Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

ID.3: una nuova epoca in casa Volkswagen

Con la ID.3 si apre il terzo grande capitolo della storia della Volkswagen. Proprio come il primo Maggiolino e la Golf I, la compatta 100% elettrica segna l’inizio di una nuova epoca: è la prima che si adatta perfettamente all’uso quotidiano e, allo stesso tempo, è alla portata di molti Clienti. Noi l’abbiamo provata in versione 1st Edition da 58 Kwh

Dal punto di vista del design, basta uno sguardo all’auto per capire quanto sia rivoluzionario il carattere della ID.3. Il frontale mostra il carattere e il concept tecnologico: il logo Volkswagen si trova al centro e non c’è la classica calandra. L’aria di raffreddamento per i sistemi di propulsione fluisce attraverso una presa d’aria nel paraurti, coperta da una struttura a nido d’ape esagonale che si ispira alla natura. La caratteristica più evidente nel frontale sono i grandi fari che vogliono ricordare uno sguardo umano. La tecnologia LED è di serie, il pacchetto Design include l’IQ. Light con i fari a LED Matrix, che generano le luci regolate in modo intelligente.

Vista di lato, la ID.3 ha un aspetto sportivo e possente. I cerchi sono grandi, il montante posteriore è robusto: un classico nel design dei modelli Volkswagen. Sotto la linea di spalla ascendente s’inarca una fiancata dalle linee morbide che confluisce in un posteriore caratterizzato da linee plastiche decise e chiuso da un diffusore nella parte inferiore.

L’abitacolo della ID.3 è un open space: una lounge che offre spazio ampio e un disegno minimale. Sul divano posteriore c’è più o meno lo stesso spazio di un modello tradizionale di classe media (il merito è della nuova piattaforma Meb, che ha consentito una gestione ottimale degli spazi e degli ingombri delle batterie). Il bagagliaio è da 385 litri e, ripiegando lo schienale del sedile posteriore frazionato, il volume aumenta a 1.267 litri (carico fino al tetto). La plancia della ID.3 non ha tasti e interruttori fisici. Il guidatore guarda un display compatto con diagonale da 5,3 pollici. Al centro della plancia troviamo il sistema di infotainment che fa affidamento su uno schermo da 10 pollici, mentre altri dettagli come i pulsanti a pianoforte sotto lo schermo e i comandi dei fari sono gli stessi che hanno debuttato sull’ultima Golf.

Delle tre batterie disponibili, rispettivamente da 45 kWh, 58 kWh e 77 kWh netti, la protagonista della prova era la versione intermedia che promette 426 km di autonomia. In città, in condizioni normali, abbiamo registrato un’autonomia di circa 330 km. In autostrada, a una media 130 km/h ha restituito un consumo di circa 22 Kwh/100 km con un’autonomia di circa 290 km. Il comfort a bordo è di tutto rispetto. L’assorbimento degli ammortizzatori è buono anche se la massa importante si fa sentire sulle buche più profonde e sui manti molto dissestati.

Quattro le modalità di guida: Eco, Comfort, Sport e Individual. A queste si aggiunge la Brake che aumenta il freno motore e di conseguenza il recupero di energia in rilascio e in frenata. In questa modalità il pedale del freno diventa superfluo, infatti, lasciando il gas, la vettura frena molto più energicamente.

Ricchissima la dotazione di serie (su tutti gli allestimenti) che può contare su front assist, lane assist e light assist, riconoscimento segnali, sensori anteriori e posteriori, sensore pioggia, keyless, retrovisori riscaldati, ripiegabili ed elettrici. Sempre inclusi anche Android Auto e Apple CarPlay wireless, schermo da 10″, strumentazione digitale da 5,3″, 3 anni di servizi We Connect, navigatore Discover Pro, ricarica wireless Qi, sedili anteriori riscaldabili, volante in pelle riscaldabile e luci Led con funzione cornering.

Dei sette livelli di equipaggiamento previsti, si parte dall’allestimento Life a 38.900 euro, per arrivare alla versione Max da 48.200 euro. Al top di gamma troviamo l’allestimento Tour, con batteria da 77 kWh e autonomia di 549 km, il suo prezzo è di 48.900 euro. Il motore ha sempre una potenza di 204 cavalli. È in vendita anche la 1st Edition in tre allestimenti particolari, sempre con batteria da 58 kWh, prezzi da 37.350 a 47.950 euro.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Maserati inaugura una nuova era commerciale integrando esperienze virtuali e tradizionali nel processo di acquisto: nasce il progetto OTO Retail, acronimo di “da offline a...

Motori

Il nuovo ContiRoadAttack 4 è in grado di combinare due mondi: grazie a un nuovissimo design, lo pneumatico supera facilmente i concorrenti diretti del...

Motori

Nissan Motor Co., Ltd. ha presentato Nissan Ambition 2030, la nuova visione aziendale di lungo termine per migliorare la mobilità e non solo. Rispondendo...

Motori

Nel 2021, si celebra il sessantesimo anniversario della Renault 4L, un modello di cui sono stati venduti oltre 8 milioni di unità in più...