Vesuvio, il gigante non dorme più?

FocusSocietà

Il più temuto vulcano del mondo comincia a dare i primi segni di risveglio, sciami di terremoti di piccola durata ed energia dal mese di Maggio stanno interessando con maggiore frequenza l’area del cratere e localmente le zone prossimali. Gli eventi sismici sono andati aumentando progressivamente raggiungendo nel mese di Agosto quota 44 eventi. La crisi sismica più significativa in termini di terremoti quella del giorno di Ferragosto con 22 sismi di profondità variabile tra i 5km ed i 200m, tutti per lo più concentrati nell’area del cratere che come ben sappiamo è “tappato” da un duomo lavico dello spessore di svariate centinaia di metri che ostruisce completamente il condotto lavico.

E’ ancora presto per stabilire se si tratti dell’inizio di una fase che ci porterà verso un’eruzione, ma la guardia resta elevata perché l’energia sprigionata da questi piccoli terremoti sta aumentando.

Il Vesuvio è il vulcano più pericoloso del mondo non tanto per potenza esplosiva quanto per la concentrazione delle popolazioni che vivono alle sue falde, si tratta approssimativamente di più di un milione di persone a rischio, quindi non c’è da stare troppo allegri.

Il gigante prima o poi si sveglierà e l’eruzione non sarà pacifica come quella del 1944 quando il condotto lavico era aperto, quando piuttosto come quella del 79 d.c o addirittura come quella del 1631, meno nota ma molto più distruttiva di quella che seppellì Pompei ed Ercolano.

Grafico: http://sismolab.ov.ingv.it/sismo/index.php?PAGE=SISMO/stat&PAGE2=energia

108 Commenti

  1. Huriicane ha detto:

    Dunque, dopo l’eruzione, con l’EMERGENZA VESUVIO, la benzina andrà a 5 euro al litro..

  2. Alfio1987 ha detto:

    e tu pensi alla benzina
    dop a du vac a fa spes

  3. Huriicane ha detto:

    A cosa dovrei pensare, a come impedire l’eruzione? Ora chiamo Superman e lo metto in allerta..

  4. Max ha detto:

    Vedete le speculazioni e gli abusi edilizi a cosa portano…un conto un terremoto con la sua imprevedibilità e un conto è costruire e permetterlo sulle adiacenze di un vulcano che è in fase dormiente. Se dovesse eruttare poi che fa piangiamo i morti? Questa è la classica furbata di noi italiani. Cmq avremo nuovamente persone sepolte dalla lava come attrattive turistiche.

  5. mrio ha detto:

    Ma com è che ste cose escono solo su blog non tanto frequentati con cadenza precisa di una volta al mese a rotazione?Almeno non avete messo nessuna testimonianza di nessun professor della miglior universita statunitense!

  6. pocho ha detto:

    siamo morti

  7. Punk. S.E. ha detto:

    Da dove sono state prese queste informazioni? Se non hanno una fonte sicura è inutile creare allarmismi.

  8. TANO ha detto:

    PENSA CHE SE ERUTTA FAI A FIN RE TRACC

  9. luigi ha detto:

    pensiamo alla benzina e non a tutta la gente che ci morirebbe… si vergogni!

  10. cammello ha detto:

    nn ce niente da scherzare x noi napoletani è un’enorme problema moriremo tutti voi pensate alla benzina e alla spesa

  11. Manù ha detto:

    spero ke questo articolo sia poco veritiero.. Cmq ki abita ai piedi del vesuvio è stato da sempre consapevole che da un giorno all’altro potesse accadere ciò…! hauahuahuha si kiamalo superman, speriamo ke riesca in tempo XD Non so voi dove abitate ma se scoppiasse il vesuvio sarebbero grandi problemi per tt la città!

  12. enzomanzo ha detto:

    se esplode,…probabile che la specie umana, almeno in un raggio di 10000 km s’ estingue…altro che benzina o spesa al market..
    se leggete qualche libro in materia di oscuramento del sole per qualche annetto, come conseguenza all’ esplosione, vi convincerete che non faccio ‘a seccia..
    comumque qualche piccola scossetta rientra nella normalità, come da sempre dicono gli esperti.

  13. Monica ha detto:

    sarebbe meglio chiamare san Gennaro!

  14. Me ha detto:

    Nessuno ti ha chiesto di impedire l’eruzione, ma abbi almeno buon cuore e solidarietà per le persone che ci vivono! Benzina, prezzi, soldi… L’avidità! Povera Italia!

  15. noemi ha detto:

    no ma alle persone in pericolo magari!

  16. Caterina ha detto:

    Queste sono cose serie, cioè circa un milione di abitanti che si trovano alle faldi del Vesuvio. Non c’è niente da scherzare e queste persone che dovrebbero tutelare la nostra privacy dovrebbero incominciare a preoccuparsi loro per prima.!

