Chevrolet Spark, prova su strada

ChevroletFoto GalleryMotoriTestVideo Gallery

Fa il suo ingresso nell’affollato segmento delle minicar la nuova “scintilla” di casa Chevrolet, la Spark. Eh si!!! E’ proprio questo il nome della nuova nata prodotta in Corea, destinata a infrangere le convenzioni sulle city car e che sostituirà nel corso del 2010 la Matiz. Per metterla alla prova, siamo giunti qualche giorno fino ad Atene, la città degli Dei, dove abbiamo apprezzato le sue innumerevoli caratteristiche e qualità. Secondo Wayne Brannon, Presidente e Direttore Generale di Chevrolet Europe la Spark “ha tutte le carte in regola per avere successo in tutti i mercati. Viene lanciata in un momento in cui i consumatori sono sempre più consapevoli del valore, ma allo stesso tempo chiedono anche più carattere da un’automobile”.
Chevrolet Spark
La Chevrolet Spark è la prova che gli automobilisti possono avere quello di cui necessitano senza rinunce: offre un elevato rapporto qualità/prezzo, ha un look fresco ed espressivo ed una ricca gamma di dotazioni originali.

Il design fortemente espressivo della vettura trova ispirazione nel concept Beat, che debuttò al Salone dell’Auto di New York nel 2007. In quell’occasione, la casa presentò un trio di concept di minicar: Beat, Trax e Groove. Viste le reazioni positive di media e visitatori, seguì un sondaggio online condotto tra i clienti, per determinare quale auto della “tripletta” dovesse essere prodotta. All’indagine parteciparono quasi 1,9 milioni di votanti e la Beat fu la vincitrice assoluta. Per dare ai clienti l’auto che davvero desideravano, Chevrolet volle assicurarsi che la Spark effettivamente prodotta, fosse fedele al concept originale. La Spark, disegnata e sviluppata da un team di giovani designer internazionale, sarà venduta in Europa, Australia, Asia e America. La Spark ha cinque porte e cinque posti, spazio per la testa e le gambe tra i più abbondanti della sua classe, ma al tempo stesso è compatta e facile da manovrare.

“Fin dall’inizio, avevamo in mente di essere rivoluzionari sia sul piano delle dimensioni sia su quello dello stile. – spiega Taewan Kim, capo del team di design della Spark – Volevamo lasciare il segno con un design innovativo, che fosse completamente diverso da quello finora adottato nella progettazione delle minicar”.

Le linee esterne della Spark disegnano un profilo molto originale, la cui dinamicità è messa in risalto dai fianchi che in corrispondenza delle ruote, si proiettano nettamente verso l’esterno della carrozzeria. La linea del tetto traccia un unico arco che va accentuandosi nelle linee decise delle fiancate. La visione d’insieme che ne risulta è così quella di un’auto filante, grintosa nella giusta misura.

“Volevamo che fosse da subito notata per il suo look totalmente innovativo – aggiunge Taewan Kim – Doveva essere bella a 360° e, soprattutto, emozionare”.

I gruppi ottici anteriori scolpiti nella carrozzeria, creano alloggiamenti di forma ellittica che si estendono dalla mascherina al montante del parabrezza, e sono coperti da cristalli trasparenti in policarbonato con cromature interne ad effetto diamante: un tocco di classe per enfatizzare ancora di più lo stile espressivo del frontale. Nella vista laterale, le maniglie posteriori sono nascoste lungo il montante posteriore, risolvendo così il dubbio con cui si è confrontato più di un designer: è meglio una tre porte più sportiva oppure una cinque porte più funzionale?

A completare il quadro e a valorizzare il suo aspetto deciso, un livello di finitura e di assemblaggio assolutamente al top. Gli spazi tra carrozzeria, porte e cofani sembrano tagliati con il laser e sono studiati per essere in tutta l’auto inferiori o uguali ai 3 mm. L’abitacolo della Spark, oltre a confermare buoni livelli di finitura e assemblaggio, mantiene tutti i punti di forza della categoria: comfort, spaziosità, facilità nell’uso dei comandi.
Chevrolet Spark
Punto focale dell’abitacolo, è la strumentazione d’ispirazione motociclistica: un modulo posto sopra il piantone dello sterzo che riporta tutte le informazioni essenziali in poco spazio ma in forma ben leggibile. Il quadro del tachimetro analogico è completato da un contagiri digitale, proprio come quello di una moto sportiva, con illuminazione azzurro ghiaccio quando le luci sono accese. Un’altra caratteristica originale e innovativa è il modulo centrale integrato, che incorpora tutti i controlli di radio (di serie su L, LS e LT), ventilazione e climatizzazione (disponibile a richiesta su L e di serie su LS e LT) in una sola posizione centrale. Una soluzione che rende il design della plancia pulito, ordinato ed essenziale, oltre ad offrire controlli semplici e intuitivi.

I comandi del climatizzatore hanno un contorno cristallino che nella guida notturna si illumina dello stesso azzurro ghiaccio della strumentazione. Il motivo applicato attorno al pannello strumenti, evidenzia la particolare cura adottata in ogni dettaglio, con inserti di alta qualità di colore grigio negli allestimenti di ingresso e in quello L, nero lucido per le versioni LS oppure, sui modelli LT top di gamma, a scelta tra contorni argento, rosso o blu, con inserti in tinta nelle porte e tessuti dei sedili coordinati.
Chevrolet Spark
La Spark è progettata per avere un’impronta al suolo più contenuta rispetto a quanto faccia intendere il suo aspetto. Con una lunghezza di 3640 mm e una larghezza di 1597 mm, si muove agevolmente nei più angusti spazi cittadini. La manovrabilità e maneggevolezza in città sono esaltate dallo sterzo a pignone e cremagliera con assistenza idraulica, e ha un diametro minimo di soli 9,9 metri, che richiede poco più di 3 giri del volante tra i fine corsa. Anche l’abitabilità come dicevamo, è ai massimi livelli: gli occupanti anteriori hanno infatti fino a 1067 mm (893 mm i passeggeri posteriori) di spazio disponibile per le gambe; lo spazio laterale all’altezza delle spalle di 1295 mm (1255 mm dietro) e quello verticale per la testa di 1010 mm (947 mm dietro).

Particolari, come il gruppo strumenti posizionato sul piantone dello sterzo e la misura del passo superiore alla media, hanno permesso ai progettisti di ridurre le sporgenze nell’abitacolo e quindi di sfruttare il più possibile lo spazio disponibile tra gli assi. L’abitacolo è stato disegnato per accogliere ogni tipo di oggetto. La console centrale, ad esempio, integra un vano per ospitare piccoli oggetti, come un cellulare o un pacchetto di chewing gum, e lo spazio necessario per riporre due bicchieri/lattine vicino alla leva del cambio. Gli amanti della musica apprezzeranno il fatto che la vettura possa accogliere ogni tipo di dispositivo audio. Gli allestimenti Spark L, LS e LT, non solo offrono di serie una radio/CD compatibile MP3, ma anche prese AUX e USB.
Chevrolet Spark
Grande abitabilità e comfort anche dalle tasche presenti nelle portiere anteriori, capaci di accogliere una bottiglia da un litro e mezzo e, su LS e LT, particolari molto pratici come la presa 12 V ausiliaria nella parte bassa della console centrale, tasche nei sedili posteriori disegnate per accogliere libri, atlanti stradali o computer portatili. Inoltre, maniglie di sostegno per i passeggeri anteriori e posteriori ed alette parasole imbottite, con tasca porta biglietti/scontrini per il conducente. Il volume utile per i bagagli è di 170 litri con il sedile posteriore rialzato. Su tutti gli allestimenti, il sedile posteriore è ripiegabile a filo del vano di carico anche parzialmente in modo asimmetrico (60/40). I progettisti dell’abitacolo hanno posto una particolare attenzione alla durata dei materiali impiegati; hanno aumentato il numero delle cuciture per assicurare che i sedili mantengano nel tempo la forma originale, evitando deformazioni del tessuto o delle linee di cucitura. L’imbottitura dei sedili utilizza la robusta schiuma ‘Durometer’ e integra sagomature ad elevato sostegno con un design che distribuisce bene il peso del passeggero per un elevato comfort nei viaggi brevi e lunghi.

Un’indicazione dell’attenzione ai dettagli posta nel progetto Spark si riscontra nei test effettuati sui sedili prima dell’inizio della produzione: i prototipi sono stati collaudati in tutte le stagioni, con diverse condizioni climatiche, su percorsi con fondi differenti per ottimizzare il comfort. Il tutto si completa con l’utilizzo esclusivo di plastiche di qualità per gli interni e un controllo computerizzato degli accoppiamenti dei pannelli di carrozzeria per garantire ridotte tolleranze tra porte e pannelli laterali. Con la sua scocca molto rigida e l’accurata taratura di molle e ammortizzatori, la Spark offre un comfort di marcia e un livello di rumorosità minima impressionante. Molto spesso l’istinto ci portava a voler accendere l’auto quando in realtà questa lo era già. Una buona parte del merito va alla sofisticata intelaiatura di sostegno del motore a quattro punti di attacco, studiata per smorzare il trasferimento delle vibrazioni e del rumore. Anche il pianale è stato progettato per garantire un’elevata rigidità, limitando così la trasmissione di vibrazioni a bassa frequenza all’abitacolo, che viene in questo modo isolato efficacemente anche su un fondo stradale sconnesso.
Chevrolet Spark
Le sospensioni adottano uno schema tradizionale ed efficiente: montanti McPherson davanti ed assale torcente al retrotreno. Una combinazione che permette caratteristiche di guida neutre e prevedibili. Su tutti gli allestimenti di Spark è disponibile a richiesta il Controllo Elettronico della Stabilità (ESC), che, integrando il controllo della trazione e della frenata, garantisce un’eccellente tenuta del veicolo, sia nel caso di frenata assistita sia in quello di brusche variazioni di carreggiata. All’avantreno sono montati dischi ventilati da 236 mm e sul retrotreno sono previsti freni a tamburo da 200 mm. L’ABS a 4 canali è di serie, insieme all’assistenza elettronica alla frenata, che applica subito la massima potenza frenante se rileva un rapido movimento del pedale. Il 60% della struttura dell’auto è in acciaio ad alta resistenza, con livelli di rigidità variabili e zone ad assorbimento d’urto per ammortizzare l’energia degli impatti.

I profilati e il sottotelaio nel vano motore sono progettati per assorbire energia mantenendo la massima resistenza possibile mentre collassano; una zona di transizione attorno alla base del montante del parabrezza e alla paratia anteriore distribuisce efficacemente l’energia d’urto tutt’attorno, e non attraverso, l’abitacolo. Una zona simile è presente anche nella parte posteriore del veicolo; il serbatoio e le relative tubature sono progettati in modo da ridurre il rischio di rotture. Forze di impatto superiori sono assorbite da un robusto elemento trasversale per rispettare gli elevati standard che richiedono i crash test Chevrolet, più severi di quelli previsti dalle normative attuali. L’alto livello di protezione degli occupanti è ulteriormente garantito dal doppio airbag frontale, dagli airbag a tendina e quelli laterali integrati nel sedile per proteggere torace e fianchi, dal pretensionatore delle cinture di sicurezza anteriori e dal sistema di retrazione dei pedali. Questi, in caso di scontro frontale, vengono spinti lontano dai piedi del guidatore per ridurre la possibilità di lesioni. Altre dotazioni di sicurezza includono le cinture di sicurezza a tre punti per tutti i posti, gli attacchi ISOFIX posteriori per i seggiolini dei bambini e un sistema di protezione dei pedoni progettato per ridurre le lesioni al pedone nel caso di urto con i punti più resistenti della carrozzeria o della meccanica.
Chevrolet Spark
In Europa Spark sarà offerta con due motori, entrambi a benzina o con doppia alimentazione benzina/GPL (della BRC), da 1.0 e 1.2 litri. I propulsori, appartenenti alla stessa famiglia, hanno il basamento in ghisa e testata in lega leggera, con doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilindro. Adottano un sistema di iniezione multipoint e rispettano le norme sulle emissioni Euro 5. Entrambi sono accoppiati a un cambio a 5 marce. Le due unità hanno caratteristiche avanzate, come la disattivazione dei condotti di aspirazione per migliorare la ricircolazione dei gas di scarico, garantendo un rendimento ottimale e la stabilità al minimo. La distribuzione a catena assicura la riduzione dei tempi e dei costi di manutenzione per tutta la vita del motore.

Il propulsore più piccolo ha cilindrata di 995 cc ed eroga 68 cv (50 kW) a 6.400 giri/min, quanto basta per coprire lo scatto 0-100 km/h in 15,5 secondi e per raggiungere una velocità massima di 154 km/h. Nel ciclo combinato europeo, il 1.0 Spark richiede solo 5,1 l/100 km di benzina (dati forniti dalla casa) ed emette 119 g/km di CO2. Tale propulsore eroga 93 Nm di coppia massima a 4.800 giri/min e ha un rapporto di compressione pari a 9,8:1. L’unità superiore ha una cilindrata di 1206 cc e potenza massima di 81 cv (60 Kw) a 6.200 giri/min, con coppia massima di 111 Nm a 4.600 giri/min. Spark 1.2 (quella da noi provata) ha un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi e una velocità massima di 164 km/h. Il consumo di carburante rimane contenuto, 5,1 l/100 km (dati forniti dalla casa), con emissioni limitate a 119 g/km di CO2. La Spark è dotata di un avanzato impianto multipoint ad iniezione sequenziale fasata, che rende totalmente impercettibile la variazione tra funzionamento a gas e funzionamento a benzina, carburante che viene utilizzato solo nei primi istanti dopo l’avviamento a motore freddo. Il successivo passaggio all’alimentazione a gas avviene in modalità completamente automatica. In particolare, i costi di esercizio delle vetture GPL saranno notevolmente contenuti se si considera che un pieno costerà circa 18 euro e consentirà alla vettura una percorrenza di oltre 400 km (dati forniti dalla casa).

Chevrolet Spark
I prezzi sono interessanti: si parte da 8.950 euro per la versione 1.0 fino ad arrivare a 12.050 euro per la versione 1.2 LT. Grazie alle emissioni di CO2 inferiori a 120 gr/km entrambe le unità con doppia alimentazione benzina/GPL beneficeranno, se acquistate entro la fine del 2009, di 2.000 euro di incentivi governativi previsti per questo carburante alternativo, oltre a 1.500 euro in caso di rottamazione di un veicolo Euro 0, 1, e 2 immatricolato prima del 2000. A tale bonus governativo per la rottamazione, previsto per il 2009, accedono anche le Spark alimentate a benzina.

272 Commenti

  1. Salvatore scrive:

    x Giancarlo
    Ciao Giancarlo mi chiamo Salvatore, puoi leggere i miei commenti ,pubblicati un po di tempo fa,
    non fare la caz…. di comprare una spark , è difettosa di motore e l’assistenza fa schifo .
    ti sconsiglio vivamente una chevrolet e soprattutto una spark, maledetto il giorno che o comperato sta caz… di macchina

  2. Giancarlo scrive:

    ciao Monia,grazie della risposta,bè…devo dire che un po’ mi hai rinfrancato,penso che domani o sabato mi rechero’ in concessionario per vedere l’auto e chiedere di questa offerta,…speriamo bene!!!!
    come primo tagliando è un po’ caro,su fiat mi pare,ci si aggiri intorno ai 100€; in quanto al 1.2,non credo,i soldi sono pochi e oltretutto neanche miei,poichè devo finanziare!!! grazie ancora ,attendo altre conferme o critiche

  3. Giancarlo scrive:

    grazie Monia,della risposta.
    Bè 188€ come primo tagliando,forse è un po’ caro,informandomi,con fiat circa 100 x il primo.
    La spark è bellina come auto,poi il prezzo è interessante,tra l’altro con gpl.Mi lascia solo perplesso il costo di manutenzione,intendo,tagliandi e controlli periodici vari,ho fatto esperienza con suzuki un po’ di anni fa’ e ti assicuro che se anche costava poco se la sono ripagata tra tagliandi e pezzi di ricambio.
    Mi spaventa anche il fatto che dell’offerta dei 8350€uri si passa poi,come per incanto a 10000…
    bo’ vedremo,…chi mi sa’ dire di piu’ PLEASE!!!

  4. Salvatore scrive:

    x Giancarlo
    Guarda che il primo tagliando della spark 1200 con gpl costa ben 320 euro, ti mettono dentro anche il cambio olio del cambio, cosa che in un auto l’olio del cambio non si cambia, a meno che non si rifaccia il cambio.
    Prova ad informarti per le gomme da neve, 165 /60 /15 praticamente non esistono.
    Ascolta un consiglio vai a rileggere i miei commenti precedenti e quelli di Veronica , lei la macchina l’ha rivenduta dalla disperazione, io purtroppo non posso fare la stessa cosa , perchè non posso permettermelo altrimenti l’avrei già fatto.
    Dammi retta compra una qualsiasi altra macchina ma non una chevrolet !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Fulvius scrive:

    Ragazzi, io stavo per prendere la Spark… Menomale che mia mamma si é rifiutata XD Diceva che era troppo piccola e striminzita… Io ho 23 anni e avevo una Yaris che purtroppo me l’hanno distrutta mio padre e poi mio fratello il colpo di grazia… -.-. Cercavo una city car, magari con gpl, e mi ero fissato con la Spark. 13.500 € 1.2 gpl full optional rossa fiammante… Ma leggendo i vostri post ed in piu informandomi del tipo di mototore ho visto che ci sono dei difetti gravi e non trascurabili. Oggi sono felicissimo… Ho preso una KIA VENGA 1.4 diesel 90 cv, con motore euro 5 con filtro antiparticolato, bluethooth, comandi al volante(in pelle), sensori di parcheggio, computer di bordo, cambio a 6 marce, 6 airbags, fendinebbia, 4 vetri elettrici, clima semiautomatico, attacchi isofix, usb aux, apple(con cavetto in regalo *_*), tutti i dispositivi di sicurezza di serie ecc ecc… Indovinate??? 15.500€!!! Solo 2000€ in più della Spark… Andate a vederla… E’ un monovolume compatto splendido, ancorato a terra e dai consumi ridottissimi… incredibile… Motore agile, sveglio e scattante… Spaziosissima e manegevole… :) Fatemi sapere 😉

  6. Veronica scrive:

    X Salvatore
    CIAO…..veramente anch’io non potevo permettermi di cambiare macchina(anche xchè dopo solo un anno,me l’hanno valutata 6400€ e io l’ho pagata 12050€)…,ma proprio x la DISPERAZIONE, farò dei mega sacrifici!!Peccato,xchè mi piaceva proprio…..BACI

  7. Giancarlo scrive:

    ciao ragazzi,
    x Salcatore: scusa se ti rispondo adesso,ma ho combinato un po’ un casotto con i commenti. Ho letto tutti i vostri commenti,(specie i tuoi),ma non in ordine cronologico,conclusione:
    penso che la Spark la lascero’ perdere,peccato xchè il prezzo ne valeva la pena.Ma che deve fare uno per poter spendere poco senza prendere bidoni?,sotto gli 8000 non ti danno niente…
    Grazie a tutti,meno male che avete commentato (stavo gia’ convincendo mia moglie!)

  8. marco scrive:

    Ciao ,a tutti i sono un fvelice posessore della SPARK 1.2 LTa gas.
    La macchina và benissimo non consuma molto e ho fatto il primo tagliando per 177 euri.
    La macchina funziona alla grande,ho cambitato solo i cerchioni ,ne ho messo un paio sportivi da turing e vi dirò la verità la tenuta è migliorata e di molto e anche la ripresa.
    Se voi parlate di Bidoni forse perchè le ciambelle non riescono sempre con il buco heheheh.
    Io la consiglio vivamente,a tutti coloro che non vogliono avere la solita macchina Tipo PANDAe altre macchine che fanno ridere d’estetica e interni ,,,,,,,,e te la fanno pagare.
    Certo.la versione 1000 di cilindrata io non la prederei perchè la macchina pesa,però la gente non sà molto di motori hehehe e ci casca.
    Comunqe il progetto Spark è partito da zero e certi diffetti ci saranno ma è un problema di tutte le case.
    Un consiglio,se dovete comprarvi l’auto nuova,andate in Svizzera heheheheeh come ho fatto io l’ IVA è al’8 % hehehe.
    Svegliatevi invece di piangere che non avete soldi hehehe

  9. Fulvius scrive:

    X SALVATORE, GIANCARLO E VERONICA:
    Andate a vedere la kia venga… Anke sul sito internet. Vi piacerà :) ps: mi ero dimenticato di dirvi le altre motorizzazioni: 1.4 cdi (diesel) 77 cv, 1.4 cdi(diesel) 90 cv, e 1.6 cdi(diesel) 115 cv. 1.4 benzina e/o GPL e 1.6 benzina 😀 Nel 2012 uscirà la versione elettrica :)

  10. Giancarlo scrive:

    x Marco
    ciao,bè mi fa’ piacere che il tuo acquisto sia andato a buon fine,hai ragione nel dire che “mica tutte le ciambelle escono col buco”,pero’ è anche vero che non tutti si intendono di auto(è il mio caso) e non tutti si intendono di commercio. Il fatto di “svegliarsi” come dici tu,vale per tutti in tutti i campi,qui si sta solo commentando la convenienza o no di una data auto,poi se a te fa’ tanto ridere il fatto che uno ha pochi soldi da spendere,per un esigenza poi,non per cazzate,allora ti auguro di non avere mai bisogno. Cmq tutti i commenti sono utili al caso,pure il tuo,grazie.

  11. Daniele scrive:

    A CHI INTERESSA
    Io ho acquistato la chevrolet spark 1.2 ls a mantova in aprile 2010 al concessionario AUTOSI e senza tirare il prezzo mi hanno sparato 10500euro con 5 anni di garanzia e vernice metallizzata il prezzo e’ chiavi in mano (ho aggiunto 20 euro di benzina appena uscito dal concessonario)!
    io abito a modena, e qua intorno nessuno abbassava il prezzo sotto a 11400euro a pari macchina! lo stesso vale x la mia grand vitara acquistata sempre nello stesso concessionario, xo su quella lo sconto e’ stato di 3000euro + tutte le promozioni suzuki che cerano e a solo 24800euro l’ho portata a kasa! metre a modena stavano tutti sui 30500 e facevano gli gnorri sulle promozioni.

  12. PABLO scrive:

    MAH ?!?! LEGGENDO I VS. COMMENTI STO’ PER ESITARE ..MA AVREI GIA’ VERSATO UN ‘ANTICIPO PER LA SPARK LS 1.0 ECOLOGIC GPL. DI COLORE ROSSO.. LA USERA’ MIA MOGLIE PREVALENT. LA PAGHEREMO 9.350 €. DAVVERO DAREBBE COSI’ TANTI PROBLEMI ?!?! ANCHE SE CREDO CHE LA PRENDERO’ COMUNQUE NONOSTANTE I VS COMMENTI NEGATIVI. IL PREZZO E’ SICURAMENTE OTTIMO. COMUNQUE IO RITENGO CHE NON DIPENDA TANTO DALLE CASE BENSI’ DALLA RIUSCITA O MENO DEL SINGOLO MODELLO. INFATTI LE CASE AUTOMOBIL. SE RISCONTRASSERO PRIMA LA DIFETTOSITA’ DI CERTI MODELLI DOVREBBERO, EVITARE LA LORO COMMERCIALIZZAZIONE NON TROVATE ?!?! IN BOCCA AL LUPO A TUTTI !!!

  13. Daniele scrive:

    le case tuttora che hanno progettato sviluppato e iniziato la produzione di un modello, anche se con difetti non possono certo non commercializzarlo altrimenti non ci sarebbero piu’ case automobilistiche…tuttavia possono mandare una raccomandata e far riparare o sostituire un pezzo difettoso se riscontrato su almeno il 45%di una intera serie produttiva.
    ma molte volte evitano il problema facendo finta di niente (es. la 2 serie fiat punto aveva il motorino del tergicristallo, quello del servosterzo, e la centralina elettronica difettosi, ma non ha mai sostituito questi pezzi del costo di 150, 300 e 500euro)

  14. Marco scrive:

    Io sono il Marco che ha postato tempo fa lamentandosi del fatto che non entravano le marce. Volevo dire che ora la situazione è migliorata molto, ma non mi faccio illusioni perchè da un momento all’altro potrebbe ripresentarsi il problema e quindi in tal caso dovrei recarmi di nuovo in Assistenza a far dare un’altra tirata al cavo della frizione. Penso che quello delle marce che non entrano o entrano con difficoltà sia il problema principale e più fastidioso (direi insopportabile) tra quelli che affliggono la Spark 1.0. Sulla prova di QUATTRORUORE del luglio scorso, relativa al confronto tra la Spark 1.0 e la Kia Picanto 1.0, è scritto testualmente “SONO VETTURE ESSENZIALI, CON SOLUZIONI COSTRUTTIVE CHE MIRANO ALLA MASSIMA SEMPLICITA’ ED ECONOMICITA’, PUR NELLA LORO RAZIONALITA’. LO SI NOTA, PER ESEMPIO, DALL’ESSENZIALE COMANDO MECCANICO DELLA FRIZIONE UTILIZZATO DALLA CHEVROLET.”
    Avete capito ? Per risparmiare, alla Spark hanno rifilato un comando della frizione schifoso che non fa entrare le marce !!!! Ma roba da matti !!!! Oggi come oggi, invece della Spark prenderei la Kia Picanto, almeno su quella le marce dovrebbero entrare senza problemi.

  15. Fulvius scrive:

    Quando comprammo la Yaris nel ’99, primo modello, appena proprio uscì, fu riscontrato un sistema al sistema frenante(anche se la mia non diede alcun problema). Ci mandarono una lettera e sostituirono tutto l’impianto a tutte le macchine gratuitamente :). Questa é professionalità… La fiat dovrebbe bruciare!!!! La nuova 500 bicilindrica ha dato una marea di problemi… maledetti… menomale che ODIO le fiat!

  16. Giancarlo scrive:

    Ciao a tutti,ebbene,infine ho dato retta ai vostri post, non ho preso la spark (anche perchè il concessionario al quale mi sono rivolto,praticamente non voleva vendermela,cioè,no ha fatto commento sulle offerte della casa,batteva sui 12.000€ vers. gpl,cmq alla fine mi è stato sulle palle…).Ho per ora fermato una panda km.0,active con clima a 7300,finita.,la cosa piu’ positiva è che il finanziamento non è da “cappio”.Gente fate attenzione sopratutto a questo,magari l’auto che vi vogliono vendere è economica,ma se poi la finanziate,”vi strozzano”.
    conclusioni: concessionari= ladri,finanziarie= ladri,commercianti di auto= ladri, stato= ladri,assicurazioni= ladri. Con questo panorama sarebbe meglio la bici,bè se potessi volentieri ma 40km al di’ sono tanti. Occhio gente!!!!!!!!!

  17. max scrive:

    io ho comprato una chevrolet spark un anno fa apparte il problema pneumatici che comunque lo risolto la macchina va bene il tagliando e costato 170 euro mi lamento solo del servizio chevrolet clienti che non si riesce a parlare dopo di che ho una punto disel e ho sempre dei problemi quindi tutto il mondo e paese

  18. evelina scrive:

    ciao pablo dove la compri che ci vado anch’io? a me hanno fatto un preventivo di 10000! grazie

  19. GIANFRANCO scrive:

    SALVE, DEVO ACQUISTARE UNA SPARK 1000 GPL CC’E’ QUALCUNA CHE LA POSSIEDE E MI POSSA DIRE QUALE SONO LE PROBLEMATICHE RISCONTRATE?
    GRAZIE GIANFRANCO

  20. roberta scrive:

    non comprate mai una spark!!!!!
    l’ho acquistata 3 mesi fa e gia’è andata 5 volte in assistenza!!!si puo’dire che l’hanno avuta piu’loro che io!!!
    e poi consuma un casino.ddicono sia 18 al litro e invece sono 9 km al litro!!!!!!!!!!!!!!!se ne vanno 20 euro al giorno!!!!!!!!!!è una rendita!!!!!!

  21. Monia scrive:

    x Roberta

    se hai cuccato la classica ciambella uscita col buco storto nn è colpa della spark in generale. Capitano le auto che escono dalla fabbrica con una marea di problemi. Sul fatto che consuma un casino ti direi di vedere qual’è il tuo consumo con altre macchine perchè molto dipende anche da come una persona le guida !!! Io ho una spark e ti posso garantire che nn consuma molto, certo se corro come una pazza, mantengo una guida allegra o sportiva come viene definita in genere beve un po’ di più ma neanche con una guida sportiva e l’aria condizionata accesa la mia spark ha mai consumato un casino

  22. Giancarlo scrive:

    Ragazzi, ho acquistato una Spark a mia moglie ed arrivera’ per fine novembre. Prima di procedere con l’acquisto mi sono informato in giro, su internet e tramite il fratello di una collega di mia moglie. Ho chiesto delucidazioni anche al concessionario che e’ una brava persona anche se potrebbe sembrare “di parte” visto che la macchina ce l’ha venduta. Praticamente tutto quello che si dice sugli innesti delle marce e che la macchina si spegna in retromarcia son dicerie, non riconducibili al vero se non in quei casi specifici che la vettura sia nata con qualche difetto come peraltro lo stesso dicasi per altre marche di vettura acquistate nuove.
    Per il consumo di carburante, la miglior prova sarebbe quella di effettuare un pieno completo con riserva accesa prendendo nota dei litri ed alla fine vedere quanti kilometri abbia percorso la vettura. E’ inutile metter dentro 10 o 20 euro di benzina perche’, oltre al carburante “fregato” gia’ a monte dalla colonnina, nel serbatoio vengono poi a formarsi dei vuoti d’aria che pregiudicano il consumo effettivo. Lo stesso rivenditore mi ha detto che tempo addietro c’era un signore che si lamentava dei consumi della sua Spark e che fosse sicuro che c’era qualcosa che non andava. Quando il concessionario ha detto che intendeva chiamare un commissario per appurare il tutto e che se alla fine il consumo del motore fosse risultato quanto riportato sul libretto della vettura, il costo della giornata sarebbe stato a carico dell’acquirente della macchina.
    Da allora il consumo e’ divenuto regolare.
    Son stato proprietario di diverse vetture, ognuna delle quali ha propri pregi e difetti. Se si pagano circa 9000 euro per un’auto, a prescindere dal modella e marca, si deve essere consapevoli che non si puo’ pretendere dalla stessa che sia uguale a vetture di classe superiore in ogni suo aspetto. Comunque ho intenzione di iscrivermi al blog ufficiale delle Spark non appena arriva l’auto di mia moglie per lo scambio di idee ed opinioni. In ultimo: chi si lamentava che il primo tagliando e’ stato un salasso, lo stesso rivenditore mi ha detto che Chevrolet indica sul piano di uso e manutenzione anche il cambio dell’olio del cambio, cosa che se uno vuole la fa, altrimenti puo’ chiedere al meccanico di non farla assicurandosi che non decada la garanzia sulla vettura; a questo punto tutto dipende dall’onesta’ del concessionario e dal meccanico autorizzato. E credetemi, di meccanici ladri ne so qualcosa……
    Per il resto, i tagliandi rientrano nella norma e non sono cari. Senza contare (ad esempio e per dirne una) che il motore della Spark ha una catena per la distribuzione e non la classica cinghia che deve essere sostituita ogni tot altrimenti si rischia la rottura della stessa con conseguenze disastrose per il motore.
    Questo e’ quanto… appena l’auto arriva e la proveremo, sapro’ dire come va….
    Ah dimenticavo: il fratello della collega di mia moglie ne possiede una da oltre un anno…. non ha nulla da dire, tutto bene.
    Saluti.

  23. Giancarlo scrive:

    P.s.
    Non sono il Giancarlo dei commenti predenti, ma un altro… Ironia della sorte… ce ne son pochi con il mio nome e qui siamo gia’ in due ^_^
    Saluti a tutti e buona serata.

  24. Giuseppe scrive:

    La mia acquistata a Marzo ha preso Fuoco per corto circuito. L auto era ferma da 4 giorni nel cortile…sto lottando per avere un auto nuova…

  25. Salvatore scrive:

    X Giancarlo ( quello contento di aver comprato una spark )

    Fino a quando uno non ci sbatte il muso sulle cose , non ci crede………… Prima di ritirare la macchina, passa in farmacia , e comprati una bella scatola di cerotti

  26. marco scrive:

    La mia comprata nel Febbraio 2010 non ha alcun problema,premetto che 6 mesi fa mi sono venuti addosso nella parte posteriore e la macchina non ha subito niente di danni per scrupolo ho fatto cambiare il il parafango dietro, ho cambiato cerki con omologazione della casa da 16 l’estetica e la tenuta di strada è cambiata molto,Benzina da 100 ottani.
    Un mio amico aveva la 500 e la venduta ha preso una spark.
    Un consiglio usate benzina Slovena và che è una meraviglia.
    P.S Comprata in un concessionario Svizzero con l’Iva all’8% hehehe versione LT essendo uno stato comunitario non ho l’obbligo di cambiare targheeee informatevi

  27. Veronica scrive:

    Ciao a tutti…….la mia spark LT comprata a maggio 2010…l’ho venduta a luglio 2011 x la disperazione!!!Sarò stata sfigata?????

  28. luca scrive:

    salve a tutti…. ho acquistato anche io una spark 1000 ls a gpl….e come ce la consegnano vi sapro’ dire anche io la mia…. buonasera a tutti……

  29. Rocky scrive:

    Io possiedo la Sparkina dal 21 Ottobre 2010 e devo dire che fino ad ora mi sono trovato benone. I consumi si attestano dai 13 ai 18 km per litro e non ho riscontrato alcun problema rilevante, se non quel famoso leggero vuoto in seconda marcia.
    La mia è la versione LT 1.2

  30. GENNARO scrive:

    HO COMPRATO UNA SPACK BASE , MI DICONO CHE SU QUESTO MODELLO NN CI SI PUO’ MONTARE L’ ARIA CONDIZIONATA E’ VERO? GRAZIE A CHI MI RISPONDE

  31. Daniele scrive:

    esatto gennaro, il modello base non e’ predisposto x il montaggio x l’aria condizionata!

  32. GENNARO scrive:

    SCUSATE MA ALLORA? POSSIBILE NN C’E’ UN ALTERNATIVA ALL’ ARIA CONDIZIONATA ?
    D’ ESTATE MORIAMO DENTRO L’ AUTO SENZA CONDIZIONATORE?
    RINGRAZIO CHI MI RISPONDE

  33. Veronica scrive:

    Ciao a tutti……dato che ho venduto la Spark dopo un anno, x vari problemi…..vorrei sapere se c’è qualcuno interessato ad acquistare gli ANTITURBO……..!!!!Sono della provincia di Milano…..,Grazie

  34. Daniele scrive:

    X gennaro,
    si l’alternativa ce, non comprete la base!
    ripeto, i prezzi da 7500-6900 euro…o quelli che sono riguardano solo la versione superbase senza alcun optional vernice bianca e alettone neroplastificato o assente e a mio avviso sono auto da usare solamente come auto aziendali secondarie oppure x chi vuole fare assoluta economia!

  35. GENNARO scrive:

    per favore datemi un’ alternativa sulla Spack base
    per l’ aria condizionata . Grazie

  36. Daniele scrive:

    ma vuoi spendere tipo 7000euro x un’auto nuova con aria condizionata??? al momento non credo che la facciano!
    cmq puoi trovare ottimi usati con pochi km completi di tutto a prezziaccettabili

  37. Stefano scrive:

    Ho acquistato la 1.0 GPL con allestimento LS e come prestazioni una volta che si comprende la capacità di ripresa tra una marcia e l’altra la macchina va benissimo. Con un pieno sono riuscito a percorrere in città 285 Km con 5 Lt di riserva. La consiglio.

  38. vito scrive:

    a breve mi arriva la spark Ls 1000 di cilindrata a gpl … vi saprò dire. Ovviamente sono consapevole che le prestazioni non sono come un’auto 1800-1900 di cilindrata.

  39. MATTEO-LAZIALE scrive:

    quando mi arrivera’ ve lo diro’…pero’ sentendo i vostri commenti mi sono venuti tanti ripensamenti

  40. Dario scrive:

    ciao….ora ha 2 anni con 32.000 km …..nessun problema ( LT GPL )….

  41. Dario scrive:

    …DIMENTICAVO….ora ne prende una anche mio zio..sempre LT GPL 1.2…

  42. ramires scrive:

    io ho aquistato la spark 1000 lt benzina mi arriva a settembre per 8800 euro con cerchi in lega e metallizzato spero non consumi molto anche se ho letto i consumi che dicono una media di 20km con litro il rivenditore mi ha assicurata che al massimo 15 km con un litro . i vostri commenti sono molto negativi spero di non avere preso una fregatura

  43. Marco scrive:

    Ragazzi, alla mia Spark gennaio 2011 con 54.000 km attuali si è aggiunto recentemente un altro problema. Gli inconvenienti soliti erano i seguenti: a volte il cambio si blocca; l’erogazione del gas è difettosa; il portellone fa rumore; le sospensioni posteriori sono rumorosissime; lo schienale del sedile posteriore con il caldo fa rumore e ho rimediato avvolgendo un cerotto al gancio; Il vetro della portiera lato guida fa rumore. Il problema nuovo è che entra acqua dal fanale posteriore destro.
    Mi sono stufato, ma leggendo qua e là ho scoperto che tutte le auto a GPL hanno problemi meccanici peggiori della Spark, quindi sono costretto a tenermela.

  44. Loredana scrive:

    Costretta dopo 6 interventi e l macchina che partiva solo quando voleva lei a rivenderla.sono in causa con la Chevrolet.vhiunque fosse nelle mie simili condizioni mi contatti per fare una richiesta danni di gruppo, grazie

  45. Gian Mario scrive:

    Ciao a tutti. Prima di scrivere mi sono letto un po’ dei vostri commenti e mi sembra di capire che ci siano due fazioni distinte: quelli ai quali la macchina ha dato un sacco di problemi e quelli che hanno un’auto che ha soddisfatto le singole aspettative. Personalmente ho acquistato nel dicembre 2012 una Spark 1.2 LT full optional (clima automatico, sensori parcheggio, navigatore integrato in plancia con bluetooth, radio, CD/DVD/MP3 (sì, avete letto bene, anche DVD: si possono vedere film in DVD), 4 vetri elettrici, computer di bordo, 4 gomme invernali complete di cerchi in lamiera, insomma con tutto, metallizzato compreso e me l’hanno venduta a 11.450 Euro tutto compreso; non mi sembra un prezzo spropositato, vero? L’alternativa era acquistare la nuova Panda (1.2) che con gli stessi accessori (forse qualcuno in meno perché non può avere tutti quelli che ha la Spark) veniva di listino ciurca 17.000 Euro (scontata per la davano a 15.000! follia pura!!!). Meno male che ho acquistato la Spark; fino ad oggi ho fatto circa 10.500 km e mi trovo benissimo (fosse un poco più spazioso – sono alto 1,89 m – il posto guida sarebbe meglio ma tutto non si può avere). Consumo medio 17/18 km/litro (17 con aria condizionata in funzione e 18 senza) su percorsi misti (extraurbano, città, collina; abito in collina a circa 400 metri d’altitudine) e mi considero soddisfatto. Problemi? Grazie a Dio nessuno; solo una lampadina di uno stop bruciata, sostituita dal concessionario ad Euro 3,50 quando sono andato, oggi, a montare le gomme termiche invernali (lasciate in deposito alla concessionaria per 40 Euro/anno). Insomma mi trovo più che bene e mi dispiace leggere che ci siano persone che hanno avuto solo guai. probabilmente, si sa, ogni tanto qualche auto esce difettosa dalla fabbrica (mi è capitato tanti anni fa’ con una Fiat, sostituita per la disperazione dopo sole 4 settimane dall’acquisto, visto che 3 le aveva passate nell’officina della concessionaria). In ogni caso rimaniamo in contatto un po’ tutti; è bene scambiarsi opinioni e sapere come vanno le nostre auto andando avanti nel tempo, ok? un saluto a tutti. Gian Mario 😉

  46. Gian Mario scrive:

    Dimenticavo: una cosa non mi è del tutto chiara; la capacità del serbatoio indicata sul libretto è di 35 litri ma personalmente, avendo provato proprio oggi a fare il pieno in un self service in Svizzera, (dove la benzina costa fortunatamente solo 1,37 Euro al litro), sono andato avanti finché non è arrivata all’orlo (anche se la pistola del distributore è scatta varie volte prima di arrivare a quel punto) e, nonostante avessi ancora accese 3 tacche sul display del carburante, ci sono stati quasi 30 litri. Secondo me il serbatoio ne tiene molti di più dei 35 dichiarati; qualcuno lo sa con precisione quale è la capacità effettiva del serbatoio benzina? Grazie in anticipo. Gian Mario

  47. gomme scrive:

    Questo è un esempio classico di autovettura con cui si pensa di risparmiare. Sicuramente è così all’inizio, dato che il prezzo di mercato è sicuramente inferiore ad altre autovetture di fascia uguale, fatta eccezione per le Dacia, leggermente più costose ma indicativamente trovabili allo stesso prezzo. Il problema è che i costi aggiuntivi arrivano dopo. Oltre al costo del primo tagliando, come già detto da un altro utente, che si aggira attorno ai 100€ stile Fiat, i problemi veri sono legati all’assemblaggio dell’autovettura certamente non eccellente, all’elettronica che è un terno al lotto ed i pezzi di ricambio che sembrano essere portati a mano dalla Korea. Alcuni miei clienti, inoltre, lamentano un eccessivo numero di forature delle gomme causate, a loro dire, da problemi legati ai cerchi. Molti infatti se li sono fatti cambiare assieme alle gomme stesse. Insomma, per chi fa lunghi viaggi e passa molto tempo in macchina può tranquillamente lasciar perdere, per chi vive in città e fa pochi spostamenti può anche starci, anche se onestamente a pari prezzo, anche in un contesto di usato si trova nettamente di meglio.

  48. Gian Mario scrive:

    Ho letto l’ultimo intervento di “gomme” e posso concordare sul fatto che si possa pensare a questa autovettura anche in termini di risparmio ma, secondo me, non solo: credo si debba considerare anche il rapporto qualità/prezzo/accessori compresi che sicuramente è piuttosto elevato (versione base esclusa). Oggigiorno tante auto hanno di tutto e di più, questo è vero, però hanno anche un prezzo più elevato (al netto del discorso scontistica) rispetto a questa piccola city-car. Non posso ancora esprimermi sul costo dei tagliandi ma, avendo visto proprio ieri in concessionaria, le tabelle dei costi di intervento per la manutenzione programmata, confesso che non mi hanno spaventato perché li trovo in linea con quelli di altre Case. Riguardo all’elettronica a me sembra vada tutto bene; d’accordo, l’auto ha solo un anno (quasi) di vita ma se ci sono magagne saltano fuori anche nei primi mesi e non solo dopo anni; sull’assemblaggio generale a me sembra ok comunque potrò dire di più fra qualche tempo, ora non posso esprimermi in merito. Pezzi di ricambio: grazie a dio non ne ho avuto bisogno quindi non so dire nulla. Mi lascia molto perplesso il discorso delle gomme. Forature causate dai cerchi? Sarebbe la prima volta che sento una cosa del genere in tanti anni; secondo me le forature dipendono da tanti fattori e non ultimo lo stile di guida; non è certo un’auto da guidare alla maniera di un pilota di F1! Con la normale guida che un’auto del genere consente credo che non ci sarebbe alcun tipo di problema. Certo non è l’auto ideale per lunghi viaggi ma neanche solo per piccoli spostamenti (cittadini o extraurbani); diciamo che è utilizzabile per diverse esigenze evitando le lunghe percorrenze. Buona giornata.

  49. gomme scrive:

    Ciao Gian Mario, ti confermo la questione della foratura delle gomme. In realtà è capitato lo stesso ad altri clienti con altre autovetture, tra cui anche una ford fiesta del 2011.
    Non so dirti cosa abbia causato esattamente il problema tuttavia pare che con un cambio di cerchi la cosa si sistemi. Posso provare a chiedere maggiori delucidazioni in merito per saperti dire con esattezza la causa, reale o presunta, delle curiose forature per questo modello di auto.
    Per quanto concerne l’elettronica ovviamente ci si basa su numeri statistici: ogni autovettura può avere di questi problemi ma se la percentuale per determinati modelli di auto è più alta rispetto a modelli concorrenti, evidentemente un problema alla base c’è e si sente. Per il resto, son sempre ben felice di sentire automobilisti contenti e soddisfatti del proprio acquisto :)
    tanto o poco che sia, un’automobile è comunque un bell’investimento!

  50. Gian Mario scrive:

    Ciao “gomme”. Suppongo tu sia un addetto ai lavori nel settore pneumatici e sicuramente ne sai molto più di me in questo settore; sono rimasto sorpreso coimunque da quanto hai raccontato, se però con la sostituzione dei cerchi le cose migliorano può essere un passo avanti anche se naturalmente non è giusto che per ovviare ad un problema a monte ci debba sempre rimettere l’automobilista, l’utilizzatore finale per colpe che non sono a lui imputabili. Per il discorso elettronica che, comunque, è estendibile ad ogni altro settore della componentistica di ogni auto, so bene che spesso (meno del passato fortunatamente) escono alcune magagne su alcuni modelli di questa o quell’altra Casa; purtroppo fa’ parte del gioco complessivo (anche se, visto che la tecnologia ha fatto passi da gigante, i casi dovrebbero essere solo sporadici e certamente NON frequenti). Personalmente, come ho scritto nel mio primo intervento su questo blog (prima scrivevo sempre su Megamodo ma per un’altra autovettura) per parte mia mi considero soddisfatto dell’acquisto che ho fatto (unica pecca, per me, la spaziosità del posto guida che evidentemente in fase di prova al tempo della decisione dell’acquisto non è stato valutato a fondo dal sottoscritto; quindi colpa mia… purtroppo); i consumi sono ok, le prestazioni sono quelle che mi aspettavo, la comodità complessiva a livello di circolazione nel traffico o in strade a scorrimento veloce o in extraurbano o in città sono in linea con quello che è l’auto (non si può pretendere l’impossibile da un’auto lunga 3,64 metri e larga 1,60). In effetti, pochi o tanti che siano i soldi investiti in un’auto (che poi si svaluta alla velocirtà della luce soprattutto il primo anno), di questi tempi “tirar fuori i soldi per l’acquisto di una “macchina” non è cosa da poco ed i conti vanno fatti bene tenendo in considerazione anche i costi del dopo: assicurazione, bollo, tagliandi, manutenzione ordinaria e non, ecc.
    Grazie mille per la tua risposta (poi mi dirai il tuo nome, spero, così non ti devo chiamare “gomme”, ok?). Un saluto e alla prossima.
    Gian Mario 😉

  51. alessandro scrive:

    ciao volevo sapere come si sostituiscono le candele nella spark 1.0 ls gpl grazie ciao

  52. Dario scrive:

    Ciao, sono passati 4 anni e 62.000 Km, fino ad ora tutto ok, confermo la rumorosità del portellone posteriore e il fatto che le lamiere delle portiere sono abbastanza delicate ( basta una sportellata per trovare la lamiera ammaccata, questo però è più un problema relativo alla cura che altre persone hanno nei confronti delle proprietà altrui ), per il resto non ho riscontrato problemi.

  53. Gian Mario scrive:

    Ciao Dario. E’ bello leggere un commento positivo come il tuo. Personalmente anch’io mi trovo molto bene con la mia Spark (1.2 LT); in 2 anni (fra qualche giorno) sono a quota quasi 25.000 km e di problemi (tocchiamo ferro…) nessuno fatta salva una lampadina di un faro ed una di stop bruciate. Consumi sul misto molto interessanti, secondo me, intorno ai 16/17 km/litro mentre in autostrada (proprio oggi mi sono dovuto fare un 250 km di autostrada) ho calcolato che, andando sui 100/110 max il consumo si è attestato sui 21 km/litro; non male direi. Per il resto nulla da segnalare; ah, dimenticavo: io trovo un po’ scomodo il sedile di guida se si sta molto alla guida (oggi, fra una cosa e l’altra, sono dovuto starmene al volante per quasi 5 ore in totale ed onestamente alla fine della giornata non vedevo l’ora di scendere dall’auto).
    Un saluto.
    Gian Mario 😉

  54. Daniele scrive:

    ciao a tutti, la spark 1.2 del 2010 usata da mia moglie ha lo stesso rumore proveniente del bagalgiaio ma non capisco da dove provenga esattamente, in 2° marcia se accellero di colpo fa sempre un vuoto di una frazione di secondo per poi tirare a maneta, ha fatto solo 17mila km e la lasciamo sempre fuori e devo dire che rispetto a tante altre citycar la plastica dei fari non si e’ ingiallita ne opacizzata. ho migliorato i consumi del 10/15% mettendo un prodotto che fa ridurre gli attriti METABOND ECO e ora nel consumo combinato sto sui 19km/l rispetto i 16km/l ke faceva inizialmente (cmq anche il tipo di carburante fa un po di differenza) in piu dopo questo trattamento, il motore vibra molto meno agli alti regimi e ha guadagnato quasi 10km/h ora tirata al massimo in rettilineo arriva a 170km/h prima faticava parecchio x arrivarci e spesso non andava oltre i 160. lo consiglio vivamente a tutti. resta sempre il problema dei cerchi di 14, le gomme sono sempre difficoltose da trovare e devo ricorrere alle ricoperte.

  55. Gian Mario scrive:

    Ciao Daniele ed un ben trovato a tutti.
    Sono contento di sapere che anche a te ed a tua moglie la nostra Spark ha dato e dà soddisfazioni; questo mi conforta e, visto che anch’io mi trovo bene con la mia, sono sempre più convinto d’aver fatto un buon acquisto. Il rumore del portellone onestamente non l’ho mai sentito (speriamo continui così); per il discorso 2a marcia non ho badato ad eventuali vuoti di potenza: ci farò caso e ti dirò. Ottimi i tuoi consumi ma onestamente non mi lamento neppure dei miei (dipende anche molto dal “piede”…). Alla velocità max non l’ho mai tirata e quindi a quel riguardo non posso esprimermi, comunque l’accelerazione (senza il clima) la trovo interessante e piuttosto rapida e “sveglia”; col clima purtroppo le cose cambiano ma lo sapevo già vista la potenza non eccelsa (anche se buona) ed il regime di coppia piuttosto in alto (a 4000 giri/min). I cerchi: io ho quelli in lega da 15″ e per le gomme invernali ho preso dei cerchi da 13″ con gomme 155/80 R 13 (omologate come da libretto) con le quali vado benissimo; le misure corrette comunque me le ha trovate il concessionario dove l’ho acquistata (le ha prese via internet) ma non ricordo di che marca siano (però vanno benone). Per il resto nulla da eccepire: tutto ok. L’augurio è che duri! Un saluto e auguri di buone feste. Gian Mario 😉

  56. fag8 scrive:

    Non ho letto tutti i commenti, sono capitato qui per caso cercando una centralina aggiuntiva, ma, se vi può essere utile la mia esperienza vi dico che: dopo aver fatto il primo tagliando (molto caro) a 15000 km, non ho più portato la mia piccolina dal concessionario ma sempre dal caro meccanico di fiducia. Le candele le ho cambiate a 90.000 km dopo due anni ed ora che mi muovo poco sono arrivato a 120000 km a luglio 4 anni. Le gomme invernali le ho trovate in rottamazione (praticamente nuove) da 14 montate su cerchi in acciaio, gli stessi della opel Corsa, come del resto molte parti meccaniche, pagandoli 160 euro tutti e quattro. Per il consumo, forse il mio piede forse mettono aria anzichè GPL, 25 litri max 300 km. Comunque sia vel raggiunta oltre fondo scala e costante lanciata (autostrada tedesca) 170 km contachilometri calcolata 163 GPL. Non la cambierò fino a qundo non finirò il motore. Ciao a tutti
    P.S. Consuma pochissimo olio, praticamente nulla e lo cambio quando mi ricordo, praticamente ad oggi l’ho cambiato due volte 15.000 e 70.000 . Volete un difetto? Assettatela è un pochino ballerina. :-)

  57. fag8 scrive:

    Scusate dimenticavo Spark 1.2 LT GPL 😉

  58. Gian Mario scrive:

    Grazie fag8 per le interessanti info su Spark. Ti saprò dire mano a mano che vado avanti nell’uso come procedono le cose. Per ora sono a soli 2 anni e 26.500 km e nel complesso mi ci trovo bene. A presto.
    Gian Mario 😉

  59. Mauro scrive:

    Mi dispiace ma la mia Chevrolet Spark 2014 con un pieno di € 18 faccio a malapena 280 km compreso anche cinque euro di benzina è piuttosto scarsa era meglio un diesel

  60. Gian Mario scrive:

    Ciao Mauro. Ho letto ora lil tuo post e volevo chiederti una cosa: i dati che ci hai comunicato penso siano relativi ad una percorrenza di 280 km con un pieno di GPL e 5 Euro di benzina, giusto? Ma che cilindrata è la tua Spark? 1.0 o 1.2? Personalmente, avendo già fatto oltre 28000 km, ho verificato che sul misto, con la sola benzina, faccio con la mia 1.2 LT modello 2012 (81 CV), circa i 17 km/litro, quindi con 18 € di sola benzina faccio 200 km. Mi sembra un po’ altino il tuo consumo; non è il caso di farsi dare un’occhiata al perché di un consumo così elevato?
    Un saluto
    Gian Mario 😉

  61. fag8 scrive:

    Ciao Gian Mario e Mauro, con 120.000 alle spalle penso di averle provate tutte. Per misurare effettivamente il consumo bisognerebbe valutare quante volte viene avviato e fermato il motore (ad ogni arresto e ripartenza automaticamente consuma benzina e fino alla temperatura di circa 30 gradi del motore), che tipo di strada si percorre e a che velocità etc etc…… Ho fatto tutte le prove, solo gas (da pieno a pieno senza mai fermarsi, in autostrada o su statale senza incroci a 90 km/h tipo la quattro corsie parallela alla A14 BA-FG e così via). Posso dirvi che con la mia 1.2 LT ho percorso a gas da 200 km in autostrada cioè 8 km con un litro GPL (a Tavoletta) fino a 347 km su statale circa 14 km/l. considerando che il GPL costa qui circa 0,60 € vorrebbe dire 15 € per 327 km. con la Fusion 1.4 diesel con 15 € faccio 150 km è sempre più conveniente il GPL. Per il consumo a benzina, ora che faccio solo 1200 km al mese, 4 stop&go al giorno 10 litri al mese (15 € cent più cent meno) Qui a Taranto il GPL è sceso a 0,597 €/l mentre la benzina si trova a 1,397 Un salutone e piede leggero se si vuole risparmiare 8-|

  62. Gian Mario scrive:

    Ciao fa8. So che tu hai avuto modo di testare la tua 1.2 LT in lungo ed in largo ed in ogni condizione di utilizzo. Personalmente sono contento dei consumi attuali e non mi preoccupo del fatto di averla scelta solo a benzina. Fra l’altro, se voglio sepndere meno per la benzina, ho la fortuna di avere a pochi km, la Svizzera dove, nonostante il franco sia salito di valutazione (parecchio fra l’altro), la convenienza c’è sempre (- 20 cent in meno circa/litro). Comunque grazie per i dati che ci hai “snocciolato”; deduco che anche tu, come il sottoscritto, sia soddisfatto della nostra scelta “Spark”. Un saluto ed alla prossima. Ciao. Gian Mario :-)

  63. amailmare scrive:

    Cari Proprietári di Spark,
    Io 2 anni fa Avevo una spark 1000 cc 70 cv che ho dovuto dare in permuta per disperazione, perché oltre ad essere difettosa, consumava tantissimo, infatti con 20 euro il massimo risparmio che mi faceva era 270 km viaggiando ad una media di 90 km/ora. Oggi con la mia giulietta 1400 cc 120 cv turbo benzina, con 22 euro di gpl ad una media di 140 km/ora ne faccio 380 di km!!!! Passatemi l’espressione ma credo proprio che la spark faccia cagare da tutti i punti di vista….

    Inviato da iPhone

  64. fag8 scrive:

    Ciao Gian Mario e amailmare, fra il 1000 ed il 1200 c’è molta differenza, sono entrambi di origine Opel e come sulla vecchia Corsa il 1000 e stato un flop. Io sono molto soddisfatto della scelta fatta, sia per i consumi che per la linea, certo il muso sembra uscito dalla matita di Disney ma forse è proprio per quello che mi piace :-) Se poi vogliamo esporre i nostri gusti mi piace moltissimo la Chevrolet Camaro (3600 cc) e, pur essendo Italiano, la preferirei ad una Brera (3200 cc) Che belle le corse con le auto a pedali: con un panino con la cioccolata pedalavo per tre ore. Quanto era bello, poi è arrivata la realtà. Un salutone a tutto il forum e…… lo sapete già: piede leggero. 😉

  65. Matteo Martella scrive:

    Sulla linea non si discute perché è soggettiva, però si possono paragonare 2 modelli con uguali caratteristiche e andare a fare un confronto su pista……l’alfa gli da un “pistone”!!!

    Inviato da iPhone

  66. Gian Mario scrive:

    Ciao amailmare.
    Mi dispiace che tu abbia avuto una sfortunata esperienza con la Spark; onestamente non posso esprimermi sul 1.0 avendo un 1.2 però personalmente confermo che non posso lamentarmi a livello di consumi. Sono convinto che il tuo nuovo acquisto (Giulietta) ti porti un sacco di belle soddisfazioni anche in tema di consumi ma sono due macchine completamente diverse l’una (Spark) dall’altra (Giulietta) e non mi sembra possano essere confrontabili a quelle velocità. La Spark a 140 km/h gira ad un regime piuttosto elevato e di conseguenza i consumi sono altrettanto importanti, la Giulietta può tranquillamente avere molto più margine e quindi non mi stupisco del fatto che tu faccia le percorrenze che hai indicato. In ogni caso grazie del tuo intervento. Un saluto e buon fine settimana.
    Gian Mario 😉

  67. Gian Mario scrive:

    Ciao fag8. Condivido quanto hai scritto e ti confesso che mi è molto piaciuto il “reminder” del panino alla cioccolata. Un saluto e buon weekend. Ciao e alla prossima. Gian Mario :)

  68. Gian Mario scrive:

    Ciao Matteo. Non penso si possa discutere molto sulla linea in quanto i gusti sono soggettivi e quindi può piacere o non piacere ed ogni opinione è rispettabilissima. Il confronto su pista di due auto come Spark e Giulietta è comunque secondo me improponibile viste le grosse differenze che ci sono fra una vettura e l’altra; è chiaro che la Spark contro una Giulietta non regge il confronto. Sarebbe più interessante valutare la Spark con una Panda o una Hyundai i10 o con un’utilitaria dimilare anche se onestamente sono contento della scelta fatta e del rapporto qualità/prezzo oltre che per la dotazione di Spark.
    Un saluto a te. Ciao e alla prossima.
    Gian Mario :)

  69. fag8 scrive:

    Caro Matteo Martella, qui replico e qui finisco perchè questo è il forum della Spark, ho iniziato la mia vita con una Gt 1750, seguita dal Giulia 1600, poi la Giulietta, Alfetta ed anche una Alfa 75, ho sofferto con l’Alfa in formula 1 e con le Alfasud Ti al rally Mille Miglia. Quelle erano Alfa , 4 cil in linea, carburatori doppio corpo, trazione posteriore con differenziale e cambio al retrotreno poi…………. è arrivata la Fiat ……………. qui mi fermo. Buona giornata 8-| P.S. La mia Giulia non correva al max arrivava ai 170 ma con differenziale della 1750 e cambio della 1300 le altre blasonate restavano al palo e in salita (vestone Pertica Alta) volava. Consumo??? a malapena i 6 con un litro ma a 20 anni non conta……………..

  70. Daniele scrive:

    salve a tutti, ho una spark 1.2ls, i consumi medi reali sono tra 15 e 16 km/l percorrendo abitualmente strade collinari e montane, ma con alcuni additivi (metabond) si possono migliorare i consumi e anche la resa del motore portando il consumo a 18km/l e avere la massima prestazione del motore che secondo me e’ uno tra i mogliori 1.2 in commercio avendo 4 cilindri e distribuzione a catena, nonostante la tipologia di vettura è un motore grintoso (x la sua categoria e non e’ un turbo).

  71. Gian Mario scrive:

    ciao Daniele.
    Ho letto i tuoi dati e concordo su tutta la linea che hai così ben illustrato. In effetti del nostro bel 1.2 proprio non ci si può lamentare; nella sua categoria è proprio perfetto. Un saluto. Gian Mario 😉

  72. Franco scrive:

    Buon giorno a tutti.
    Se a qualcuno può interessare, avrei disponibile un set di gomme invernali pari al nuovo, usate veramente pochissimo. Misure 155/80 R13 79T, marca Michelin, modello Alpin, con cerchioni in ferro verniciato, pronti all’uso per quest’autovettura.
    Prezzo 350E trattabili. Zona Valle d’Aosta.
    Saluti e grazie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi