Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Spettacolo

Il terremoto di Vanja, alla ricerca di Č̌echov: il debutto il 27 marzo su Nexo+ (il trailer)

In occasione della Giornata Mondiale del Teatro, debutta il 27 marzo su Nexo+, la piattaforma di contenuti in streaming per un tempo libero di qualità ideata da Nexo Digital, Il terremoto di Vanja, alla ricerca di Čechov un docufilm di Vinicio Marchioni, con la produzione esecutiva di Maurizio Vassallo e Pepsy Romanoff della casa di produzione Except, con la partecipazione di Anton e la collaborazione di Rai Cinema e Simone Isola, e con la voce narrante di Toni Servillo. Un omaggio al teatro, ai suoi protagonisti e ai suoi spettatori, in attesa di poter tornare presto a vedere gli spettacoli dal vivo.

In questo docu-film, attraverso le prove e la tournée dello spettacolo tratto da Zio Vanja di Anton Čechov fino alla replica al teatro ridotto de L’Aquila, Vinicio Marchioni ci accompagna nella provincia italiana distrutta dal terremoto e nei luoghi dello scrittore russo. Due anni di riprese nei maggiori teatri italiani, nelle zone terremotate di Onna, Poggio Picenze, L’Aquila, nella provincia marchigiana, dieci giorni di riprese in Russia. Marchioni apre allo spettatore il laboratorio creativo delle prove, mostra il dietro le quinte del suo fare teatro, insegue la sua passione/ossessione per Čechov fino ai luoghi più importanti nella vita dello scrittore russo.

A dieci anni dal terremoto che ha distrutto L’Aquila e a tre da quello di Amatrice, Il terremoto di Vanja, alla ricerca di Čechov parte dal capolavoro di Čechov – adattato per lo spettacolo nella provincia italiana distrutta dal terremotato assieme a Milena Mancini e all’autrice Letizia Russo – per indagare l’immobilità italiana post-terremoto attraverso lo sguardo tragicomico di Čechov, mostrando al pubblico la straordinaria forza umana dello scrittore e riportando l’attenzione sulle persone che ancora oggi combattono contro i danni subiti da quei tragici eventi. Grazie al dialogo ideale tra Marchioni e Čechov – a cui ha prestato la voce Toni Servillo – all’alternanza dei luoghi e delle situazioni filmate ora a colori, ora in bianco e nero e ai contributi di Andrej Končalovskij, Gabriele Salvatores e Fausto Malcovati, il documentario prende per mano lo spettatore e lo conduce in un molteplice viaggio: all’interno del lavoro teatrale, nei luoghi del terremoto, nelle parole e nell’anima di Anton Čechov. Il terremoto di Vanja, alla ricerca di Čechov è un docufilm che mescola generi e linguaggi. Ma è soprattutto un semplice atto d’amore, verso il teatro, la letteratura e gli esseri umani che resistono.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Spettacolo

A sei anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, rapito al Cairo nel giorno del quinto anniversario delle proteste di piazza Tahrir, e ritrovato senza...

Spettacolo

Il nuovo singolo di Cesare Cremonini, “La ragazza del futuro”, è disponibile da ora su tutte le piattaforme digitali e in radio. Il brano...

Spettacolo

“DISUMANO”, uscito venerdì 26 novembre, dopo aver conquistato il primo posto della classifica FIMI/GFK dei dischi più venduti e la Posizione #1 nella classifica dei...

Motori

Nel lontano marzo 1961, la Jaguar E-type fece il suo debutto mondiale al Salone di Ginevra. Esattamente in quella data, 60 anni fa, nasceva un...