Poco dopo le 7.00 di stamattina gli abitanti di Pozzuoli hanno avuto un brusco risveglio che li ha riportati con la memoria all’inizio degli anni ’80 quando una crisi bradisismica e sismica mise in ginocchio tutta l’area costringendo buona parte della popolazione ad evacuare nella vicina zona di Monterusciello. Uno sciamo sismico di numerosi piccoli terremoti (un centinaio) localizzati tra il golfo di Pozzuoli e l’area dell’Olivetti, il terrazzo marino della Starza, con ipocentri variabili tra 1km e 3.5km. I terremoti seppur di energia ridotta sono stati nettamente avvertiti dagli abitanti della zona stante la profondità superficiale degli ipocentri, qualcuno è sceso anche in strada ma non c’è stato alcun danno.
Campi Flegrei Sisma
La paura più grande è che si tratti dell’inizio di una nuova crisi sismica o bradisismica, tuttavia la zona interessata da questi ultimi terremoti non è quella “solita”. I terremoti legati alla crisi degli anni ’80 furono infatti quasi tutti localizzati nell’area tra il vulcano della Solfatara e la vicina zona dei Pisciarelli.

Questi epicentri quindi risultano un pochino anomali per essere giustificati con una ripresa dell’attività di sollevamento del suolo ma lasciamo agli esperti ed agli studiosi che monitorano la zona eventuali dichiarazioni di sorta, per il momento ci limitiamo ad evidenziare i fatti. L’ultimo sciame risale al Febbraio del 2011 con 42 eventi in un’ora circa. Gli eventi di stamattina sembrerebbero essersi fermati poco dopo le 10.00 am.