Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Moda

INTIMISSIMI AI21 lana e seta: fibra più calda, infiniti colori

Per la stagione Autunno – Inverno 2021/2022 Intimissimi presenta la fibra Lana e Seta che aggiunge alla sua già ampia proposta nuove nuance di tendenza e silhouette essenziali: una maglieria dalle forme semplici ma che alla base ha tessuti unici che fanno la differenza.

In questa campagna si sceglie di dare forza ad un modello iconico, il collo alto, declinato nelle novità della stagione che vede arricchirsi la palette colori non solo di nuove nuance ma anche di una nuova fantasia a righe in due tonalità: cammello e grigio dégradé. Ancora una volta, il calore e la morbidezza della lana si fondono con la delicatezza e il comfort della seta per una maglieria moderna e dinamica, ideale per la donna Intimissimi che vuole sentirsi bene con sé stessa in ogni occasione.

La nuova collezione non parla solo di nuance ma presenta anche cinque modelli inediti, privi di cuciture sui fianchi, per il massimo comfort. Due nuove canotte: una con profonda scollatura a U profilata in raso di seta, l’altra rifinita in pizzo su scollo e spalline. A rendere unico quest’ultimo capo è la possibilità d’indossarlo front-back scollo a V davanti e stondato sulla schiena o viceversa.
New entry in collezione – nelle varianti colore del basico -, si aggiungono la maglia a girocollo o con scollo a madonna, pezzi trasversali pensati per poter essere adattati ad ogni look.

Fin dalla sua fondazione Intimissimi si è distinto non solo per la qualità e la bellezza dei propri capi, ma anche per il profondo controllo della filiera produttiva. Il 94% degli articoli presenti nei negozi Intimissimi, infatti, è prodotto in fabbriche di proprietà in Italia e all’estero. Questa decisione consente la gestione coordinata della produzione con le altre fasi della filiera, la dedizione totale alle esigenze del brand e l’eliminazione degli intermediari. In questo modo è possibile mantenere un’elevata qualità ad un prezzo accessibile. Questo modello di business comporta grandi investimenti e la possibilità di offrire posti di lavoro ad un ampio numero di dipendenti, a beneficio delle comunità che ospitano le aziende. In questo modo è possibile garantire un ottimo ambiente lavorativo all’interno delle fabbriche ed il rispetto dei diritti umani delle persone che ci lavorano.

Questo approccio trasparente si concretizza ancora di più nello shop online grazie alla presenza di una sezione denominata “tracciabilità” nella scheda prodotto di ogni capo, dove vengono riportati i dettagli delle strutture di proprietà in cui tale capo è stato fabbricato. I clienti, in questo modo, possono ottenere numerose informazioni circa lo stabilimento, le fasi produttive, l’impegno rispetto alle tematiche di sostenibilita e le storie delle persone che hanno partecipato alla produzione degli articoli. L’unione tra il percorso di #sostenibilita del brand e le caratteristiche di controllo della filiera hanno permesso di fare un passo avanti nella trasparenza delle attività Intimissimi nei confronti dei clienti.

Nello specifico, gli articoli maglieria vengono prodotti negli stabilimenti Gordon (Serbia), Vavuniya (Sri Lanka) e Zalli (Bulgaria). I capi arrivano poi al polo logistico di Vallese di Oppeano (Italia) per essere infine spediti nei negozi di tutto il mondo.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Beauty

Decidere cosa regalare a Natale non è mai stato così semplice. Pandora, come ogni anno, ha creato una collezione pensata appositamente per tutti gli...

Moda

Questa stagione delle feste è destinata ad essere molto attesa e particolarmente speciale. Per catturare ed esprimere la gioia di incontrare di nuovo i...

Moda

Patrick Dempsey, brand Ambassador di Porsche Design Eyewear, presenta la nuova limited Air Spring Collection. Attore, regista, pilota o atleta, Patrick Dempsey ha sempre...

Motori

Nokian Tyres è stato il primo al mondo a realizzare nel 1934 lo pneumatico invernale, per esigenze di sicurezza relative alle difficili condizioni dell’inverno...