Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Britishvolt e Pininfarina insieme per la prima “giga-factory” inglese

Il Regno Unito sarà uno dei primi paesi in Europa a potersi fregiare di un grande impianto per la produzione di celle al litio. Per di più a impatto zero.

Britishvolt, azienda specializzata nello sviluppo e produzione di batterie, ha infatti annunciato la collaborazione con Pininfarina, per la costruzione della prima “giga-factory” di batterie su larga scala del Regno Unito presso la ex base della RAF di Bro Tathan, in Galles.

Pininfarina è sempre stata all’avanguardia nella mobilità elettrica, sviluppando già nel 1978 il prototipo Ecos.
Di pari passo con la creazione di nuovi paradigmi di mobilità ecosostenibile e a zero emissioni, la “design house” con sede a Torino è anche profondamente dedita a un numero significativo di soluzioni di propulsione elettrica in vari segmenti dell’ecosistema della mobilità.

Orral Nadjari, AD e fondatore di Britishvolt commenta: “Siamo onorati di collaborare con Pininfarina, design house conosciuta in tutto il mondo, per creare la nostra “giga-factory”. Noi riteniamo che il design innovativo debba avere la priorità, affinché possa accordarsi con la qualità futura delle nostre celle agli ioni di litio. Grazie a Pininfarina, che porta nell’architettura tutta la forza della sua eleganza e del patrimonio del design automobilistico, riteniamo di poter raggiungere questo obiettivo”.

Orral Nadjari continua: “L’obiettivo di Britishvolt di diventare il primo produttore al mondo di batterie a emissioni zero si allinea perfettamente all’esperienza di Pininfarina nella creazione di ambienti innovativi, ecologici e high-tech. L’attenzione di Pininfarina per l’impatto sociale è ciò che ci ha spinti a stringere questa partnership, come dimostra l’accurata selezione di materiali sostenibili che tengono conto dell’intero ciclo di vita dell’edificio. Il loro equilibrio tra design pionieristico e la comprensione della cultura locale è proprio ciò che Britishvolt è orgogliosa di portare avanti”.

Silvio Pietro Angori, AD di Pininfarina, aggiunge: “Siamo orgogliosi di collaborare con Britishvolt a un progetto tanto ambizioso, contribuendo così alla creazione del più grande impianto di produzione di batterie del Regno Unito e portando avanti l’evoluzione della mobilità elettrica. Ci siamo sempre concentrati sulla combinazione di #design senza tempo e sostenibilità sociale e ambientale, sia nel #design automobilistico che nell’architettura. Il design sostenibile non rappresenta più un’opzione che prima o poi va considerata: è un impegno ineludibile per creare valore sociale ed economico per le generazioni future”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Pininfarina celebra un altro importante traguardo nella sua storia: mezzo secolo di eccellenza nella ricerca aerodinamica e aeroacustica. Nel 1972, esattamente 50 anni fa, Pininfarina diventava...

Motori

La storica design house Pininfarina svela per la prima volta nei suoi 92 anni di storia ineguagliabile una straordinaria collezione di NFT incentrata su uno...

Motori

Vespa da sempre ispira l’immaginazione di artisti, stilisti e designer di tutto il mondo. In questi ultimi anni, grandi nomi come Giorgio Armani, Christian...

Moda

La scarpa da barca Timberland 3-Eye Lug Handsewn è stata introdotta a partire dal 1978. Per la Primavera 2022, Timberland propone le suole comfort GreenStride...