La supersportiva Yamaha YZF-R3 debutta al Mugello

MotoriYamaha

La nuova supersportiva Yamaha YZF-R3 ha debuttato sul celebre e impegnativo circuito del Mugello. A guidarla nel tempio della velocità toscano, con il supporto di AG Motorsport Italia, è stato il pilota iberico Pedro Javier Castagno Illàn. Il nuovo bicilindrico fronte marcia da 321cm3 (con potenza massima di 42cv a 10.750 giri/min) rappresenta il naturale “passo avanti” per chi proviene da una 125cc e si proietta verso cilindrate più potenti, e va a completare la ricca gamma Yamaha R-Series che oggi parte dalla YZF-R125 e termina con la nuova e rivoluzionaria YZF-R1, passando dall’eterna e sempre vincente YZF-R6.

Supersportiva leggera con un look di tendenza, la YZF-R3 è l’ideale per le nuove generazioni di piloti che cercano un design di riferimento abbinato a prestazioni adrenaliniche ed a un ottimo rapporto qualità-prezzo: per andare in strada ed anche in pista. E proprio al Mugello,, malgrado fosse ancora in uno stato embrionale lato Racing, ha dimostrato un grande feeling mettendo a nudo tutte le proprie caratteristiche da sportiva, in attesa del debutto ufficiale del prossimo ottobre nel CIV.

Ancora in fase di allestimento, la R3 adotta già un ammortizzatore posteriore racing, modulo aggiuntivo, scarico racing, pedane racing, paratelaio, leve freno e frizione ed alcuni particolari relativi alla trasmissione. Nonostante la carena ancora di serie, l’ABS, l’impianto luci e altri particolari, i dati della prova sono stati molto incoraggianti e l’aspettativa per la conclusione dei lavori di sviluppo si prospetta elevata per un esordio della R3 nel mondo Racing. La R3 presenta già di base caratteristiche molto interessanti, come il moderno motore bicilindrico dotato di offset nel posizionamento dei leggerissimi cilindri DiAsil che eroga già di serie ben 42CV. Molto interessanti anche diverse caratteristiche della ciclistica, come i soli 169kg in ordine di marcia, sempre della moto di serie, ottimamente distribuiti con il 50% all’anteriore e 50% al posteriore.

Pedro Javier Castagno Illàn: la giornata è stata molto positiva. La YZF-R3 è sicuramente molto stabile in curva, facile da guidare, agile e comoda e sono rimasto soddisfatto sia dalle sospensioni che dal telaio nei quattro turni in pista. Ho affrontato il turno iniziale senza troppe modifiche, per capire al meglio quali fossero i primi accorgimenti da apportare al setting: la R3 ha risposto subito bene in curva, muovendosi però un po’ troppo sul rettilineo una volta in carena e aumentando la velocità. Nella seconda sessione sono subito state apportate alcune modifiche alle sospensioni per migliorare la velocità della moto in curva e aumentare la stabilità. Ho iniziato a spingere di più in frenata, anticipando la piega e rilasciando i freni prima per poi accelerare nuovamente. In questo modo la R3 mi ha seguito nettamente meglio. Nella terza sessione abbiamo continuato il lavoro sulla sospensione posteriore per migliorare ulteriormente il movimento della ruota. Per tutto il turno ho costantemente aumentato la velocità rispetto alle sessioni precedenti cercando di entrare più forte tra i cordoli. Giro dopo giro la moto mi ha seguito sempre di più e l’unico limite è stato dato dalle pedane che, ancora in posizione originale, a causa degli elevatissimi angoli di piega possibili con questa moto toccavano l’asfalto in curva non consentendomi di ottenere la giusta scorrevolezza. Nell’ultima sessione non ho potuto forzare troppo per via dell’alta temperatura della pista e di un leggero traffico, ma tuttavia ho potuto confermare le ottime impressioni avute precedentemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi