63% degli italiani aumenta attività sessuale durante la stagione estiva

AnticipazioniOrganon ItaliaSalute e Bellezza

Gli amori estivi sono mito o realtà? Gli italiani non hanno dubbi, secondo il 60% delle donne e il 66% degli uomini in estate aumenta sensibilmente l’attività sessuale e, con essa, il ricorso ai metodi contraccettivi (56% delle donne e 59% degli uomini). Questi sono alcuni dei dati più interessanti emersi dall’indagine sugli amori estivi realizzata a maggio 2005 da Demoskopea per Organon Italia, su un campione di 983 italiani (50% uomini e 50% donne), di età compresa tra i 18 e i 44 anni.

In generale gli italiani pensano che l’estate, con la bella stagione e le vacanze, porti un miglioramento dello stato d’animo e dei rapporti con gli altri. Il 68% degli intervistati ritiene infatti che d’estate si diventi più ottimisti e cresca la voglia di stringere nuove amicizie, e il 51% pensa addirittura che aumenti la voglia di fare l’amore. A conferma dei luoghi comuni, sono più gli uomini (57%) a sentire maggiormente il richiamo del sesso, in particolare quelli tra i 25 e i 34 anni, mentre le donne concordano solo per il 44%.

La ricerca ha inoltre cercato di indagare se questo aumento dell’attività sessuale sia vissuto con attenzione ricorrendo a una contraccezione consapevole. Più della metà degli intervistati (59%) è concorde nell’affermare che durante le vacanze aumenta anche l’utilizzo dei contraccettivi.

Ma chi decide se e quali contraccettivi utilizzare? La maggior parte degli uomini e delle donne intervistati ritiene che siano decisioni prese dalla coppia, (61% se ricorrere alla contraccezione e 51% quale metodo scegliere). Tuttavia per il 25% degli intervistati, la decisione di ricorrere alla contraccezione rimane ancora una prerogativa femminile, percentuale che aumenta fino al 32% quando si tratta di scegliere quale metodo utilizzare. Secondo i risultati della ricerca l’uomo sceglie in modo autonomo se e quale contraccettivo usare solo, rispettivamente, nel 4% e nel 6% dei casi. In generale il coinvolgimento più o meno attivo dell’uomo in questa scelta dipende per il 23% degli intervistati dal tipo di legame della coppia.

Uomini e donne concordano nell’indicare il preservativo (citato dal 59% degli intervistati) come il contraccettivo più adatto alla stagione estiva e al periodo delle vacanze, seguito dalla pillola (31%) e dall’anello (7%). In particolare nei giovani tra i 18 e i 24 anni il più popolare è il preservativo, mentre i nuovi metodi contraccettivi come l’anello, riscontrano successo nelle donne tra i 25 e i 34 anni, residenti nel nord ovest, single e con un buon livello di studi.

Qualunque sia il tipo di contraccettivo scelto, deve essere sicuro ed efficace (lo dichiara l’81% del campione), non deve interferire nei rapporti sessuali (54%), non deve avere effetti collaterali (50%) e deve essere discreto (47%).

“I ritmi di vita – spiega la Dottoressa Rosella Nappi, ginecologo dell’Università di Pavia – cambiano molto in questo periodo dell’anno, si viaggia, si fa più tardi, e diventa ancora più importante usare un contraccettivo efficace, sicuro, discreto. L’anello contraccettivo ad esempio è un metodo che ben si adatta alle esigenze estive, ed è ideale soprattutto quando i viaggi e il fuso orario influiscono e modificano le nostre abitudini, perché inserito una sola volta al mese, rilascia in modo graduale basse dosi di ormoni presentando vantaggi rispetto agli altri contraccettivi ormonali.”

Ma questo risveglio degli ormoni, trova poi una realizzazione o rimane un desiderio incompiuto? Secondo il 63% degli intervistati la propensione a nuovi rapporti e nuove conoscenze si concretizza in una maggiore attività sessuale.

L’incremento dei rapporti sessuali viene attribuito soprattutto alla maggiore possibilità di conoscere gente nuova durante le vacanze (34%), al maggior tempo libero (29%) e al fatto che in questo periodo dell’anno si è meno stressati (29%). Per gli uomini tra i 25 i 34 anni (16%) ha una certa influenza anche il fatto che ci si veste meno.

“L’estate, in particolar modo le vacanze, sono sinonimo di senso di libertà e relax – ha commentato la Dottoressa Rossella Nappi, ginecologo dell’Università di Pavia –. In questo periodo non siamo soggetti ai ritmi stressanti del lavoro, abbiamo più tempo libero e siamo quindi più disinibiti sia nei confronti degli altri che del partner. Cresce la voglia di fare nuovi incontri, di vivere la sessualità come un gioco, con maggior libertà, e quindi aumentano le occasioni di fare l’amore. Con il caldo anche il corpo è più esibito e viene percepito in modo diverso, più attraente e con meno inibizioni.”

hiddenCountTag: 1|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *