Volkswagen Polo GTI e up! GTI, prova su strada

MotoriTestVolkswagen

L’affascinante Costiera Amalfitana è stato il palcoscenico ideale per scoprire la famiglia “allargata” di Volkswagen GTI. La Casa tedesca, infatti ha lanciato due novità con il logo GTi: la piccola up! e la nuova generazione di Volkswagen Polo.

I dati significativi della nuova up! GTI sono simili a quelli di una Golf GTI prima serie, catapultata nell’era moderna. Peso: 1.070 kg (considerando un quantitativo decisamente più elevato di airbag, centraline e acciai ad alta resistenza). Velocità massima: 196 km/h.0-100 km/h: 8,8 secondi. Colori: le vernici standard pure white, rosso tornado, argento tungsten e nero perla sono ancora una volta di stampo classico e tipicamente GTI.

Nel frontale risalta la classica linea rossa nella calandra che accoglie anche il logo GTI. Un altro tratto distintivo comune a tutte le GTI dei giorni nostri è rappresentato dalla finitura in nero opaco con motivo a nido d’ape della calandra stessa. Oltre a questo, la up! GTI segue un percorso stilistico a sé stante: per esempio, il caratteristico elemento trasversale nel paraurti ora verniciato in nero lucido, mentre a destra e a sinistra trovano posto i fendinebbia arrotondati con luci di svolta integrate. I cerchi in lega leggera da 17 pollici, montati di serie sfoggiano un design inedito e portano il nome del leggendario circuito di Brands Hatch.

All’interno, un altro “must” comune a tutte le GTI è rappresentato dal padiglione e dai rivestimenti dei montanti di colore nero all’insegna della sportività. Di particolare pregio, infine, l’illuminazione ambiente di colore rosso. Sotto il cofano, il 3 cilindri a benzina, turbocompresso da 115 CV. Una bella coppia massima di 200 Nm, abbinata all’assetto sportivo (ribassato di 15 mm rispetto alla versione standard) e al peso, assicura prestazioni davvero interessanti.

Dalla up! alla Polo GTI, un’altra pietra miliare nella lunga storia delle GTI. Esteticamente stilemi GTI degli esterni comprendono, oltre al paraurti originale con spoiler integrato e fendinebbia di serie, anche la linea rossa al centro della calandra. I fari con tecnologia LED (a richiesta) sono impreziositi da un’aletta rossa, dettaglio esclusivo per la Polo GTI, che riprende lo stile della linea dello stesso colore presente sulla calandra. Non potevano mancare logo GTI e prese d’aria nella classica struttura a nido d’ape, ricavate nella calandra e nel paraurti.

Gli elementi caratteristici GTI spiccano anche nell’abitacolo. Un highlight per eccellenza di ogni GTI che si rispetti è l’abitacolo allestito in modo specifico. E la nuova Polo GTI non fa eccezione. Nero, rosso, grigio ed elementi cromati sono protagonisti indiscussi a livello estetico. Tutto ciò che non è rosso, grigio o cromato, è sempre nero (Titanschwarz). Anche montanti e padiglione sono, pertanto, neri. Belle le cuciture in contrasto rosse, del volante multifunzione sportivo rivestito in pelle (di serie), della leva del cambio, dei tappetini e delle superfici esterne dei sedili.

La Volkswagen adotta per la Polo GTI il sistema di infotainment di ultima generazione, dotato di un display da 8 pollici. Nel caso specifico della Polo GTI si tratta di Composition Media (sistema radio e di infotainment da 8 pollici con lettore CD) previsto di serie e Discover Media (sistema di radio-navigazione e di infotainment da 8,0 pollici con lettore CD) optional. La nuova Polo GTI collega in rete guidatore e passeggeri in modo innovativo e semplice come non mai. Tutti gli occupanti della Polo sono “always on”, sempre online ogni volta che lo desiderano.

La nuova Polo GTI monta un motore benzina a iniezione diretta 2.0 con potenza di 200 CV, ovvero +8 CV rispetto al TSI 1.8 del modello precedente (192 CV). Analogamente alla Golf GTI, anche la Polo entra così per la prima volta nella fascia delle vetture equipaggiate con motori turbo 2.0. Forte di 1.984 cm3 di cilindrata e un rapporto di compressione 11,65:1, il motore GTI mette a disposizione la sua potenza massima in un range di regimi compreso fra 4.400 e 6.000 giri.

Capitolo prezzi: per la Up! GTI ci vogliono 17.400 euro per la 3 porte e altri 500 per la 5 porte. 25.650 sono, invece, gli euro necessari per la sorella maggiore Polo GTI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Come prescritto dai decreti legislativi 69/2012 e 70/2012 e dal comma 2 dell’art. 122 del Codice della Privacy, ovvero il recepimento italiano della cosiddetta Legge Europea 'Cookie Law', in questa pagina si spiegano le modalità con le quali questo sito utilizza i cookies.
Per ogni informazione sui cookies e il loro funzionamento si veda: www.allaboutcookies.org

Questo sito utilizza alcuni cookies per il funzionamento del sito stesso (cookies del tipo cosiddetto 'tecnico') e per migliorare la navigazione.
Noi non raccogliamo alcuna informazione personale con questo tipo di funzionalità e l'utilizzo dei cookies in questi casi è semplicemente necessario per il funzionamento del sito stesso.
Qualora non si sia d'accordo con l'utlizzo di questi cookies vi invitiamo a lasciare la navigazione su questo sito. Viceversa, il proseguimento della navigazione sul nostro sito è considerata alla stregua di un assenso. In alternativa, per limitare il ricevimento di cookie tramite il browser visita i seguenti siti per comprendere come impedire al tuo dispositivo di ricevere i cookie (a seconda del browser che adoperi): FirefoxInternet ExplorerGoogle Chrome e Safari. Naturalmente, in questo secondo caso non garantiamo il corretto funzionamento di tutte le parti del sito.

Interazione con piattaforme esterne
Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione. Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network e/o piattaforma esterna. Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network e/o piattaforma esterna è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Chiudi