  17. ivana ha detto:

    ahah 😀 pensare alle accise è doveroso!
    Ma io mi concentrerei su altro, tipo…la mancanza di un Piano di Evacuazione che funzioni davvero!
    “Dio nostro salvaci dalle calamità naturali, se non puoi evitarle salvaci dalla protezione civile e se sopravviviamo salvaci anche dalle accise sulla benzina”! secondo me…non ce la possiamo fare! troppe richieste! 😀 😀

  18. Stani ha detto:

    Saranno contenti gli Juventini

  19. conny ha detto:

    piu di un milione di persone a rischio e tu pensi alla benzina???quella arriverà a prescindere a 5 euro eruzione o meno

  20. Piero Di Stasio ha detto:

    L’eruzione del 1631 non è assolutamente meno nota di quella del 79 d.C., o di altre, anzi, è corredata da numerose testimonianze storiche e geologiche, ed è stata presa a modello di una prossima eventuale eruzione. Comunque, sarebbe lecito conoscere le fonti in modo più preciso? Grazie.

  21. Federico ha detto:

    Pensa quantomeno alle persone che potrebbero perdere tutto…la benzina a 5 euro pffff

  22. marzia ha detto:

    io che ci vivo a pochi metri tremo dalla paura solo a pensarci. Avremmo sbagliato, da secoli, ad abitarci ma è la nostra città e se è vero che vuole eruttare scomparirà la bella Napoli. Dio mio aiutaci.

  23. nancy ha detto:

    Spero non accada presto…..altrimenti moriremo durante la fuga, siamo troppi e se non lo sappiamo in tempo, non riusciremo mai a sfollare tutte le zone limitrofi! Mah….quello che vuole Nostro Signore!!!

  24. Laura ha detto:

    Vivo qui da anni e non per voler mio ..spero tanto che non succeda!

  25. sabrina ha detto:

    mi f…. di paura………

  26. lulù ha detto:

    io lavoro prp lì sopra e nn mi è pervenuta nessuna notizia del genere…sarà vero???kissà

  27. Enzo ha detto:

    BhE queste notizie l ho lette solo qui.. Mi sembra strano che non corrono voci su queste vitali informazioni che se succederà porterà l Italia e l Europa in una crisi Mondiale-:)

  28. raf ha detto:

    E na fischiata io il mese di agosto sono stato li a pensare che la mia casa e l ultima dopo di che viene la bocca (zona alta di trecase) e di sisma cosi concentrati come dice l articolo nemmeno l ombra ……… Cia uagliu’

  29. gmi ha detto:

    nn c’e nulla da skerzare…per ki nn abita nella zona rossa nn puo kapire la paura ke si puo provare se si dovesse risvegliare il vesuvio… ed io abito proprio nella zona rossa piu assoluta…siate intelligenti e nn giokate su qste kose…e se hai problemi economici a mettere la benzina..bhe togliti la makkina

  30. marta di stefano ha detto:

    non c’è nulla da scherzare però voi vi siete andati a costruire una casa proprio sotto la bocca del vesuvio e mo avete paura! Bah

  31. massimo ha detto:

    bastava non costruire li attorno…. è inutile lamentarsi e aver paura..bisognava pensarci prima.. se succederà….pace…

  32. angela ha detto:

    SPERIAMO KE DORMIRA’ X L’ETERNITA’

  33. angela ha detto:

    SPERIAMO BENE

  34. ultrasnapoli ha detto:

    E’ LA CITTA’ DOVE SONO NATO.. E LI’ MORIRO’ !!!

  35. maria ha detto:

    Per tutte quelle persone ke fanno i commenti su xke si e` costruito li sotto ..Ma secondo voi ci avrebbero permesso di farlo sull`acqua? se costruito oltre il dovuto xke ci stava troppa speculazione e troppe famiglie ke avevano bisogno di case.Il non sentire queste notizie x la Tv o la Radio gente svegliatevi che i media ci fanno sentire e vedere solo quello ke fa audienz e nn cosa possa mettere nel panico la popolazione….e x ki dira` tanto ke ce ne frega il Vesuvio e` a Napoli …..Guardate ke nel Mediterraneo e per l`esattezza presso Bagnoli ci sta una delle caldere piu grandi del mondo ,se si sveglia quella neanche S.Biagio vi potra aiutare…saluti cordiali…..

  36. franca manzin ha detto:

    Agli scettici consiglio di andare a sfogliare la pag. del database sismologico del Vesuvio e noterà, come me, l’aumento dell’attività sismologica nella zona del cratere…. un po’ di allerta farebbe bene….

  37. gigi ha detto:

    ma tu guarda… abbiamo voluto costruirci una casa sul pianeta Terra e ora abbiamo paura di terremoti, eruzioni ecc? e i milioni di abitanti in california, loro non hanno sbagliato perché non sono napoletani?

  38. Grazia ha detto:

    Perche’ non si invoglia la popolazione come e’ stato gia’ fetto con un indennizzo di trentemila euro per le famiglie che vanno a vivere fuori dalla zona rossa?

  39. anna ha detto:

    Un allarme così importante messo in modo superficiale ASSURDO!!!! se questa notizia è vera bisogna assolutamente allertare le organizzazioni competenti…Viviamo in una città dove L’EDUCAZIONE CIVICA BASE NON SI RISPETTA….QUINDI DIAMOCI UNA RISPOSTA………..CHI HA ANCHE IL MINIMO DUBBIO CHE STà PER ACCADERE QUALCOSA DEL GENERE FACCIA QUALCOSA ……NOI NON SIAMO VIRTUALI SIAMO ESSERI UMANI…

  40. bruna ha detto:

    è da tempo che si parla ma la popolazione è legata alla sua città ai suoi ricordi alle loro sofferenze,comunque non è da oggi che se ne parla,anzi sono state anche fatte dei piani di evacuazione quindi chi può che scappa da questa città anche bellissima ma con dei pericoli spero che non succederà mai

  41. ANTONIO GIULIANO ha detto:

    Sono nato proprio alle Sue falde nel 46, ad Ercolano, ed è stato meta di tantissime escursioni, picnic, scorribande, albe, tramonti, amori in 500, la vecchia ” carrozza”…il trenino e la ”Seggiovia” e dalla sommità..il più bel Panorama al Mondo! Sarebbe davvero un peccato….ma la scelleratezza di chi ha consentito insediamenti urbani inaccettabili ed unici al mondo e la insufficienza di piani di evacuazione, ma sopratutto la mancanza di grandi vie di fuga…speriamo che non accada mai! Iddio Il Vesuvio ed i Vesuviani!!!

  42. Luca D'Auria ha detto:

    E’ VERGOGNOSA la disinformazione fatta da questo articolo. I piccoli terremoti al Vesuvio sono normali. Se ne verificano centinaia all’anno e indicano semplicemente che il Vesuvio è un vulcano attivo, seppur quiescente. I dati riportati sopra non costituiscono una anomalia, ma rappresentano il normale comportamento di questo vulcano. I miei complimenti all’autore/autrice di questo articolo, magistrale esempio di cattivo giornalismo. Quanto detto può essere verificato da tutti i lettori osservando i dati raccolti in tempo reale dal mio Istituto alle pagine: http://www.ov.ingv.it
    Luca D’Auria Resp. Lab. di Sismologia INGV-Osservatorio Vesuviano, tra l’altro autore del grafico impropriamente riportato (in palese violazione del copyright) qui sopra e che non indica altro che un rilascio graduale e tranquillo dell’energia associata ai microterremoti.

  43. imma ha detto:

    io abito li sotto nn capisco il motivo di allarmare le persone noi facciamo finta di niente e conviviamo tt i giorni con questa bomba ad orologio ogni articolo ci mette in agitazione i nostri figli le nostre case i parenti, sn anzie ke ci portiamo tt i girni a lavoro , è di cattivo gusto dare queste informazione ringrazio il prof. per aver dato la giusta lettura grazie per il lavoro ke svolgete tt i giorni per la nostra sicurezza spero ke se un giorno accadrà avremmo almeno il tempo di salvarci distinti saluti

  44. carlo ha detto:

    Qui non si fa nessuna disinformazione, si mette semplicemente in evidenza un fatto, l’attività sismica è aumentata negli ultimi mesi, nel mese di agosto si sono avuti picchi di 22 terremoti in sole 24 ore, al momento è l’attività maggiore di tutto l’anno 2012. Non ci sono allarmismi ne altre considerazioni di sorta se non quelle ben note su una pericolosità riconosciuta e temuta da tutta la comunità scientifica.

  45. Lucia ha detto:

    Wow! Se il vulcano sta solo dormendo lasciamolo riposare in santa pace allora! Grazie della corretta informazione.

  46. Luca D'Auria ha detto:

    @carlo L’attività sismica NON è aumentata negli ultimi mesi.
    Negli anni scorsi ci sono stati sciami molto più intensi di quello di agosto ma non mi sembra ci sia stata alcuna eruzione. Magari prima di pubblicare un articolo così allarmistico sarebbe stato meglio chiedere ad un esperto.
    Ma fare allarmismo e DISINFORMAZIONE è più semplice.

  47. Parlare con tanta superficialità e leggerezza di un vulcano attivo solo per ricavarne “click” e far parlar di se denota una mancanza di rispetto che non ammette giustificazioni. Non si è minimamente considerato il panico che un “articolo” del genere potrebbe generare in chi è poco attento all’ufficialità delle fonti. Condanniamo profondamente questo modo di operare.

  48. Wendy ha detto:

    1) Se il Vesuvio è il vulcano più pericoloso al mondo, io sono il Papa. Per carità, è vero, qua sotto ci viviamo in tanti, ma sapete, gli scienziati tendono a considerare un pelino più pericolosi altri vulcani, ad esempio quello di Yellowstone, che già in passato ha causato estinzioni e cambiamenti climatici su TUTTO il pianeta. Prima di scrivere articoli, sarebbe utile informarsi un po’ in materia, altrimenti si infarciscono i testi di baggianate come questa.

    2) “al momento è l’attività maggiore di tutto l’anno 2012”, ma siccome l’ultima eruzione del Vesuvio non è avvenuta ad inizio anno, questo dato non significa assolutamente nulla. Per provare che uno sciame è significativo, bisogna rapportarlo all’attività sismica neanche degli ultimi anni o decenni o secoli, ma addirittura millenni – qui invece vi limitate a tornare indietro di pochi mesi. Qua non si tratta di disinformazione in sé, ma di voler parlare di qualcosa di cui si sa poco e non ci si è informati affatto. Oltretutto, tralasciando la necessità di tornare indietro di secoli e millenni per evitare di scrivere baggianate, bastava guardare (o semplicemente tornare indietro con la memoria) ai dati degli ultimi dieci anni per capire che, al momento, il Vesuvio al massimo s’è rigirato nel sonno.

    Mi spiace dirvelo, ma qua non state facendo informazione né disinformazione, state mettendo in mostra la vostra ignoranza. E pensare che basta un filino di ricerca in più per essere molto, ma molto più precisi di quanto non lo siate stati con questo articolo.

  49. Scintilla ha detto:

    Sono anni che sento sempre la stessa storia!!!

  50. loredana ha detto:

    io penso che a prescindere dalla realtà delle cose, dal problema in se stesso e dalla sua pericolosità è il MODO IN CUI SI FA INFORMAZIONE…. e sinceramente questo articolo è SCRITTO CON I PIEDI!

  51. sarapetrucci ha detto:

    già si vive male in queste zone fare dell allarmismo solo x vendere giornali no non ci sto ! grazie al prof ,della sua smentita .grazie x il lavoro )che sono sicura che lo svolgete con il cuore)

  52. stefano corbello ha detto:

    nulla di nuovo. solo un’attenta analisi della situazione con delle ipotesi. non denoto allarmismi, più che altro mi ritorna in mente “Giuliani” e L’Aquila!!!…… non sia mai!!

  53. carlo ha detto:

    Esimio Dott D’auria, nessuno ha detto che ci sarà un’eruzione e nessuno nega che in passato ci siano stati sciami sismici anche più intensi. Ma non si può certamente negare che l’attività sismica sia aumentata negli ultimi mesi, non si può nemmeno negare che la guardia resta alta come da sempre per l’area vesuviana, quindi, di cosa sta parlando? Mi sembra che voglia demolire una verità palese che nessun articolo ha mai voluto rendere allarmistica…..saluti!

  54. Daniele Tammaro ha detto:

    Luca D’Auria, non credo vi siano violazioni di copyright in quanto com’è ben scritto sul vostro sito “La riproduzione è autorizzata solo se la fonte è citata in modo esauriente e completo.” e c’è il link al grafico stesso. Mi domando poi come mai dal 26 luglio non sono più supervisionati i terremoti, tant’è che non vi sono informazioni sulla magnitudo dell’escaletion di ferragosto. Infine il grafico evidenzia sì l’aumentare dell’energia rilasciata dal Vesuvio, ma ciò non può escludere un aumento dell’energia presente all’interno del Vesuvio stesso.

    PS: non faccio parte dello staff del sito (che leggo per la prima volta oggi) ma sono un attento osservatore del Vesuvio, in quanto ho vissuto per 23 anni sotto di lui e tutt’ora vi vivono i miei genitori a Torre del Greco.

  55. Luca D'Auria ha detto:

    @carlo Come fa a dire che l’attività sismica è aumentata negli ultimi mesi? Ripeto che, sciami come quello di agosto, sono molto modesti, rispetto ad altri che si sono verificati nel recente passato (ad esempio nel 1999). Quindi insisto nel dire che l’affermazione ” l’attività sismica sia aumentata negli ultimi mesi” è totalmente infondata. Ad esempio lo scorso 10 marzo, nel giro di due ore c’è stato uno sciame con circa 69 eventi ed eventi simili vengono osservati da quando esiste una moderna rete sismica di monitoraggio (cioè dagli anni ’70), oltre che venire registrati normalmente anche in altri vulcani quiescenti in giro per il mondo. Non rappresentano quindi nessuna anomalia.
    Il nostro Istituto ha scelto di pubblicare sul proprio sito in maniera trasparente i propri dati, consci del rischio che possano venire completamente travisati, come è stato fatto qui.

  56. Giuseppe ha detto:

    L’osservatorio Vesuviano risponde ad una mail di verifica su questo argomento:

    “L’articolo in questione è un chiaro esempio di disinformazione. Gli sciami sismici si ripetono con un a certa frequenza al Vesuvio, e non hanno mai rappresentato un’anomalia significativa.
    Le informazioni dell’articolo sono state prese, presumibilmente, da una nostra pagina web, ma sono state completamente distorte nel loro significato.
    Inoltre il grafico rappresentato non indica affatto che l’energia dei terremoti stia aumentando. Si tratta infatti di energia cumulativa (ovvero la somma dell’energia di ogni terremoto) e quindi è normale che aumenti!”

    Luca D’Auria
    Resp. Lab. Sismologia

  57. giorgio di ercolano ha detto:

    che io sappia anche lui sa che il fumo uccide …hahahahaa

  58. Daniele, Napoli ha detto:

    se non ricordo male, una volta le case si costruivano con i tetti spioventi per evitare l’accumulo di cenere perché sarebbe potuto crollare. Oggi, invece, si costruisce anche nella zona rossa, quella a più alto rischio, dicendo “tanto non succederà nulla. Sono solo le normali scosse”. Inoltre mi sembra che per Napoli città siano più pericolosi i Campi Flegrei. Quelli che stanno andando ora a “stuzzicare” con i sondaggi in profondità fino alla camera magmatica.

  59. Stefano ha detto:

    Il Vesuvio è pericolosissimo per via dell’alta densità abitativa presente alle sue falde. Tuttavia, creare allarmismi non serve a nulla. Possiamo dormire a sonni tranquilli, ma consci del fatto che, comunque, costruire paesi interi intorno ad un vulcano è da idioti irresponsabili.

  60. daniela ha detto:

    Io sono di Napoli e ho vissuto la per tanti anni, il Vesuvio mi ha sempre fatto paura, ma allarmare la gente senza sapere con precisione se veramente ci sarà un eruzione non è il caso. Mi sembra giusto comunque comunicare alle persone che abitano alle falde del Vesuvio se dovesse accadere qualcosa di avvisare in tempo.

  61. Francesco Briganti ha detto:

    La verità è che chi abita nella famigerata zona rossa, del Vesuvio non ne vuole sentire parlare, se non per il “piennolo” di squisitissimi pomodorini, per le vigne, le albicocche e le ginestre. Fanno bene, perché dire che è insensato e assurdo abitare lì, non serve a nulla se non a mantenere viva un’angoscia, solamente dannosa. Il problema doveva essere affrontato 40 anni fa quando si sono chiusi gli occhi e si è permesso una crescita demografica allucinante. Oggi bisognerebbe avere il coraggio di prevenire, mentre dorme, con decisioni impopolari, ma più facilmente attuabili e non quando si sveglierà (mi auguro mai o fra due milioni di anni) e quindi in emergenza. Insomma allarmare no, ma fare gli struzzi è peggio.

  62. massimo organista ha detto:

    magari se ci fosse stato un po’ di allarmismo in piu’ negli anni 70 80,invece di dormire a pancia in su’,ora non ci sarebbero quel miglioncino di persone a rischio , la guardia va’ tenuta sempre alta,il pericolo e’ costante ,e purtroppo non si fa’ niente x migliorarlo

  63. massimo ha detto:

    è un grafico di energia cumulata è ovvio che sia crescente.
    Magari non è proprio lineare, ma nulla di che.

    Basta confrontarla con l’andamento del numero di eventi e si capisce il fondamento scientifico dell’articolo

    http://sismolab.ov.ingv.it/sismo/PNG/n_eventiVesuvioD2008010120120831.png

  64. massimo ha detto:

    ps

    grazie dott. D’Auria per il lavoro che fate

  65. Maxi ha detto:

    L’eruzione del 1631 non è stata affatto più distruttiva di quella del 79 d. C., infatti quest’ultima è definita PLINIANA mentre l’altra SUBPLINIANA

  66. le_cop ha detto:

    ma c…. ma sapete leggere o vi fermate al terzo rigo???

  67. carlo ha detto:

    Visto che il Dott D’Auria ci legge e visto che è persona presumibilmente competente….ne approfitto per segnalare il malfuzionamento delle pagine web contenenti i sismogrammi relativi alla rete di stazioni vesuviane, afflitti in più punti da tracce anomale recidive che coprono i tracciati reali…..ne riporto una a titolo di esempio ma credo che il problema sia ben noto agli indefessi lavoratori dell’osservatorio vesuviano…

    http://portale.ov.ingv.it/webdata/segnali_rt.asp?loc=Vesuvio&IdMap=1&sta=BKE&comp=V&A=3.3&B=0&C=-3.54&t=GMT&id=3

  68. flo ha detto:

    IO SPERO SINCERAMENTE KE IL BIMBO KE DORME SI RIVEGLI TRA 2-3 MILA ANNI.. !!! XKè IO ABITO SOTTO AL VESUVIO E OGNI MATTINA PRIMA KE VADO A LAVORO GLI DICO SEMPRE… <>

  69. MAX ha detto:

    IL PROBLEMA E KI AVRA’ IL CORAGGIO DI DARE L ALLARME A TUTTI STI MIGLIAIA DI PERSONE… E SE POI SARA’ UN FALSO ALLARME??UNA COSA E SICURA QUANDO SENTIREMO LE SCOSSE FREQUENTI SOTTO I NOSTRI PIEDI ALLORA SI KE DOBBIAMO ALLONTANARCI…E SENZA ASPETTARE…

  70. Luca D'Auria ha detto:

    @carlo La ringrazio della segnalazione. Tuttavia i segnali che hanno carpito la sua vivace attenzione non sono tracce anomale né rappresentano un problema. Sono semplicemente segnali generati dal passaggio di autoveicoli che i sensori (sensibilissimi) rilevano. Se invece di polemizzare “a priori” avesse visitato con più attenzione il nostro sito web, avrebbe notato che la rete di monitoraggio sismico del Vesuvio è composta da più di 15 stazioni che ci consentono di localizzare terremoti di magnitudo prossima (e a volte inferiore) allo 0. Gli “indefessi” lavoratori dell’osservatorio vesuviano hanno ottenuto risultati che i colleghi di tutto il mondo ci invidiano. La ringraziamo per la sua stima che ci incoraggia a continuare con tenacia, passione e professionalità. P.S. Ma è lei l’autore di questo articolo?

  71. Pippo ha detto:

    E secondo voi quando sarà il momento di avvertire le popolazioni che è ora di sgombrare velocemente perchè il vulcano sta per saltare….chi si prenderà la responsabilità di un possibile falso allarme? Ci sono stati altri falsi allarmi per vulcani meno famosi, mi pare di ricordare qualcosa per il Soufrière nel 1976 quando fu sgomberata tutta Guadalupa ma non accadde nulla….Voi sapete in Italia le cose come vanno, chi lancerà l’allarme col rischio di mobilitare un milione di persone inutilmente e magari essere anche responsabile di morti per panico e caos?….. Proprio nessuno….e quando la certezza sarà matematica (in realtà non c’è mai del 100%) sarà anche troppo tardi…..con quelle strade, quella densità abitativa…..sarà un bel casino, per usare un eufemismo….ma voi davvero vi fidate tanto di chi sta monitorando e dovrebbe dare l’allarme?

  72. Anonimo portici ha detto:

    tutto il territorio italiano è a rischio idrogeologico. a parte il vesuvio tutto il resto della regione campania è a rischio idrologico, come quindici e sarno infatti, e recentemente come la frana di Montecorice nel salernitano.
    La verità è che nulla è per sempre, oggi assisitiamo a terremoti .. in Pianura Padana!
    Bisogna solamente valutare il rischio e .. fuggire al momento giusto! Poi, dopo l’evento definitivo, si potrà parlare di ricostruzione…

  73. Anonimo portici ha detto:

    Scusate.. dimenticavo che a Nord di Napoli, esiste il Super-Vulcano della solfatara di Pozzuli…

  74. Pasquale ha detto:

    Stanno morendo in tutto il mondo e qui quando sarà moriremo felici

  75. Anna ha detto:

    É vero siamo consapevoli di abitare sopra ad un pericolo,ma conosco delle famiglie che sono andate via per poi trovarsi coinvolti nei terremoti di Reggio Emilia…lo so che non è la stessa cosa e che i terremoti arrivano senza che nessuno possa prevederli,ma se è destino che devi vivere vivi e basta!

  76. carlo ha detto:

    Dott d’Auria so che quelle tracce anomale sono il passaggio di camion e quant’altro nelle vicinanze dei geofoni ma quello che volevo segnalare è che sono recidive, sempre li, sempre uguali, ogni giorno….sembra che quelle pagine non si aggiornino a differenza delle altre. Inoltre conosco la rete di monitoraggio del vesuviano, mi sfugge tuttavia l’utilità di questa sua precisazione, voleva forse indurmi a guardare anche le altre tracce? quelle che sono online le guardo ma mi interessano in particolare quelle della stazione BKE V perchè si trova più vicina alla zona in cui si sono avuti tutti gli ultimi epicentri, diciamo nella zona ESE del cratere. Saluti

  77. Angela ha detto:

    Avete ragione quando dite ke costruire case abusive alle falde del Vesuvio e come scavarsi la fossa da soli..ma per gente come me ke ci abita con tanto di permessi in una casa centenaria lo stato cosa dice??se si sveglia il Vesuvio siamo tutti spacciati,case abusive e non..nn sara’ una semplice botta,interessera’ anke zone costiere..nn si parla di piani di evacuazione,ricordo ke quando andavo io a scuola era di rutin adesso neanke se ne parla! Dio aiutaci tu!

  78. Io ha detto:

    …può capitare qualsiasi cosa in qualsiasi parte del mondo…credo che non si debbano creare allarmismi vari dopo la situazione generale italiana..anzi mondiale…vedi sito dell’ INGV…dopo tutto i terremoti che ci sono stati nel mese di agosto in italia la campania è stata la meno colpita anzi zero..tra calabria puglia sicilia emilia…
    Poi non voglio mettere in dubbio l’attendibilità di questo sito…ma è l’unico che ne parla…

  79. Nunzia ha detto:

    Come tutti quelli ke abitano nelle vicinanze del Vesuvio , anke io ho paura. Diciamo ke nn ci penso mai, ma quando si tocca l’argomento spero sempre ke il nostro bel Vesuvio, simbolo di Napoli e diciamo anke orgoglio dei napoletani, continui a dormire!!!!

  80. marco ha detto:

    andate via da li..è troppo pericoloso..

  81. Mira ha detto:

    Qst vesuvio mi ha sempre fatto paura, io abito a somma e diviamo ke noi avremmo il monte a proteggergi “almeno così vogliono farci credere”, ma se dovesse svegliaarsi nn basterà una montagna a salvarci se nn per la lava ma quanto il gas ke ci ammazzerà tutti. Il mio bambino ke ha 6 anni mi kiede sempre del vesuvio e piccolo vuole essere rassicurato ke nn scoppi, io cerco di tranquillizzarlo ma nel mio cuore ho + paura di lui e dentro di me penso ke un giorno accadrà e spero solo ke quel giorno staremo tutti insieme perkè sarebbe tremendo vivere quei momenti lontano dai miei figli e da mio marito. Io spero ke ki di dovere ci sappia avvertire molto tempo prima hanno organizzato dei piani di evaquazione ma come al solito i cittadini l’anno presa alla leggera hanno creduto di andare a fare una scampagnata e quindi al momento dell’eruzione nn oso immaginare…..Ti prego continua a dormire altrimenti era meglio ke stavi sempre in eruzione come l’etna almeno i rischi erano minori…Dio aiutaci tu !

  82. maria ha detto:

    di quanto tempo fa e questo articolo e xke se ne parla ora ? moriremo in massa? nessuno dice la vertà. ke amarezza

  83. maria ha detto:

    cara mira nessuno ci dirà mai nulla.nn anno pietà di nessuno nn ci anna mai fatto fare un esercitazione kome si dovrebbe ,nn siamo in possesso di maschere antiga. nn abbiamo mulla.nn voglio farti paura anke se ankio ne ho tanta,ma purtoppo e la realtà ke ci aspetta se non x primi noi prendiamo sul serio questa cosa e cambiamo città penso ke sia meglio la fame , ke la morte scusami ma e la mia opinione

  84. francesco ha detto:

    a tutto questo pericolo che esiste pero’ a dire una cosa che i pigioni a torre sono nelle stelle non vi sembra ridicolo?

  85. alan ha detto:

    Le autorita’ dovrebbero cominciare a fare i fatti piuttosto che fare come gli struzzi, il pericolo, come si evince da questo articolo, e’ reale…

  86. diego ha detto:

    Buon giorno,come puo essere che questo e l unico articolo su internet e media che parla di questo argomento,una notizia cosi’ importante dovrebbe essere sulle prime pagine.. ci avviseranno quando faremo la fine di pompei…

  87. ciro ha detto:

    è vero potrebbe eruttare , scoppiare da un momento all’ altro, ma io mi domando kome mai è uscito questo artikolo kosi improvviso???io abito a torre del greco sulla strada che porta al vesuvio diciamo che a piedi ci vogliono 10 minuti per arrivarci e figuratevi con la makkina, che dovrei dire ???non ci penso troppo e vado avanti, forse sara il nostro destino se scoppiera…..

  88. veronoca ha detto:

    è semplice non ci dicono niente perchè anche loro non lo sanno,per quanto abbiano sistemi avanzati la natura non la controlla nessuno e seppure ci sarà qualche movimento sospetto di sicuro non ci diranno niente perchè il business è troppo ci sarebbe un caos, ci sarebbe sciacallaggio e non tutti sarebbero convinti di andarsene.in conclusione credo che faremo la morte dei topi,ma io ho paura per i miei figli e per tutti gli altri bambini ma non ci possiamo fare niente.sarò stupida ma speriamo che il sangue di san gennero si scioglie….

  89. raffy ha detto:

    stìamo attenti ad dare queste notizie se queste non vengono annunciate dagli organi competenti perche notizie infondate provocano solo allarmismo nella popolazione che vivono alle falde del vesuvio.

  90. rosanna ha detto:

    non ci credo ,che ci siano dele scosse e normale e attivo ma che la cattiveria sia tanta e far marire centinaia di persone peggio dei topi no ci credo che no si faccia niente sara la solita burla

  91. Gianni Comoretto ha detto:

    In breve:
    – spero anch’io che non erutti ora. Spero anche che non mi venga un tumore, ma intanto non fumo, così forse spero un pochino più a ragion veduta. Spero di non fare un incidente stradale, ma non vado in giro a fari spenti nella nebbia. Eccetera.
    – non sappiamo quando erutterà. Sappiamo solo CHE ERUTTERÀ. Tra 1, 10, 100, 500 anni, chissà. Le autorità ne sanno quanto i geologi, cioè troppo poco.
    – Non ci sono piani di evacuazione sensati, perché senza un preavviso lungo (che non è detto ci sarà) è materialmente impossibile. I piani di emergenza parlano di non ostacolare la fuga ad EVENTUALI superstiti.
    – Sarebbe ora di un po’ di allarmismo per chi vive nelle pendici del Vesuvio. Allarmismo sensato, non l’allarmismo becero di profetizzare catastrofi imminenti, che poi domani non succede niente e si torna come prima, ma coscienza che semplicemente lì non dovrebbe viverci nessuno.

