Coronavirus, Ford ferma la produzione fino al 4 maggio

FordMotori

Con immatricolazioni praticamente azzerate, il mercato dell’auto affronta la stagione più difficile della sua storia. In questo scenario, si inserisce anche un colosso come Ford che ha confermato la sospensione temporanea della produzione di veicoli e motori, nella maggior parte dei suoi siti di produzione europei, almeno fino al prossimo 4 maggio.

L’annuncio segue la prima comunicazione di Ford sulla temporanea sospensione, dal 19 marzo, delle attività produttive nei principali stabilimenti dell’Europa continentale (Saarlouis e Colonia in Germania, Valencia in Spagna e Craiova in Romania), e dal 23 marzo, negli impianti di sviluppo e produzione dei motori di Bridgend e Dagenham nel Regno Unito. Le attività dell’Ovale Blu a Valencia, in Spagna, rimarranno, tuttavia, temporaneamente sospese almeno fino al 27 aprile.

“È importante essere quanto più possibile chiari con i nostri dipendenti in merito al perdurare della situazione attuale”, ha affermato Stuart Rowley, President, Ford of Europe. “Speriamo che il contesto possa migliorare già dal prossimo mese in modo da poter iniziare i nostri piani di ripresa delle attività che saranno, comunque, subordinati alle condizioni e alle misure introdotte dai governi nazionali”.

I piani di ripresa della produzione dipenderanno dalla situazione relativa alla diffusione della pandemia nelle settimane a venire, dalle restrizioni nazionali in vigore al momento e dalle problematiche afferenti i fornitori e alla capacità della rete dell’Ovale Blue di operare. Il piano Ford di ritorno al lavoro comprenderà anche l’introduzione di misure adeguate in materia di distanziamento sociale e altri protocolli di salute e sicurezza, per proteggere la forza lavoro.

Allo stesso tempo, Ford e i suoi dipendenti restano impegnati in numerose attività in tutta Europa, per contribuire a ridurre la diffusione del coronavirus (COVID-19), sostenendo iniziative nazionali e azioni a supporto delle comunità.
Queste vanno dalla produzione di mascherine, respiratori, ventilatori polmonari e altre attrezzature mediche indispensabili, oltre a forniture di veicoli per il tarsporto di medicinali, alimenti e beni di prima necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *