“Artquake – L’arte salvata”, in onda domani su Sky Arte HD!

SkySocietà

La volontà di ricostruire per affermare che la forza dell’essere umano è superiore a quella della potenza distruttrice della natura (C. Strinati)

In Italia convivono da sempre due peculiarità: un patrimonio artistico inestimabile e un elevato rischio sismico. Sky Arte HD trasmette l’esclusivo documentario Artquake – L’Arte Salvata proprio domani alle 21:15, in occasione del 20° anniversario del terremoto che colpì Umbria e Marche provocando il crollo della volta della Basilica di San Francesco ad Assisi, oggi un potente esempio di rinascita del patrimonio artistico culturale dopo un sisma.

MOD_ARTQUAKE_LAQUILA_5

Ogni quattro anni in media un disastro sismico colpisce l’Italia. Volgendo lo sguardo al recente passato, il sisma nel centro Italia del 2016 ha danneggiato il 77% del patrimonio artistico della zona. “La calamità naturale viene avvertita come segno imperscrutabile di un destino che va a cancellare proprio ciò che doveva restare, da qui la volontà di ricostruire, di rifare, per affermare che la forza dell’essere umano è superiore a quella della potenza distruttrice della natura”, commenta il critico d’arte Claudio Strinati, intervistato nel documentario insieme ad altri esperti, tra cui la sismologa storica Emanuela Guidoboni, la restauratrice Oriana Sartiani che parla di ferite inferte alle opere d’arte., i Carabinieri del reparto speciale dedicato alla tutela del patrimonio culturale che dal 24 agosto 2016 hanno recuperato 18.900 opere dalle zone terremotate del centro Italia.

“ArtQuake –L’arte salvata” descrive i modi in cui comunità e istituzioni hanno affrontato concretamente le conseguenze del terremoto, descrivendo le tipologie di danno subìte dal patrimonio artistico in diversi momenti storici e località e mettendo a fuoco le opere create ex novo, nate dalla rielaborazione espressiva di un vissuto traumatico.

MOD_ARTQUAKE_LAQUILA_7

Un viaggio tra le zone più colpite d’Italia che prova a spiegare il ruolo dell’arte nel processo di elaborazione e di recupero che segue un terremoto, dal restauro degli affreschi di Giotto e Cimabue nella Basilica superiore di Assisi, fino a Gibellina, passando per il Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Abruzzo e l’Irpinia.

Le telecamere di Sky Arte sono entrate per la prima volta in esclusiva nel bunker di Spoleto, luogo dove sono custodite le opere d’arte «sopravvissute» al terremoto dopo la loro messa in sicurezza. ArtQuake è un racconto di come, dietro l’immane tragedia del terremoto, spesso si nasconda l’opportunità di ripensare e ripensarsi, di creare, attraverso l’arte, nuovi scenari e soluzioni innovative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi