Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Audi Q5 Sportback: ibrida, SUV, coupé

Nel 2008 è entrata in un segmento già molto popolato, quello dei SUV medi, e lo ha fatto con comfort, qualità altissima e tanta praticità. La seconda generazione di Audi Q5, lanciata nel 2016, ha confermato il successo di questo modello. Q5 adesso si è rinnovata introducendo la tanto amata “Sportback”, versione coupè del SUV dei Quattro anelli. Noi l’abbiamo provata in versione 40 TDI quattro S Tronic.

Esteticamente l’aspetto è molto personale e si lascia decisamente guardare. Caratterizzata dalle ampie prese d’aria trapezoidali, collocate ai lati del single frame ottagonale marcatamente proteso verso la sezione inferiore del frontale, dalla linea di spalla continua, dai muscolosi passaruota e dai marcati blister quattro, Audi Q5 Sportback adotta di serie i proiettori full LED artefici della firma luminosa portata al debutto dalla nuova generazione di Audi Q5. Proiettori che, a richiesta, sono disponibili con tecnologia Audi Matrix LED. La modifica più importante, ovviamente, è al posteriore dove il lunotto, parecchio inclinato, dona alla vettura più dinamismo e un taglio più moderno. Nelle dimensioni non si discosta dalla Q5 “convenzionale” ma, grazie a alle giuste proporzioni e linee ben studiate, sembra persino più compatta. Molto belli i cerchi da 21 pollici diamantati Audi Sport, con le pinze dei freni rosse che fanno capolino.

L’abitacolo della Q5 Sportback riprende quello della sorella, la plancia è la stessa così come la strumentazione e tutta la gestione dell’infotainment. L’abitacolo ha materiali di altissima qualità assemblati in maniera certosina e l’ergonomia è impeccabile. Nulla è lasciato al caso. Gli occupanti dei sedili posteriori perdono 16 mm in altezza ma è lo scotto da pagare per una linea filante e aggressiva. Al top dell’offerta in tema di strumentazione spicca l’Audi Virtual Cockpit plus da 12,3 pollici, di serie dal secondo livello di allestimento analogamente al sistema di navigazione MMI plus. Rispetto alla versione non-coupé, infatti, si perdono solamente 10 litri di capacità nel bagagliaio, che scende a 510 litri.

Come detto, per il nostro test, abbiamo guidato la Q5 Sportback 40 TDI quattro, con trazione integrale e un 2.0 4 cilindri turbodiesel accoppiato a un sistema mild hybrid, che eroga 204 CV e 400 Nm di coppia. Grazie a suoi 400 Nm di coppia, la massa di Q5 Sportback sembra quasi dimezzata. Il propulsore è corposo e prontissimo anche perchè il tipico turbo lag del 2.0 TDI è “riempito” dal supporto dell’elettrico. Molto bene anche la dinamica di guida. Grazie alla trazione integrale infatti la vettura è incollata al suolo mantenendo una direzionalità incredibile, merito anche di uno sterzo fulmineo e estremamente preciso. Ottimo anche l’assorbimento delle sospensioni che lavorano molto bene restituendo all’abitacolo un comfort altissimo anche su asfalti sconnessi. I freni sono poi praticamente perfetti: potenti e ben modulabili.

Audi Q5 Sportback può contare su di una vasta gamma di sistemi di assistenza alla guida. Tra le tecnologie a richiesta spiccano il mantenimento della corsia e, all’interno del pacchetto City, l’assistenza al cambio di corsia e al traffico trasversale posteriore. Arricchiscono la gamma dei sistemi di assistenza alla guida il freno di stazionamento elettrico con ausilio alla partenza, il sistema Audi pre sense basic – che adotta misure preventive quali il pretensionamento delle cinture di sicurezza, la chiusura tanto dei cristalli laterali quanto del tetto apribile e l’attivazione delle quattro frecce – e la retrocamera. Quanto alla sosta, il sistema di ausilio al parcheggio plus è di serie. Ai sensori acustici e visivi anteriori e posteriori si accompagna l’assistente al parcheggio che, mediante i sensori a ultrasuoni, facilita l’entrata negli stalli perpendicolari ed effettua in autonomia le manovre in entrata e uscita dai posteggi paralleli. Il conducente deve solo accelerare, frenare e controllare l’operazione, mentre la vettura gestisce autonomamente lo sterzo.

La Q5 Sportback ha un listino “importante” che, nella variante 40 TDI Quattro S Tronic, supera i 65.000 euro, mentre con l’allestimento S line plus va oltre i 68.000 euro, ma c’è quasi tutto.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Mazda North American Operations – che segue le attività di Mazda Motor Corporation in Nord America – ha presentato la Mazda CX-90, il nuovo...

Motori

Automobili Lamborghini dà il via alle prime consegne di Urus S. Erede della capostipite Urus e sorella della Urus Performant, Urus S si propone...

Test

Fiat Tipo si aggiorna e per mantenersi la passo coi tempi, affianca ai propulsori diesel e benzina, una versione a 48 volt da 131...

Motori

Questa è la stagione che gli amanti degli sport invernali aspettano tutto l’anno. Opel ha pensato a loro nello sviluppo di una gamma di...