CIVM 2004, neumatici Marangoni Zeta Linea per l’Osella

MarangoniMotoriSport

Prima stagione per Marangoni nei prototipi. Sviluppato per le Osella ufficiali un inedito Zeta Linea Racing, con il compito di dimostrare che un pneumatico radiale può essere vincente nelle gare in salita.
CIVM 2004
L’accordo con Osella riguarda sia PA21S Honda del campione italiano Simone Faggioli, sia le nuove PA21 Junior che gareggeranno in classe Cn2.

Debutto con la PA21J ufficiale di Gabriella Pedroni, talento emergente e unica donna del campionato.

Marangoni rafforza così il suo impegno nell’attività sportiva, dotandosi di un team tecnico agonistico di alto livello e confermando una filosofia di marchio sempre più orientata alle UHP.

Sulla scia del successo del Marangoni Junior Trophy, il trofeo monomarca riservato ai giovani, Marangoni affronta l’attività sportiva del 2004 incrementando notevolmente la consistenza tecnica del suo impegno nelle cronoscalate. Saranno infatti Marangoni Zeta Linea Racing, nella versione slick sviluppata per l’occasione, i pneumatici che equipaggeranno le Osella ufficiali nel Campionato Italiano Velocità Montagna. Una sfida impegnativa, che Marangoni affronta con una copertura a cui è affidato un compito importante: dimostrare che un pneumatico radiale, nelle gare in salita, può essere vincente.

Le difficoltà nella progettazione di un radiale competitivo in salita sono essenzialmente legate alla tempestività termica: cioè al ritardo con cui, rispetto ad un convenzionale, il radiale riesce normalmente ad entrare in temperatura. Queste difficoltà vengono compensate dalle maggiori trazione e tenuta che questo tipo di pneumatico offre nella seconda parte della gara, ma fino ad oggi in misura non sufficiente. Lo spostamento a favore del radiale del rapporto temperatura/trazione è l’obiettivo sul quale si sono concentrati i maggiori sforzi del team R&D Marangoni, il cui lavoro si è svolto in stretta collaborazione con i tecnici dell’Osella, impegnati da parte loro ad ottenere l’assetto ideale della vettura in relazione ai pneumatici. Si tratta di una vera sfida tecnologica, nella quale è in palio il titolo italiano CIVM di cui Osella è già detentrice.

In questa prima stagione sui prototipi Marangoni equipaggerà la Osella PA21S Honda del campione italiano Simone Faggioli, alla prima difesa del titolo nella classe Cn2. Ad affiancarlo nell’impegnativo sviluppo sarà il collaudatore ufficiale Osella Pasquale Irlando, che effettuerà gran parte dei test pre-campionato e parteciperà poi ad alcune gare nazionali ed europee.
I pneumatici Marangoni Zeta Linea Racing equipaggeranno inoltre la neonata Osella PA21 Junior. Considerata l’inedita misura delle ruote, tutte le PA21 Junior consegnate nel corso della stagione saranno gommate Marangoni. In gara, la vettura ufficiale sarà affidata alla giovane Gabriella Pedroni, alla sua prima esperienza nei prototipi.

Trentina (come Marangoni), talento emergente e unica donna del campionato, Gabriella Pedroni così commenta l’esperienza che sta per affrontare:
«Sono molto contenta di poter collaborare con un’azienda italiana come Marangoni per lo sviluppo dei pneumatici. Sarà un team particolarmente giovane, perchè la PA21J è una macchina appena nata, io sono alla prima stagione con questo tipo di vetture e Marangoni entra quest’anno nel mondo salita-prototipi. Quindi è un team di novità, l’entusiasmo non mancherà… e speriamo che sia vincente!»
La presenza di Gabriella Pedroni conferma l’attenzione particolare che Marangoni riserva ai giovani, attenzione ben testimoniata d’altra parte dalla creazione del Marangoni Junior Trophy.
A proposito del quale c’è una notizia interessante: Michele Camarlinghi, vincitore dell’edizione 2003, prenderà quasi sicuramente parte ad alcune gare del Campionato Europeo Velocità Montagna con la scuderia Villorba Corse, a dimostrazione dell’effettiva introduzione dei giovani all’attività agonistica che il MJT è in grado di promuovere.

La presenza nel CIVM 2004 rappresenta per Marangoni un’ulteriore evoluzione del suo coinvolgimento nell’attività sportiva. Un coinvolgimento sempre più importante, che ha portato alla creazione di un team tecnico agonistico altamente professionale, sostenuto da notevoli investimenti in strutture e attrezzature.
In questo senso, la filosofia dell’azienda appare chiara: l’attività sportiva è destinata a giocare un ruolo sempre più rilevante come laboratorio per lo sviluppo e la verifica di nuove tecnologie, con benefici in termini di know-how che andranno a ricadere sulla produzione di serie. Dove Marangoni, d’altra parte, ha già da tempo puntato sui pneumatici High e Ultra High Performance, con modelli, come Zeta Linea e il più recente Vanto, che si collocano ai più alti livelli prestazionali e competono ad armi pari con la migliore concorrenza.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *