Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Jeep Gladiator: il pick up per vivere tutte le emozioni dell’estate

In oltre ottant’anni di storia, Jeep ha aperto nuove strade e ha inaugurato nuovi segmenti e nuove tecnologie, con la prima produzione in serie di veicoli 4×4 e con l’introduzione del primo SUV, nel 1949. Il primo Jeep Pickup risale invece al 1947, e oggi Jeep Gladiator rappresenta un’evoluzione del concetto originario: un mezzo concepito per il lavoro abbina oggi alla natura professionale una vocazione lifestyle, diventando il partner perfetto per attività e avventure fuori dall’ordinario.

Jeep Gladiator, il versatile pick up che condivide il DNA della Jeep Wrangler in termini di impareggiabile capability all terrain e libertà di guida open air. I suoi caratteristici stilemi che rappresentano la filosofia Jeep lo rendono uno strumento unico per vivere pienamente l’outdoor. Al tempo stesso, si tratta di un modello che è stato specificamente progettato e ingegnerizzato per essere al 100% un pick up e consentire di poter “andare ovunque e fare qualsiasi cosa” grazie a contenuti tecnologici avanzati, un motore potente ed efficiente, praticità e flessibilità nel trasporto di carico.
Gladiator è letteralmente in grado di muoversi ovunque, attirando ovunque gli sguardi, ed è prestazionale e capiente. La sua portata massima è infatti di 565 kg, e la sua capacità di traino arriva a 2.721 kg. L’area di carico, rivestita di materiale antiscivolo e dotata di sistema di illuminazione a LED, presa di corrente esterna impermeabile da 230 V (disponibile a richiesta) e robusti fermi integrati, offre un volume di 1.005 litri: è lunga più di un metro e mezzo a ribaltina chiusa, supera i 2 metri a ribaltina aperta, e la larghezza è di 1,44 metri. Questi dati sottolineano come Gladiator sia capace di rispondere a ogni esigenza.

Grazie al telaio a longheroni (body-on-frame) e a sospensioni a cinque punti di ancoraggio, Gladiator garantisce capacità 4×4 di riferimento, assicurando al contempo comfort di guida su strada ed elevata sicurezza per i passeggeri. In particolare, il design a longheroni utilizza materiali e tecniche ingegneristiche avanzatissime per risultare leggerissimo e al contempo rigido e resistente. Il telaio in acciaio altoresistenziale è 78,7 cm più lungo di quello di una Jeep Wrangler a 4 porte, mentre il passo è più lungo di 49,2 cm; quest’ultima caratteristica, in abbinamento al posizionamento del cassone in posizione arretrata rispetto alla linea di mezzeria dell’assale posteriore, consente di ottenere una migliore distribuzione del peso e una guida più fluida durante il trasporto di carico.

A tutto ciò si aggiunge l’inconfondibile design Jeep, contraddistinto da linee scolpite e dai tradizionali tratti stilistici che hanno reso il brand un’icona globale, oltre agli elementi funzionali che da sempre caratterizzano Wrangler: dai fari circolari alla griglia a sette feritoie – con feritoie un po’ più ampie e griglia leggermente inclinata –; dai passaruota trapezoidali alle cerniere a vista; sino alle numerose soluzioni possibili per vivere l’avventura open-air, come dimostrano le diverse combinazioni tra parabrezza e copertura superiore che consentono al cliente infinite possibilità di configurazione: hard top a tre pannelli, soft top e senza tetto. L’affinità con Wrangler non si esaurisce agli espetti estetici: Gladiator ne condivide il DNA anche in termini di impareggiabile capability all-terrain – merito del sistema di trazione Selec-Trac, assali Dana 44 di terza generazione e dotazioni specifiche per l’off-road. Incarna dunque perfettamente la doppia anima del marchio Jeep: quella più avventurosa, grazie alla tecnologia affinata in 81 anni sui percorsi più impervi; e quella più raffinata, da cui deriva la premiumness Jeep che, attraverso interni pregiati ed esterni dalla forte personalità, consentono ai suoi SUV di farsi notare anche nei contesti più esclusivi e rinomati.

Infine, sono di serie fari anteriori e posteriori e fendinebbia a LED dotati di una luce bianca estremamente nitida e rendono inconfondibile il look della Gladiator. Non manca, ovviamente, la tecnologia più sofisticata, in termini di infotainment e sicurezza; un impianto audio Alpine con subwoofer, cassa wireless portatile, ricaricabile in marcia e completamente impermeabile, il meglio della connettività con il sistema Uconnect con Apple CarPlay, Android Auto e touchscreen da 8,4”, e dotazioni come Blind-spot Monitoring e Rear Cross Path Detection, Forward Collision Warning Plus, Adaptive Cruise Control, telecamera posteriore ParkView con griglia dinamica.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Dopo il recente lancio della nuova Mazda CX-60 PHEV, la Casa di Hiroshima ha annunciato che sarà disponibile anche un nuovo, potente, pulito ed...

Motori

Ford Bronco, una leggenda tutta americana, è pronta a sbarcare in Europa. L’Ovale Blu ha annunciato oggi che il SUV 4×4 dalle capacità off-road...

Società

Parola chiave partecipazione, ma anche impegno concreto per una città più verde, sostenibile e inclusiva. Alle porte di Roma, nella Riserva Natura dell’Aniene, nasce il Bosco...

Motori

Vespa ha rappresentato da sempre la gioia di vivere e di correre incontro al futuro, tecnologicamente all’avanguardia e sempre anticipando le tendenze pur rimanendo...