Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Goodyear: ecco “Eagle Go” per Citroën Oli

Goodyear ha presentato il nuovo pneumatico concept Eagle Go – che sarà equipaggiato sulla nuova concept car di Citroen, la Oli. La mescola del battistrada del nuovo Goodyear Eagle Go è realizzata con materiali sostenibili o riciclati.

Sono oltre 120 anni che Goodyear affronta le sfide della mobilità lavorando su prodotti innovazioni e un approccio sempre più sostenibile. Quest’ultima collaborazione con Citroen si inserisce in un rapporto di lunga data tra i due brand: Goodyear #eaglego è il terzo pneumatico concept sviluppato insieme a Citroen, con l’obiettivo di aumentare l’efficienza, la durata e il comfort del veicolo.

Questo pneumatico concept utilizza una mescola di battistrada composta da materiali sostenibili o riciclati, fra cui oli di girasole, resine di pino, gomma naturale e silice derivata dalla lolla di riso.

Gli oli di girasole e le resine di pino sono materie rinnovabili e hanno l’obiettivo di sostituire gli oli derivati dal petrolio. Questi materiali vengono attualmente utilizzati per produrre “inchiostro vegetale” per le stampanti. L’obiettivo di Goodyear è quello di sostituire completamente gli oli derivati dal petrolio nei suoi prodotti entro il 2040.

La gomma naturale ricavata dall’albero Hevea brasiliensis viene utilizzata per sostituire la gomma sintetica a base di petrolio, utilizzando metodi di coltivazione e agricoltura responsabili.

La silice della lolla di riso, ricavata dalla lavorazione del riso, può ridurre i rifiuti destinati alle discariche ed è stata utilizzata in passato anche nel cemento armato.

Il pneumatico ha la possibilità di essere ricostruito per due volte nel corso della sua vita, aumentando così la durata del pneumatico. Goodyear si è posta l’obiettivo ambizioso di raggiungere i 500000 chilometri di percorrenza con il pneumatico Eagle Go concept, grazie al riutilizzo della carcassa sostenibile e del battistrada rinnovabile.

Eagle Go utilizza la tecnologia Goodyear SightLine, che comprende un sensore che monitora alcuni parametri del pneumatico. Questa tecnologia è già stata applicata per aiutare alcuni gestori di flotte clienti di Goodyear e potrebbe un ulteriore supporto per ridurre significativamente gli sprechi e aumentare l’efficienza mantenendo la pressione e le condizioni ideali del pneumatico.

Il monitoraggio dello stato di salute del pneumatico è un fattore importante per determinare se o quando un pneumatico può essere ricostruito, aumentandone così la circolarità e l’efficienza. L’aggiunta di questa tecnologia al pneumatico concept Eagle Go fa parte della strategia di Goodyear di migliorare l’assistenza post-vendita dei pneumatici, sviluppando tecnologie basate su dati e sensori installati su tutti i nuovi prodotti entro il 2027.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Test

E’ una vettura che fin dal debutto, avvenuto nel 1999, coniuga al meglio i valori di casa ŠKODA: combina dotazioni di sicurezza attiva e...

Motori

La Casa dei quattro anelli lancia il nuovo servizio Audi charging, attivo dal 1 gennaio 2023 in 27 Paesi europei. Il nuovo servizio di...

Test

Con Across Plug-in, Suzuki entra nel segmento dei SUV da oltre 4,5 metri, ponendosi come punto di riferimento nella categoria delle vetture plug-in. Nel 2019,...

Motori

 Nissan Italia, in linea con la sua strategia di brand, è alla continua ricerca di canali innovativi e nuove forme di comunicazione, per offrire...