Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Tecnologia

AirSplit di Sanixair: la fotocatalisi a casa tua

La tecnologia della fotocatalisi, già testata e approvata dalla NASA per la sanificazione nelle missioni aerospaziali, da oggi è disponibile anche a casa con AirSplit di Sanixair, startup italiana ad alta innovazione tecnologica, impegnata da diversi anni con il suo reparto R&D per trovare una soluzione innovativa, efficace e permanente al problema della qualità dell’aria negli ambienti chiusi, dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, tra lavoro, vita privata e divertimento.

Dopo aver progettato e realizzato un sistema integrato adattabile a grandi spazi come l’industria, i centri commerciali, gli ospedali e le scuole, per rispondere all’esigenza di sanificazione che la pandemia ha trasformato in necessità universale, Sanixair ha creato AirSplit, un nuovo dispositivo autonomo di sanificazione indoor in continuo autoventilante, pensato per l’utente privato e spazi di dimensioni ridotte, mantenendo la stessa efficacia nel garantire un livello costante di aria microbiologicamente sicura.

In entrambi i casi, la tecnologia utilizzata da Sanixair è quella della PCO, meglio conosciuta come ossidazione fotocatalitica, che riproduce in continuo ciò che avviene in natura grazie all’azione combinata di raggi UV del sole e di metalli, che trasformano l’umidità relativa dell’aria in ioni ossidanti in grado di distruggere la maggior parte degli agenti inquinanti e tossici.

La stessa reazione fotochimica è riprodotta all’interno di AirSplit mediante una lampada UV-C e un catalizzatore con Biossido di Titanio (TiO₂). Grazie al sistema autoventilante, il perossido di idrogeno va in circolo all’interno dell’ambiente in forma di particelle sospese, che hanno un’azione sanificante sull’aria e anche sulle superfici, su cui lo stesso si deposita, abbattendo fino al 99,9% di batteri, virus, muffe, allergeni e odori.

Le analisi effettuate da laboratori accreditati dimostrano che Air Split sanifica in continuo ambienti con volume fino a 250 metri cubi e raggiunge una sanificazione ottimale in 1 sola ora. Si può dunque utilizzare a casa, in ufficio o altro ambiente ricreativo o di lavoro, in tutta serenità anche in presenza di persone e animali.

Il perossido di idrogeno è uno dei tre principi attivi consigliati anche dalle massime autorità sanitarie nazionali e mondiali per la disinfezione dei luoghi durante la pandemia da Covid-19. La concentrazione di ioni ossidanti prodotti dalla macchina rispetta rigorosamente i parametri di sicurezza (1 ppm OMS e Ministero della salute).

Simile a un piccolo elettrodomestico, semplice da installare ed esteticamente poco invasivo, non richiede la presenza di impianti aeraulici perché è dotato di un sistema di ventilazione proprio; lavora dunque in autonomia sull’aria degli spazi chiusi assicurando un ambiente costantemente sanificato.

Può essere installato a parete tramite un apposito kit di fissaggio incluso nella confezione ed è azionabile a distanza con un semplice telecomando. Il funzionamento può essere programmato in base alle diverse esigenze dell’utente, con un calendario settimanale che permette di stabilire per ogni singolo giorno l’esatto orario di avvio e spegnimento, come un normale temporizzatore.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Tecnologia

ASUS Republic of Gamers (ROG) annuncia la disponibilità in Italia degli auricolari gaming ROG Cetra II e delle cuffie bluetooth on-ear ROG Strix Go BT. Entrambi i dispositivi...

Società

Far viaggiare i treni ad una velocità quasi doppia rispetto a quella attuale, senza modificare le caratteristiche principali delle linee ferroviarie. È un miraggio?...

Tecnologia

Sarà un’estate a tempo di musica e, per mantenere il ritmo giusto, ecco cosa suggerisce JBL, brand specializzato nell’offrire agli utenti un suono di...

Tecnologia

Con l’incremento di video sempre più brevi negli ultimi 18 mesi, i giovani si sono sempre più rivolti al vlogging per registrare e condividere...