannio alla scoperta di antichi sapori.
Ford S-MAX
Prima tra le aziende campane del settore per estensione, è rinomata per l’alta qualità dei vini. L’assortimento varietale è caratterizzato dal recupero di antichi vitigni, come la Falangina e l’Aglianico, il Greco e il Fiano. Numerosi sono i riconoscimenti conseguiti; tra questi spiccano le “Gran Menzioni” ottenute al Vinitaly per molti dei vini prodotti, e la certificazione “Cinque foglie d’oro” per l’accoglienza e l’ospitalità. La fantastica villa risalente alla fine dell’800, offre all’enoturista la possibilità di soggiornare nella tenuta e di immergersi in un’inimitabile ed esclusiva atmosfera, fatta di sapori, fragranze, luci, suoni e sensazioni.

Le foto sono state realizzate grazie alla disponibilità di Canon Italia che ci ha gentilmente fornito una fotocamera digitale Canon Digital IXUS 750.