Covid-19: Seat converte la linea per produrre respiratori polmonari

MotoriSeatSocietà

“La motivazione di tutti coloro che partecipano a questo progetto è che con il nostro know-how possiamo produrre in serie attrezzature che salveranno vite“. Con queste parole, Nicolas Mora, dell’area produzione Seat, ha annunciato la discesa in campo del Marchio spagnolo nella battaglia contro il Coronavirus. La linea produttiva dell stabilimento di Martorell, infatti, è stata convertita per la produzione di respiratori polmonari. Dall’inizio della situazione provocata dal COVID-19, SEAT ha avviato iniziative per combattere la diffusione del virus che hanno portato un team di ingegneri a dedicarsi senza pausa alla progettazione di diversi prototipi (13 in tutto) fino ad arrivare alla produzione del modello definitivo.

E adesso, più di 150 dipendenti di diverse aree hanno cambiato la loro normale postazione di lavoro per assemblare ventilatori polmonari, proprio dove prima venivano montate parti della Seat Leon. “Prendere una catena di montaggio che produce parti di auto e convertirla per riuscire a creare ventilatori polmonari è stato un lavoro lungo e difficile, che inoltre ha coinvolto molte aree dell’azienda. Ma siamo davvero entusiasti di essere riusciti a farlo nel tempo record di una settimana”. ha spiegato Sergio Arreciado, dall’area di ingegneria di Seat. In questo momento, un respiratore è sottoposto a un test di lunga durata per superare la fase di omologazione. Nel frattempo, la linea continua a funzionare grazie a molti collaboratori dipendenti che contribuito alacremente al progetto. “Solo il pensiero che abbiamo cercato di aiutare a salvare una vita e tutto questo lavoro sarà valso la pena”,
ha sottolineato Francesc Sabaté (Ricerca e Sviluppo SEAT)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *