Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Tecnologia

Asus ROG annuncia il mouse “Spatha X” e le tastiere “Rog Strix Scope Nx”

ASUS Republic of Gamers (ROG) amplia la sua gamma di periferiche gaming con l’introduzione di nuovi modelli di mouse e tastiera: il mouse ROG Spatha X, evoluzione del fortunato modello ROG Spatha; le tastiere ROG Strix Scope NX Deluxe e ROG Strix Scope NX TKL Deluxe, aggiornamenti della omonima serie che, con l’aggiunta anche del modello ROG Strix Scope NX TKL Moonlight White, si arricchiscono tutti dell’impiego degli switch proprietari ROG NX. In entrambi i casi si punta diritto a nuovi livelli di performance e reattività, frutto della incessante ricerca ROG verso un costante affinamento di prestazioni ed ergonomia. Le tastiere ROG Strix Scope NX sono proposte sia nel formato classico esteso, inclusivo di tastierino numerico, sia nel formato compatto (TKL), tutte caratterizzate dall’esclusivo Xccurate Design con la presenza di un tasto Ctrl più ampio, efficace soprattutto nel gameplay dei titoli FPS.

ROG Spatha X: caratteristiche evolute per gli MMO

Nel gaming non esiste una soluzione unica, valida per tutte le esigenze. Al contrario, ogni gamer ha specifiche necessità che devono essere rispettate e soddisfatte per ottimizzare l’esperienza di gioco e massimizzare i propri risultati, soprattutto nei contesti più competitivi. Con questa visione, Asus ha così originariamente ideato il mouse ROG Spatha, progettandolo espressamente per i giochi Massive Multiplayer Online (MMO) e tutti gli scenari di utilizzo dove ergonomia ed elevata configurabilità potessero fare la differenza.

Dopo il successo del modello ROG Spatha, Asus Republic of Gamers si è spinta ancora oltre, con una versione nuova e migliorata denominata ROG Spatha X, che migliora su tanti fronti caratteristiche e funzionalità del predecessore, per offrire un livello di controllo totale ed assoluto nel gaming MMO.

I due modelli hanno tanto in comune, a partire del design, con lo Spatha X che eredita tutte le funzioni più evolute dello Spatha originario, spingendone le caratteristiche a un livello superiore. Entrambi sono realizzati con telaio in lega di magnesio, dal design ergonomico per assicurare una impugnatura ampia, confortevole e sicura, oltre che il migliore accesso ai tasti classici e a quelli personalizzabili. Considerando il contesto cui è indirizzato, prevalentemente i giochi MMO, il nuovo ROG Spatha X vanta un vasto assortimento di pulsanti: ben 12 in totale, sei dei quali sono agilmente accessibili dal pollice per configurare i comandi rapidi, le funzioni più utili o per attivare rapidamente incantesimi e abilità.

Per quanti hanno già scelto ed amato ROG Spatha, sarà ancora più facile adottare Spatha X per via delle numerose migliorie e ottimizzazioni. Il sensore di puntamento è ora di tipo ottico (e non laser come nel modello precedente) e vanta una risoluzione doppia di ben 19.000 DPI per un tracciamento estremamente accurato, abbinato ad una velocità massima di 400 IPS e una accelerazione massima di 50 G. Anche il tasto di configurazione della sensibilità è stato migliorato, operando ora su quattro livelli di regolazione anziché solo due. In aggiunta lo Spatha X consente di selezionare i DPI desiderati anche tramite la rotellina di scorrimento: se si desidera personalizzare la precisione del tracciamento oltre i quattro preset di fabbrica, non è più necessario dunque ricorrere ad alcun controllo software, ma tutto può essere regolato direttamente “al volo”.

ROG Spatha X, al pari del predecessore, può essere utilizzato sia in modalità cablata – grazie ad un cavo USB ROG Paracord, decisamente più lungo, leggero e più durevole di quello dell’originale Spatha – che wireless, sfruttando la tecnologia a 2,4 GHz a bassa latenza. Il DPI regolabile consente di settarne la sensibilità “al volo”, mentre la batteria ha una durata estesa che previene il temuto spegnimento nel bel mezzo di una battaglia. Per ricaricare la batteria, Asus ha ideato il dock magnetico su cui appoggiare verticalmente la periferica, per evitare scomodi cavi ed ulteriore ingombro sulla scrivania.

Dal modello precedente eredita il Push-Fit Switch Socket Design che permette di sostituire facilmente gli switch e modificare il feeling di risposta al click degli stessi, migliorando tuttavia anche sotto questo profilo rispetto alla generazione precedente, e affidandosi in questo caso a una più evoluta generazione di switch. ROG Spatha X monta, infatti, i ROG micro-switch che assicurano una durata testata per oltre 70 milioni di click, più del triplo della durata degli originali interruttori Omron dello Spatha di prima generazione. Nuovo anche il design “pivoted button mechanism” che azzera lo spazio tra il pulsante del mouse e lo switch stesso, garantendo un’attivazione istantanea per comandi reattivi e coerenti ad ogni singola pressione.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Tecnologia

AlphaTheta Corporation annuncia i nuovi modelli della Serie DM di sistemi monitor desktop dal suo brand Pioneer DJ. Le unità DM-50D-BT aggiungono la funzionalità...

Giochi

ASUS ROG ha confermato che il prossimo smartphone gaming ROG Phone 6 adotterà il più recente Snapdragon 8+ Gen 1, una soluzione di primo livello...

Motori

Ottimizzazione dei flussi del traffico, prevenzione degli incidenti e una guida sicura e più rilassata – questi sono gli obiettivi di IMAGinE, un progetto...

Tecnologia

Samsung Electronics ha annunciato che le vendite complessive della serie “Smart monitor” hanno superato un milione di dispositivi a livello globale, rendendo così la...