Gran Turismo Sport – RECENSIONE

GiochiSony PlayStation

Abbiamo testato a fondo Gran Turismo Sport, ultimo capitolo della saga targata Polyphony Digital e sviluppata da Kazunori Yamauchi, e primo esponente della serie ad esordire su PlayStation 4!

Iniziamo questa recensione sottolineando un aspetto che forse non molti ricorderanno: qualche anno fa, quando lo sviluppo di Gran Turismo Sport era ancora agli inizi, il producer Yamauchi dichiarò che “Sport” sarebbe stato un capitolo intermedio della serie, non Gran Turismo 7 (ed infatti, non vi è numero sette che compare in copertina). Lo specifichiamo per far bene interpretare il voto finale che abbiamo assegnato al gioco, che sicuramente sarete già corsi a leggere in fondo all’articolo: non essendo un capitolo della serie “principale”, il giudizio su contenuti offerti deve per forza tenere conto di questo aspetto. Detto questo, si parte!

Gran Turismo Sport offre un totale di 38 circuiti, molti dei quali sono varianti degli stessi tracciati. Oltre 160 le auto offerte, dalla Ferrari alla INFINITI, passando per Ford, Volkswagen, Audi e via discorrendo. Quando la lista dei tracciati è stata svelata, in molti si sono lamentati dell’assenza di circuiti storici della serie, quali Grand Valley Speedway e Trial Mountain. A questo proposito, Yamauchi ha da qualche ora ufficialmente dichiarato che nuove auto e nuovi tracciati saranno in futuro rilasciati tramite DLC (si spera, non a pagamento…). L’offerta di bolidi e piste non fa quindi gridare al miracolo, ma la questione appena menzionata dei DLC ed il nostro invito a ricordare quanto detto in apertura di recensione, dovrebbero rasserenarvi. Almeno in parte.

Quattro le Modalità di gioco offerte: “Arcade Mode”, dove sarà possibile sfidare la CPU in 3 diversi livelli di difficoltà, affrontare le prove a tempo e creare gare con regole personalizzate. “Campagna”, dove sono racchiuse le prove per le patenti (Accademia di guida), le sfide per imparare le migliori tecniche di guida e sessioni per aumentare l’esperienza in ogni circuito. “Lobby”, per accedere, o creare, sessioni di gara online contro amici o perfetti sconosciuti, con regole personalizzabili ed infine, la Modalità che da il nome al nuovo capitolo di Gran Turismo: “Sport”.

La Modalità Sport del nuovo capitolo della serie realizzata da Polyphony Digital sostituisce la leggendaria “Gran Turismo”, che altro non era che la Carriera. La Modalità Sport è interamente basata su gare da correre online, dove un preciso calendario detta i tempi tra le varie competizioni. Al contrario di quanto accaduto fino a ieri nella serie, in GT Sport non vi sono componenti d’auto da acquistare al fine di aumentare la potenza dei nostri bolidi: le auto possono essere regolate a piacimento (se al momento dell’acquisto posseggono già i requisiti necessari per essere modificate) ma non vi è CPU da battere, soltanto avversari online da affrontare (ed in vostro soccorso troverete una comoda opzione per livellare le prestazioni in gara). Ripetiamo, questo è Gran Turismo Sport, non Gran Turismo 7: in un certo senso, non vi era alcun “obbligo” per Kazunori Yamauchi ed il suo team di introdurre una Modalità Carriera offline. “Sport” è fortemente incentrato sulle competizioni online e le gare da noi disputate sono filate via lisce come l’olio, non fosse per i soliti giocatori scorretti che vivono di esclusivamente di metodi meschini e manovre vergognose pur di arrivare per primi al traguardo (e per i quali, speriamo, Polyphony metta a punto un sistema di penalità davvero molto severo). Sarebbe davvero un peccato rovinare tale modalità, così fortemente incentrata sulla sana competizione online, con tanto di licenza ufficiale della FIA – Federation Internationale de l’Automobile.

Il classico feeling da Gran Turismo trasuda invece ovunque, dai menù, eleganti e comodi da utilizzare alla raffinatissima colonna sonora. Acquistare un’auto non si può riassumere in una semplice pressione di un comando, ma in un meraviglioso viaggio tra la storia delle automobili e dei costruttori che quella storia l’hanno scritta, appunto. I fantastici modelli poligonali delle auto, splendidamente riprodotti in ogni minimo dettaglio, abbagliano gli amanti delle quattro ruote, storditi da informazioni di ogni tipo, grazie ad un Museo dedicato e canali video a tema. Rischierete di fare l’alba anche solo per questo. L’Editor delle livree vi permetterà inoltre di dare un tocco unico alle auto appena acquistate. Quando la scelta del bolide da acquistare sarà compiuta, sarà il tempo di dedicarsi alla modalità Panorami, che permette di realizzare meravigliose fotografie regolando accuratamente decine e decine di parametri, filtri, impostazioni, al fine di realizzare lo scatto perfetto. Una vera meraviglia per gli occhi, così come quando si tratta di scendere in pista.

Gran Turismo Sport è una vera meraviglia per gli occhi: vanta il pieno supporto a PlayStation 4 Pro, vale a dire risoluzione 4K, fluidità del motore grafico inchiodata a 60fps ed una meravigliosa gestione dell’HDR. A questo, aggiungete anche il supporto a PlayStation VR, il visore per la Realtà Aumentata di Sony. Anche su una PlayStation 4 “normale”, Gran Turismo Sport è decisamente… “speciale”! La giocabilità offerta dal titolo di Yamauchi rispetta in pieno lo slogan “Driving is for everyone” (“Guidare è per tutti”): non siamo di fronte ad una simulazione particolarmente aggressiva, ma tutti coloro che hanno amato la serie fino ad oggi non avranno alcuna difficoltà ad amare un sistema di guida intuitivo ma profondo, discretamente semplice per chi non ha molto tempo da dedicare ai videogames, incredibilmente curato per chi vuole dominare ogni chicane ed abbattere ogni record, sia impugnando tra le mani un controller che stringendo uno dei volanti compatibili.

Gran Turismo Sport rappresenta senza dubbio un grande debutto per la serie su PlayStation 4. La mancanza della modalità “Gran Turismo” a favore della nuova “Sport”, incentrata fortemente alle competizioni online, deve essere giustificata, a nostro avviso: è una scelta chiara a decisa del team di sviluppo, che non vi sta offrendo “Gran Turismo 7”, ma “Gran Turismo Sport”, appunto. Tutt’altra storia. Altro gioco. Altri tempi. Ma il risultato, quello non cambia mai!

VOTO FINALE: 9 / 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi