Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

BMW iX: la prima classe viaggia su strada

Con il lancio della IX, BMW ha voltato pagina combinando il piacere di guida senza emissioni, l’agilità sportiva e una gamma operativa con un profilo esclusivamente orientato alla sostenibilità. Concepito fin dall’inizio per la mobilità puramente elettrica, questo modello si basa su un nuovo toolkit futuristico, il cui vasto potenziale innovativo nelle aree della guida autonoma, del funzionamento, della connettività e dei servizi digitali si traduce in un’esperienza di mobilità premium. Noi l’abbiamo provata.

Il carattere della BMW iX traspare chiaramente anche nel suo design esterno. Il linguaggio chiaramente strutturato, lo stile imponente della carrozzeria con proporzioni muscolose da SAV e i dettagli realizzati con precisione emanano il concetto di progresso. Tra le caratteristiche esterne spiccano la griglia a doppio rene BMW quasi completamente smussata, la cui superficie è il prodotto di tecniche di produzione innovative, con telecamere e sensori radar incorporati. I fari a Led, si contrappongono nello stile al resto della vettura: sottili, stretti, con una linea che si sviluppa verso i passaruota. Principio questo che si ritrova anche al posteriore, più sfaccettato e segmentato, con tanto di spoiler che convoglia l’aria subito sopra il lunotto posteriore.

Gli interni sono stati concepiti per offrire qualità della vita e benessere. Una grande quantità di spazio e sedili di nuova concezione con poggiatesta integrati creano un ambiente premium. L’assenza di un tunnel centrale consente più spazio per le gambe, per i portaoggetti e per la console centrale. Il pannello di controllo con barre di rilevamento e con input tattile attivo insieme all’interruttore a bilanciere per la selezione delle marce aggiungono alcuni dettagli molto moderni. Oltre al BMW Curved Display, il volante esagonale e l’integrazione del proiettore senza cornice per l’Head-Up Display opzionale contribuiscono a generare un’esperienza di guida completa. È possibile sceglie fra tre diverse finiture per personalizzare gli interni. il doppio monitor composto da uno schermo da 12,3″ per la strumentazione e uno da 14,9″ in plancia, uniti in un pannello rivolto al guidatore, sottolineano l’ambiente tech. Dietro lo spazio è ancora più evidente. Il divano posteriore è estremamente comodo per tre persone, con soluzioni anche dal punto di vista tecnologico come, ad esempio, le prese USB C dietro i sedili anteriori. Eccellente lo spazio in altezza per i passeggeri, anche con il tetto panoramico.

XDrive, in casa BMW, significa trazione integrale che sulla iX è elettrica: un motore aziona le ruote anteriori, un secondo (più potente) le ruote posteriori. Noi abbiamo provato la versione iX50 da 523 Cv con una coppia di 765 Nm con batteria da 105 kwh e un’autonomia dichiarata di 630 km. Con tanti cavalli a disposizione e una coppia di tutto rispetto, la iX va forte nonostante le quasi 2 tonnellate e mezzo di peso. Due gli aspetti che fanno viaggiare in prima classe: silenzio incredibile, il comfort acustico non manca, e ottima gestione delle asperità della strada grazie alle sospensioni adattive. La tecnologia standard del telaio della BMW iX comprende un assale anteriore a doppio braccio oscillante, un assale posteriore a cinque bracci, ammortizzatori lift-related e un sistema di sterzata elettrico con funzione Servotronic e rapporto variabile. Le sospensioni pneumatiche a due assi con ammortizzatori controllati elettronicamente, l’Integral Active Steering e i freni sportivi sono disponibili come optional. In alternativa ai cerchi in lega leggera da 20 pollici di serie, si può optare per le Air Performance Wheels da 21 e 22 pollici, per i quali sono disponibili pneumatici a bassa rumorosità.

La tecnologia BMW eDrive di quinta generazione comprende anche una batteria ad alto voltaggio con una tecnologia all’avanguardia delle celle della batteria. La densità volumetrica di energia a livello di cella è aumentata di circa il 40 per cento rispetto alla batteria ad alto voltaggio della BMW i3 del 2020. La BMW iX xDrive50 è dotata di una batteria ad alto voltaggio con un contenuto energetico netto di 105,2 kWh (contenuto energetico lordo: 111,5 kWh), mentre la batteria della BMW iX xDrive40 ha un contenuto energetico netto di 71 kWh (contenuto energetico lordo: 76,6 kWh).

In Italia la BMW iX ha un listino che parte da 87.000 euro per la versione xDrive40, e di 104.000 euro per la xDrive50 oggetto della prova. Sono invece 134.000 gli euro necessari per la novità iX M60. L’equipaggiamento è abbastanza completo, ma si può ovviamente integrare attingendo alla lista degli optional.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Senza categoria

A poco più di due anni di distanza dal lancio di ACROSS Plug-In, Suzuki aggiorna la sua ammiraglia di gamma, “elettrica sempre e ibrida quando...

Motori

Dopo l’incoronazione quale “Auto dell’Anno”, il 31 gennaio ha preso il via la produzione regolare di Jeep Avenger, primo SUV 100% elettrico del brand...

Test

Con il “pensionamento” della berlina Phaeton, Touareg è diventata l’ammiraglia di casa Volkswagen posizionandosi al vertice della gamma. Ovviamente anche il SUV di Wolfsburg...

Motori

La Nuova Toyota Prius Plug-in Hybrid, svelata in anteprima europea lo scorso 5 dicembre, è ora prenotabile online. Come pioniera di nuove tecnologie, la...