Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds – Recensione

GiochiSony PlayStation

Aloy è chiamata a tornare in azione in Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, attraverso le gelide montagne settentrionali, tra i ghiacciati territori di confine della Tribù Banuk, per indagare su inedite e letali Macchine, mai viste prima d’ora. Nuovi alleati, nuove capacità ed un segreto da svelare per salvare il futuro dell’umanità vi attendono!

Dalla durata complessiva di circa 6 ore (escludendo le missioni secondarie), Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds espande l’Open World Action RPG sviluppato da Guerrilla Games in esclusiva su PlayStation 4 e PlayStation 4 Pro. Abbiamo provato la nuova espansione grazie ad una copia review che ci è stata gentilmente fornita da Sony Interactive Entertainment Europe, con possibilità di iniziare una nuova partita con la protagonista al Livello 30 di esperienza. In ogni caso, le nuove missioni possono essere avviate anche da una partita già esistente, a patto di aver superato la missione “Una Cercatrice alle Porte”.

Il nuovo, gelido territorio che saremo chiamati ad attraversare, è conosciuto come “Lo Squarcio”, terra di Tribù Banuk. La nuova area, disseminata strategicamente di nuove missioni ed attività da svolgere, occupa circa un settimo del mondo di gioco complessivo, e può essere raggiunta senza che alcuna schermata di caricamento possa infastidirvi in alcun modo. Oltre alle nuove missioni, che vi permetteranno di progredire nella trama, fino al suo completamento, in Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds troveremo nuove sfide di caccia, un nuovo campo di banditi da ripulire e quattro nuove creature: tre di esse sono macchine che non sono mai comparse prima nel gioco (anche se, a livello di gameplay, non offrono nulla di nuovo). La quarta è rappresentata da una nuovo Collolungo (l’equivalente del brachiosauro in Jurassic Park), scalato il quale, come nel gioco base, si avrà la possibilità di “illuminare” tutta l’area di gioco. La nuova area di caccia presenta una novità, rispetto a quanto già visto: le macchine sono in un certo senso “protette” da potenti torri di controllo, disattivate le quali, si potrà procedere ad abbattere le pericolose Macchine vaganti.

Affrontare nuove Macchine richiede nuove armi, e i ragazzi di Guerrilla Games non si sono certo fatti pregare, ma non vogliamo rovinarvi la sorpresa. Vi basti sapere che sono state introdotte delle missioni pensate appositamente per potenziarle. Equipaggiamento e munizioni possono, ora, essere acquistati tramite una nuova valuta, che può essere raccolta esattamente come i Frammenti di Metallo (quindi, su Macchine e nemici umani abbattuti). Aloy può ora raggiungere il livello massimo di esperienza pari a 60, con due inediti set di Abilità, che vanno ad aggiungersi a quelle già numerose presenti nel gioco base: ad esempio, la nostra eroina potrà ora raccogliere le risorse a terra senza per questo dover scendere obbligatoriamente dalla cavalcatura utilizzata in quel momento.

Abbiamo trovato la trama di Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds appassionante esattamente come quella narrata nel corso dell’avventura principale. Ed esattamente come nel gioco base, anche qui l’unica nota dolente è rappresentata dalla qualità altalenante del doppiaggio e, soprattutto, dalla poco espressività degli NPC (i personaggi con i quali interagire nel corso della storia). Le nuove armi, i nuovi equipaggiamenti e le abilità da sbloccare introdotte non stravolgono il comparto gameplay, e non vi era alcuna necessità di farlo. Resta forte l’emozione di affrontare enormi e pericolose Macchine metalliche in giro per gli sconfinati (e fantastici) scenari del mondo di gioco plasmato dai ragazzi di Guerrilla Games. Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds rappresenta una fantastica “scusa” per tornare a vestire i panni di Aloy, ad un prezzo che, tra l’altro, troviamo davvero giusto (appena 19,99 euro). Ed ora, imbracciate il vostro arco preferito e preparatevi ad immergervi nel mondo post-apocalittico di Horizon, un’avventura che non dimenticherete, ve lo garantiamo!

VOTO: 8 / 10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi