Opel, Astra continua l’offensiva in vista di Euro 6D-TEMP

MotoriOpel

Opel continua la propria offensiva, in vista della norma Euro 6d-TEMP, con Astra. Tutti i motori diesel e benzina della compatta che sta registrando un grande successo passeranno alla rigorosa norma in materia di emissioni.

Si inizia con il motore turbodiesel 1.6 di Astra 5 parte da 100 100 kW/136 CV e 320 Nm di coppia dotato di sistema di Riduzione Catalitica Selettiva (SCR) per ridurre ulteriormente le emissioni di ossido di azoto. Astra con la tecnologia SCR conforme allo standard Euro 6d-TEMP non sarà perciò soggetta ai potenziali divieti di accesso ai centri cittadini imposti ai veicoli diesel. Il processo SCR prevede l’iniezione della soluzione AdBlue nel flusso dei gas di scarico. La soluzione si decompone in ammoniaca, che viene depositata nel substrato del catalizzatore. Quando gli ossidi di azoto (NOx) presenti nei gas di scarico entrano nel catalizzatore, l’ammoniaca reagisce con essi trasformandoli selettivamente in azoto e vapore acqueo, due sostanze innocue.

Tra i modelli più venduti dell’intera gamma Opel, Astra è stata votata “Auto dell’Anno” per l’Europa nel 2016. Oltre a montare una lunga serie di sistemi di assistenza alla guida, Astra è la prima vettura del segmento disponibile con i fari anteriori full LED matrix.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare