Alfa Romeo al 30° Motor Show di Bologna

Alfa RomeoMotori

Alfa Romeo al 30° Motor Show di Bologna. Uno stand nato all’insegna dell’innovazione tecnologica e dell’eleganza stilistica

Le vetture più potenti, la musica più coinvolgente e i giovani più dinamici: ecco gli ingredienti della più importante festa di motori in Italia qual è, per tradizione, il Motor Show di Bologna.

Un evento straordinario, quindi, per il quale Alfa Romeo ha realizzato uno stand secondo geometrie lineari, dove la sovrapposizione di piani e di volumi crea un effetto dinamico costituito da setti verticali che definiscono gli uffici, l’Alfa Café e le zone “lounge”. Insomma, una soluzione che segue una logica di raffinatezza stilistica ponendo così in risalto il car-design sinuoso e aerodinamico delle numerose vetture presenti: dalla nuova generazione di modelli Alfa Romeo, nati dal progetto “Alfa 159”, alle altre automobili di attuale produzione (Alfa GT, Crosswagon Q4, l’ammiraglia Alfa 166 e la compatta Alfa 147), tutte equipaggiate con motori Euro 4.
Una gamma davvero ampia ed articolata che bene esprime il connubio “sportività ed eleganza” secondo Alfa Romeo, frutto della tecnologia più sofisticata e di un patrimonio unico nel panorama mondiale. Ovviamente, tutti i riflettori sono puntati sull’Alfa Brera, l’affascinante vettura che, al suo esordio dinnanzi al grande pubblico, trasforma la tradizionale anima del coupè in quella più esaltante della “sportività assoluta”. E al suo fianco l’Alfa 159, la prestigiosa vettura che, da una parte, rende omaggio alla grande storia delle berline Alfa Romeo; dall’altra parte, rappresenta l’inizio di una nuova generazione di automobili della Casa italiana.
Alfa Brera e Alfa 159, quindi, sono le protagoniste assolute dello stand come dimostrano anche i due esemplari ospitati su due pedane rialzate e poste al centro di una rampa inclinata: l’insieme architettonico non fa che esaltare ancora di più le caratteristiche di sportività e di stile delle due vetture. Inoltre, sulla parete rossa dell’edificio Alfa si trovano alcuni sofisticati schermi a led che raccontano il mondo di Alfa Brera mentre, per la prima volta, è stata adottata una soluzione tecnologica innovativa per la presentazione interattiva di 159 e Brera: sono immagini che si sfogliano su lastre di vetro sospese nel vuoto, come nei film di fantascienza, per permettere ai visitatori di scoprire le caratteristiche di rilievo dei modelli con un gioco affascinante e coerente con lo spirito innovatore di Alfa Romeo.
Dunque, anche questa volta Alfa Romeo ha voluto presentarsi al Motor Show di Bologna con uno stand ricco di modelli nuovi e versioni speciali, ribadendo con forza la sua unicità nel panorama automobilistico mondiale fatta di vetture e progettisti, corse e motori che hanno segnato il progresso tecnologico e le vicende sportive del Novecento. Perché nel patrimonio del Marchio c’è tutto questo, insieme con il lavoro e l’orgoglio professionale delle migliaia di persone – tecnici, operai, dirigenti – che nel tempo si sono avvicendati nelle fabbriche, negli uffici e sui campi di gara. Qui si trovano le radici di quell’inimitabile personalità che sulle strade di ogni giorno ci fa immediatamente riconoscere un’automobile Alfa Romeo da tutte le altre che incrociamo. Anche per questo Alfa Romeo ha predisposto due aree esterne dove provare, da una parte, la tecnologia Q4 dell’Alfa Crosswagon su una pista 4×4; e dall’altra parte, apprezzare le qualità dinamiche della straordinaria Alfa Brera.

Alfa Brera: l’indiscussa regina dello stand si presenta al grande pubblico
Disegnato da Giorgetto Giugiaro in collaborazione con il Centro Stile Alfa Romeo, il nuovo coupè nasce da quella tradizione che ha dato vita ad automobili, che ora come allora, erano belle e piene di temperamento, magico equilibrio tra ragione e sentimento, tra cultura tecnica e creatività progettuale. Alla rassegna bolognese sono presenti due versioni alto di gamma entrambe dotate del tetto panoramico in cristallo con tendina elettrica (un contenuto esclusivo disponibile a richiesta). La prima è una versione Q4 equipaggiata con un propulsore 3.2 V6 JTS da 24 valvole, un gioiello dell’ingegneria motoristica che sviluppa una potenza di 191 kW (260 CV) a 6.200 giri/min, con una coppia massima di 322 Nm (32,8 kgm) a 4.500 giri/min. Ottime performance anche per la seconda Alfa Brera con un 2.2 JTS che sviluppa una potenza massima di 136 kW (185 CV) a 6.500 giri/min e una coppia di 230 Nm (23,4 kgm) a 4.500 giri/min. Ricchissima la dotazione di serie delle due vetture come dimostrano i contenuti specificatamente dedicati alla sicurezza: 7 airbag (incluso bag ginocchia lato guida), VDC, ABS con EBD, dischi freno anteriori e posteriori ventilati, MSR, Hill Holder, ASR e fendinebbia. Inoltre, tra la lunga lista dei dispositivi impiegati per garantire il massimo del comfort a bordo citiamo: il climatizzatore automatico bi-zona, l’autoradio con lettore CD e CD changer, il sensore di parcheggio, il Pack Visibility (sensore pioggia, sensore crepuscolare e sensore anti-appannamento) il radionavigatore a mappe con telefono e comando vocale, l’impianto Hi-Fi Bose con amplificatore digitale e cargo box sotto il piano di carico. Completano queste due versioni gli interni in pelle naturale e cerchi in lega da 18″.

Alfa 159: la “nuova razza Alfa”
L’altra regina dello stand è la berlina 159 presente a Bologna con tre esemplari: la prima è una versione Q4 (dotata di trazione integrale), equipaggiata dal nuovo e potente motore 3.2 V6 JTS 24v da 191 kW (260 CV) e contraddistinta da una carrozzeria color “rosso Rubino” che bene esprime l’interpretazione Alfa Romeo di “sportività classica”. Anche la seconda berlina – “vestita” di una livrea argentata che contraddistingue la nuova generazione di vetture Alfa Romeo – adotta uno dei tre nuovi motori JTS disponibili nella gamma: si tratta del 2.2 JTS che sviluppa una potenza massima di 136 kW (185 CV) a 6.500 giri/min e una coppia di 230 Nm (23,4 kgm) a 4.500 giri/min. Infine, l’ultima Alfa 159 è dotata del brillante 2.4 JTDm da 147 kW (200 CV) che sviluppa una coppia di 4 Nm (40,8 kgm).
Comune a tutte le Alfa 159 esposte è la ricca dotazione come dimostra, per esempio, l’adozione del Luxury Pack che comprende il rivestimento della plancia, dei sedili e dei pannelli in pelle Frau® “pieno fiore” di colore nero (sono disponibili in gamma anche le tonalità del grigio e del beige). E ancora: climatizzatore tri-zona, mostrine in alluminio, sedili elettrici, Cruise control, 7 airbag, controllo di stabilità VDC con hill holder, radio navigatore a mappe con telefono e comandi vocali, fari allo xenon e cerchi in lega da 18″ dal classico design sportivo (a seconda della versione sono a fori o a raggi).

Alfa 147: oggi anche in versione “Black Line”
In un contesto di stile e tecnologia Alfa Romeo si inserisce il modello 147 che a Bologna è proposta in due versioni. In particolare, spicca sullo stand l’inedita Alfa 147 “Black Line” 1.9 JTDm da 120 CV che coniuga sportività ed eleganza in un esclusivo allestimento giovane, dinamico e contraddistinto da una “livrea bicolore” che abbina il Grigio Navona con il raffinato Nero lucido per il montante centrale, lo spoiler posteriore, le calotte degli specchi e anche per il tetto. All’interno, poi, risalta un nuovo tessuto sportivo bicolore (nero e rosso), esclusivo della versione Black Line. Inoltre, esaltano la sportività l’assetto ribassato, il terminale di scarico cromato e i cerchi in lega a fori diamantati da 17″ con pneumatici 215/45. L’equipaggiamento di serie dell’Alfa 147 Black Line prevede VDC con ASR, ABS completo EBD, 6 airbag, autoradio con lettore CD, volante e pomello del cambio in pelle, climatizzatore manuale e fendinebbia. Disponibile a partire dal 2006, l’originale allestimento potrà essere richiesto su tutte le motorizzazioni della gamma con carrozzeria a 3 o 5 porte.
Infine, a Bologna è presente anche un’Alfa 147 1.9 JTDm da 150 CV nell’allestimento Exclusive che offre di serie i dispositivi più sofisticati nel campo della sicurezza: dal VDC all’ASR, dall’ABS con EBD ai sei airbag.
Completa la dotazione il navigatore a mappe con telefono vivavoce integrato, comandi radio e telefono sul volante, climatizzatore automatico bi-zona, cerchi in lega a raggi da 17”, autoradio con CD, Cruise Control e fendinebbia. La vettura esposta è inoltre equipaggiata con gli esclusivi sedili in pelle bicolore beige (contenuto disponibile, a richiesta, successivamente al lancio).

Alfa GT: due nuove “anime” per l’originale coupè
Sotto i riflettori della rassegna bolognese ritroviamo Alfa GT con due versioni speciali che esaltano ancora di più lo spirito unico del modello. Nato in collaborazione con Bertone, infatti, Alfa GT propone stile originale, ricchezza di contenuti e prestazioni esaltanti, e rappresenta una concezione inedita di sportività, nella quale convergono anche comfort ed eleganza. Ecco allora esposta una versione “Collezione” 1.9 JTDm da 150 CV destinata ad una clientela più sofisticata. Infatti, oltre alla consueta dotazione di serie, si contraddistingue per alcuni elementi e contenuti esclusivi: dai cerchi in lega da 17″ (disegno a fori con trattamento cromo) ai proiettori anteriori con cornice nera; dalla griglia dei paraurti anteriori nella stessa tinta di carrozzeria ai sedili in pelle bicolore con seduta traforata e logo Alfa Romeo, dalla plancia beige/nera alle cuffie del cambio e del freno di stazionamento in pelle Sahara. Inoltre, sempre di color beige sono il tappeto, i sovratappeti, il mobiletto centrale e le paratie laterali. Infine, questa raffinata Alfa GT propone il radionavigatore a mappe con telefono e comando vocale completo di abbonamento per i servizi infotelematici.
Pensata per un cliente giovane e dinamico, la seconda Alfa GT esposta al Motor Show è equipaggiata con il brillante 2.0 JTS Selespeed da 165 CV e propone un allestimento dalla chiara impronta sportiva (denominato Black Line), come dimostrano il volante e i sedili rivestiti in pelle nera con traforatura e cuciture rosse, i sovratappeti neri, la pedaliera sportiva e il batticalcagno serigrafato. Inoltre, sono specifici di questa versione i proiettori anteriori con cornice nera, la griglia centrale satinata, il ripetitore su paraurti anteriore di colore fumè, la calotta degli specchi con cromatura satinata e cerchi in lega da 17″ a fori in tinta alluminio.

Crosswagon Q4:la trasmissione integrale secondo Afa Romeo
Al Motor Show Alfa Romeo è presente anche con altre importanti novità, sempre all’insegna del “cuore sportivo” unito alla tecnologia più sofisticata. Ecco allora l’Alfa Crosswagon Q4, il modello che ha segnato il ritorno di Alfa Romeo nel mondo delle vetture a quattro ruote motrici. Infatti, adotta la trazione integrale Q4, una trasmissione a 4 ruote motrici permanente, a tre differenziali, con ripartizione di coppia sbilanciata su asse posteriore. La ripartizione del livello di coppia tra gli assali anteriore e posteriore viene modulata in modo continuo, in funzione dell’aderenza proprio dal sistema Q4. È la caratteristica maggiormente intonata alla guida sportiva, alla sportività che incrementa la sicurezza attiva. Equipaggiata con il brillante 1.9 JTDm da 150 CV (110 kW), l’Alfa Crosswagon Q4 esposta sullo stand è proposta nell’allestimento Luxury e presenta numerosi contenuti tra i quali quelli dedicati alla sicurezza (ABS con EBD, VDC, ASR, 6 airbag e fari allo xenon) e al comfort di bordo (climatizzatore bi-zona, Cruise control, sensori di pioggia, sistema Hi-Fi Bose®, CD changer, radio navigatore satellitare, comandi radio al volante e specchietto elettrocromico con bussola). Inoltre, la vettura è caratterizzata da raffinati interni in pelle “pieno fiore” di colore beige, dai cerchi lega da 17″ e dalle eleganti barre sul tetto.

Alfa 166: debutta una Serie Speciale ancora più esclusiva
Infine, il pubblico può apprezzare sullo stand l’ammiraglia di Casa Alfa Romeo che esprime armonia di forme e di contenuti, e la raffinatezza di una grande berlina di prestigio. A questi punti di forza, Alfa 166 aggiunge, sia all’esterno sia all’interno, particolari estetici di forte impatto visivo e abbinamenti di pelle e colori di grande fascino. La vettura in mostra è una serie speciale “Black Line” equipaggiata con il potente 3.2 V6 24 valvole da 240 CV (Euro 4) che offre di serie numerosi e importanti dispositivi: dal VDC ai 6 airbag (frontali, laterali e window anteriori), dal climatizzatore automatico alla selleria in pelle nera con cuciture beige, dai proiettori bi-xenon al navigatore satellitare, dalla plancia in pelle ai sensori di parcheggio posteriori. Inoltre, sono in dotazione di questa particolare Alfa 166 di colore grigio Rialto anche le ruote in lega da 18″, il volante con i comandi radio, i sedili anteriori elettrici (riscaldati e con funzione di memorizzazione), i fendinebbia, l’autoradio integrata e gli specchi retrovisori esterni elettrici, riscaldati e ribaltabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *