Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

e-Mobility: Škoda, una card unica per ricaricare in tutta Europa

Rendere la mobilità elettrica semplice e accessibile, in particolare per quanto riguarda le operazioni di ricarica: è questo l’obiettivo di ŠKODA, che mette a disposizione degli utenti una varietà di soluzioni, a partire da MyŠKODA Powerpass, un’opzione che sarà attivata nei prossimi mesi nei mercati europei al lancio del nuovo SUV 100% elettrico ENYAQ iV.

Con questo servizio, chi possiede una ŠKODA elettrica potrà ricaricarla praticamente ovunque, all’interno di un’ampia rete di stazioni di ricarica di vari gestori, senza bisogno di registrarsi al network del singolo operatore e senza doversi preoccupare di volta in volta dei pagamenti.

Più di 143.000 punti di ricarica in tutta Europa, inclusi quelli ultrafast di Ionity, saranno a disposizione con un’unica card. Il servizio MyŠKODA Powerpass include anche un’app, con la quale si può attivare un contratto e ottenere la propria carta personale. Non solo, tramite l’app si può ovviamente trovare la stazione di ricarica più vicina, con i prezzi aggiornati in tempo reale.

La rete a cui si può accedere con MyŠKODA Powerpass include stazioni di ricarica pubblica da 11 o 22 kW, attualmente in fase di installazione, che utilizzano batterie riciclate per comporre un modulo di grandi dimensioni con una capacità totale di 200 kWh. Per realizzarlo servono quattro pacchi batteria provenienti da auto elettriche o venti pacchi batteria di auto ibride plug-in. Gli accumulatori vengono caricati di notte, sfruttando il momento in cui l’elettricità è disponibile a tariffe economiche; di giorno non solo contribuiscono a una maggiore stabilità della rete, ma possono anche immagazzinare l’energia prodotta dai pannelli solari.

Lo ŠKODA DigiLab sta inoltre sviluppando insieme a due aziende, la ceca PRE e l’israeliana Chakratec, il Kinetic Power Booster, un sistema composto da una serie di volani, tramite cui l’energia elettrica viene immagazzinata come energia meccanica che può essere riconvertita in elettricità molto rapidamente.

In questo modo le auto elettriche possono essere ricaricate a una velocità doppia rispetto a quella delle reti accessibili localmente (il servizio oggi è in sperimentazione in Repubblica Ceca); inoltre, questa tecnologia può essere utilizzata anche in zone non coperte da una rete elettrica adeguata. Quando non sono utilizzati, i volani vengono “caricati” nuovamente in modo che siano pronti ad erogare l’energia immagazzinata ogni volta che un utente lo richiede.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Beauty

Chi si allena con dedizione lo sa: la cura della propria alimentazione è importante tanto nella preparazione del corpo all’allenamento, quanto per ottenere una...

Turismo

Archiviato anche il mese di luglio, ormai possiamo affermarlo con certezza. Il turismo estivo del 2020 in Italia è caratterizzato dalla cautela, e ci...

Spettacolo

Focus, la rete tematica Mediaset dedicata alla divulgazione, diretta da Marco Costa, al canale 35 del telecomando – presenta la seconda edizione di «Universo...

Test

E’ la “cugina” crossover della Golf e, come la Golf, nasce con il compito di fare grandi numeri sul mercato. Parliamo della Volkswagen T-ROC,...