  92. Converse ha detto:

    ma le scosse nei campi di oggi possono essere collegate a questi sciami sul vesuvio?

    http://www.megamodo.com/2012138991-sciame-sismico-nei-campi-flegrei-un-po-di-paura-ma-nessun-danno/

  93. doctorWho ha detto:

    No, nessuna correlazione, sono due apparati vulcanici diversi, genesi diversa, età diverse, tutto diverso 😉

  94. francesco ha detto:

    nn vi preoccupate sono scosse di normale amministrazione. nell’anno 1994 e nel 2000/01 ce ne sono state di peggio, adesso come nn mai e monitorato 24 su 24 quindi state tranquilli…..

  95. franco losco ha detto:

    teniamoci pronti a tutto !! occhi e orecchie aperte !!

  96. Wendy ha detto:

    @Converse, no, quelle sono legate all’azione della Solfatara, non del Vesuvio.

    @doctorWho, tanta stima per il nick *_*

  97. rita ha detto:

    …………..io nel 2000 x 1 parola ke disse 1 persona ..ma molto molto efferata sul vesuvio..ke si diceva ke c’erano state scosse e ke c’era pericolo ecc ecc..andai via da boscoreale………e avevo paura di tornare…mi ammalai ebbi 1 attakko d’ansia e stetti 6 anni male nn volevo pi restare a casa..e nn vi dico altro……….adesso ke dovremmo fare tutti?????????? o’ gigante sei il piu amato……e noi ti amiamo…amaci sempre anke tu………..

  98. katia ha detto:

    non è una bufala…..una mia amica già da giorni sta pubblicando su fb che sente la terra tremare sempre più, ma la cosa che più la preoccupa sono i boati che provengono dalle profonidità sempre più forti….lei abita sulla solfatara!!!!

  99. marilù ha detto:

    ma della solfatara ne ha parlato anche ieri il tg2…ma il vesuvio non era in questione…

  100. Rossella ha detto:

    Che il Signore ci benedica, per intercessione di San Gennaro, ci protegga da una morte inevitabile.

  101. teresa vassallo ha detto:

    si e’ sempre saputo che il vesuvio e’ un vulcano attivo che prima o poi esplodera’, perche’ hanno permesso le costruzioni delle case proprio sotto le pendici del vesuvio? adesso e’ inutile allarmarsi bisogna , al momento, solo scappare

  102. fulvio ha detto:

    Invero non lo hanno permesso…sono abbusive.
    Forse, come i campani del 79 d.C. ignorano che sia un vulcano di tipo esplosivo.

  103. Logan ha detto:

    La cosa peggiore è che il Vesuvio sottoterra ha una falda acquifera che è collegata direttamente alle isole Eolie quindi, provate ad immaginare un pò cosa potrebbe succedere qualora dovesse esplodere il Vesuvio.
    1 – Esplosione del Vulcano e possibile terremoto nel territorio.
    2 – Scossa della falda che potrebbe portare all’eruzione di
    vulcani attivi come quello di Stromboli e Vulcano stesso.
    3 – Altra spostamento della crosta terreste (ossia canale marino
    tra isole Eolie e Vesuvio) e questo porta un terribile Tsunami.
    4 – Isole Eolie faranno la fine di Atlantide e una parte della Campania sprofonderà sott’acqua.

  104. MARIAROSARIA ha detto:

    SCUSATE MA SI SPERA CHE AVVISINO PRIMA DI TUTTO CIò ,CHE DIANO LA POSSIBILITà DI SCAPPARE E POI DOVE BISOGNA SCAPPARE?…CREDO CHE FORSE ANCHE IL TG DI TANTO IN TANTO DOVREBBE INFORMARCI INVECE NN SE NE PARLA MAI ,SIAMO COMPLETAMENTE ALL’OSCURO DI INFORMAZIONI MA MI CHIEDO IL XCHè?

  105. roderto ha detto:

    @Logan
    sei ottimista! stiamo messi male

  106. Sasà ha detto:

    Con questa informazione strumentalizzata speriamo che qualche pazzo (come il tipo che ha scritto l’articolo) abbia il coraggio e la fortuna di poterci avvisare. Non siamo stupidi, avete rotto il cazzo con questo “allarmare”, voi fateci sapere le cose, non abbiamo paura, abbiamo un cervello anche noi, faremo le nostre scelte

  107. Pasqualino ha detto:

    Scusate ma che era del tipo più pericoloso lo spiegano i professori di scienze al secondo anno di superiori, cmq a parte ciò se pensate che questi signori che da un paio di anni a questa parte urlano al lupo al lupo ci diano informazioni e/o ci avvisino che il nostro amato vulcano si stia svegliando scordatevelo.
    La notizia di un simile evento scatenerebbe il panico assoluto tra la popolazione, fuggi fuggi generale, saccheggi e chi più ne ha più ne metta.
    Spero solo che quel giorno, se ci sarò, di avere la forza di aiutare chi ne avrà bisogno.

  108. Sara ha detto:

    Ma che caz** dite!! Speriamo non sia vero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi