Hoover e Candy, l’audacia dell’innovazione

CandyHooverModa

Eurocucina, il salone più importante al mondo per gli elettrodomestici da incasso (built-in) ospita Candy Group, protagonista con i marchi Hoover e Candy, presenta collezioni a misura di ogni cucina, che rispettano i valori ecologici, hanno prestazioni al top, qualità superiore e spiccano per l’eccellenza del design.
Le collezioni Hoover e Candy presentano piani di cottura e forni di massima efficienza energetica e, ovviamente, eleganti. Ma non solo. Per la prima volta, il design ha superato il limite di quanto sembrava immutabile. E’ guidato da un valore nuovo: l’audacia.
hoover
Audacia nella scelta dei materiali, molti dei quali tradizionali o addirittura antichi, ma trattati in declinazioni nuove, ipertecnologiche, sorprendenti.

Hoover spinge l’audacia fino alla provocazione, sempre mantenendo con rigore la sua vocazione alla qualità superiore. Presenta oggi la sintesi di quanto potrà diventare lo standard degli elettrodomestici di domani: i valori di durata, affidabilità, tecnologia, risparmio di energia (e acqua), saranno anche allora all’avanguardia, assieme alla qualità. Nei materiali, solo Hoover poteva pensare a fondere la ghisa in un piano di cottura monolitico con un design attuale (linee curve e continue, senza spigoli) e una tecnologia dei bruciatori così nuova e unica da essere brevettata.

Candy orienta l’innovazione verso soluzioni smart che migliorano l’utilizzo quotidiano dei prodotti. Il valore d’uso dei suoi elettrodomestici è superiore al valore d’acquisto; il design esprime tutta la cultura italiana e la tradizione del marchio, pioniere degli elettrodomestici in Italia, inventore della prima lavabiancheria italiana, 65 anni fa. L’offerta Candy è nelle Classi di eccellenza per efficienza energetica ed è quindi pienamente “verde”.

Lo stand (FTK-Padiglione 13, B09-B19) è stato progettato dall’architetto Gianfranco Bestetti. Gli oltre 500 mq sono strutturati in quattro zone centrate sullo spazio lounge attorno al quale vengono esposti i prodotti Candy e Hoover e i concept. Gli elettrodomestici hanno la massima visibilità, in quanto sono i protagonisti. Materiali e finiture comunicano i valori del Gruppo e dei marchi: rispetto dell’ambiente, naturalità, qualità, tecnologia, design. Il bianco (somma di tutti i colori) e il legno naturale si alternano a una enorme parete di piante verdi, che riporta immediatamente ai concetti di natura ed ecologia e ai relativi valori insiti nei prodotti con efficienza energetica nelle Classi superlative. Una parte riservata dello stand, denominata “Lab”, si apre sul fascino del mistero. Contiene i concept di possibili prodotti del futuro: materiali inusitati, design e finiture intriganti e provocatorie, ricerca di nuove modalità di interazione tra prodotto e persona.
candy
Aldo Fumagalli, presidente operativo e CEO di Candy Group dichiara:
“Nel 2010, si compiono i 65 anni dall’inizio di Candy, prima in Italia a produrre lavabiancheria. Abbiamo progressivamente ampliato l’attività a tutte le tipologie di elettrodomestici bianchi: dal 1970, siamo presenti nel segmento della cottura. Da quando “cottura” significa soprattutto built-in, Eurocucina è un appuntamento irrinunciabile, che guida creatività e pianificazione dei nuovi elettrodomestici per la cucina: non solo piani e forni, ma anche lavastoviglie, frigoriferi, cappe.
Ogni due anni, siamo “obbligati” a rinnovare le collezioni built-in. E lo facciamo più che volentieri perché l’innovazione tecnologica, funzionale, estetica, è la ragione d’essere del Gruppo ed è anche indispensabile per competere con successo.
La nostra vitalità, il know-how, la vicinanza al mercato sono testimoniati dalle moltissime novità che riempiono lo stand e dalle proposte nella zona riservata ai concept. Sono la conferma tangibile che la terribile crisi degli ultimi due anni ci ha spinto a fare meglio, più in fretta, con strutture e procedure più efficienti e meglio orientate ai risultati: la soddisfazione del cliente, la crescita sostenibile del Gruppo, il giusto ritorno al lavoro e agli investimenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *