Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

BMW X1: la terza generazione cresce in tutto

Ha raggiunto il traguardo di due milioni e settecento mila unità vendute in tredici anni di servizio, diventando uno dei modelli di punta di BMW. Adesso, la terza generazione della BMW X1 è stata rinnovata completamente, con una gamma di motori che spazia dalle versioni mild-hybrid a quelle plug-in e all’elettrica iX1.

Il nuovo modello si distingue per le dimensioni maggiori rispetto alla generazione precedente. Con una lunghezza di 4,50 metri, una larghezza di 1,85 metri, un’altezza complessiva di 1,64 metri e un passo di 2.690 mm, la X1 offre maggiore spazio a bordo e un bagagliaio più generoso, inseriti in un corpo vettura dalle linee massicce sia all’anteriore che al posteriore.

Esteticamente si caratterizza per la griglia anteriore a doppio rene più grande, i gruppi ottici a LED più sottili e i passaruota molto generosi. Un look più muscoloso, quasi da vettura off-road, che si differenzia nettamente dalle sobrie generazioni precedenti.

Gli interni presentano un’impostazione simile a quelli della nuova Serie 2 Active Tourer, con un grande schermo curvo che integra l’infotainment touch da 10,7″ e la strumentazione digitale da 10,25″. Il sistema è connesso alla rete e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto anche in modalità senza fili. Inoltre, i comandi della climatizzazione sono incorporati nel sistema. Il tunnel centrale ha una configurazione “flottante” e ospita i selettori del cambio shift-by-wire e delle modalità di guida. Sotto, si trova un ampio vano portaoggetti, la piastra per l’induzione del telefono e diverse prese di ricarica. Lo spazio per quattro passeggeri è ampio in tutte le direzioni, ma meno comodo per cinque a causa della seduta posteriore centrale rialzata e delle guide dei sedili davanti che occupano spazio per i piedi. Infine, il bagagliaio è cresciuto di 35 litri rispetto alla generazione precedente, arrivando a una capacità minima di 540 litri e massima di 1.600 litri.

La gamma motori della BMW X1 è ampia, con tre versioni principali a benzina e due a gasolio, equipaggiate con il motore elettrico supplementare di tipo mild-hybrid a 48V in supporto a quello endotermico principale. Si parte con la sDrive 18i da 136 cavalli, che diventa rispettivamente sDrive 20i (170 cavalli sempre senza ibrido) e xDrive 23i (204 cavalli a trazione integrale), per poi passare alla sDrive 18d da 150 cavalli fino alla xDrive 23d, equipaggiata con unità elettrica, trazione sulle quattro ruote motrici e ben 211 cavalli.

La gamma motori si completa con le due alternative ibride plug-in (xDrive 25e da 245 cavalli e xDrive 30e da 326 CV) e con la  iX1 completamente elettrica, che si distingue per alcuni particolari estetici in blu ma soprattutto per la powertrain a doppio propulsore a batterie da 313 CV, 494 Nm di coppia, trazione integrale xDrive e cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti Steptronic.

Per il nostro test, siamo alla guida della sDrive 20i da 170 CV, la motorizzazione benzina “intermedia” che mostra una buona fluidità di marcia e restituisce una guida piacevole e divertente. Il propulsore ha un’erogazione omogenea e il cambio a doppia frizione è rapido e preciso. Lo sterzo è diretto e non troppo pesante e le sospensioni, non troppo morbide, offrono un buon compromesso tra agilità e comfort. In termini di consumi, il computer di bordo, durante la nostra prova, ha indicato un valore di circa 11 km/l.

La nuova BMW X1 è proposta in tre allestimenti, con il base che offre già di serie il climatizzatore automatico bizona, i cerchi in lega da 17”, l’infotainment BMW iDrive di ottava generazione con navigatore e, tra gli ADAS, il cruise control, l’ allarme anti-collisione frontale e l’assistente al parcheggio con retrocamera. Gli altri due allestimenti, XLine e MSport, integrano diversi optional tra cui i gruppi ottici anteriori LED Matrix, l’head-up display per il parabrezza, i sedili anteriori a regolazione elettrica con funzione massaggio, il tettuccio panoramico, gli ammortizzatori a controllo elettronico, la navigazione in cloud e il pacchetto ADAS Driving Assistant Plus e Professional.

I prezzi della BMW X1 2023 partono da 39.900 euro per la prima motorizzazione benzina (sDrive18i) da 136 CV con cambio manuale. L’automatico parte da 43.800 euro, le X1 Diesel da 42.600 euro. Le ibride plug-in da 50.900 euro e l’elettrica iX1 da 58.400 euro.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

World Car Awards, il premio annuale che coinvolge più di 100 giurati internazionali, che testano e votano una serie di veicoli candidati, ha annunciato...

Motori

Il 2024 segna il primo decennio dalla fondazione di DS Automobiles e dall’ingresso del Premium Brand francese nel mercato italiano. Per celebrare questo significativo...

Moda

Realizzare prodotti che abbiano un minore impatto ambientale, senza rinunciare alla cura dei dettagli tecnici ed estetici. È questa la “missione” del marchio Kappa,...

Motori

Per il secondo anno consecutivo, Automobili Lamborghini ha partecipato al “THE I.C.E.”, il Concorso d’Eleganza tenutosi sul lago ghiacciato di St. Moritz. La rappresentanza...