Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Kia Rio: tecnologia mild-hybrid e nuovo design

La quarta generazione di Kia Rio, si presenta con importanti aggiornamenti tecnologici, un look esterno più moderno, interni ancora più curati e dotazioni di sicurezza e infotainment che sono propri di modelli di categoria superiore. Noi l’abbiamo provata nella versione Mild Hybrid 100CV in allestimento GT Line.

Grazie al frontale dal carattere più sportivo perfettamente integrato con il resto del corpo vettura, la ricerca della quota stilistica punta verso un approccio più raffinato ed elegante.

L’iconica griglia “tiger nose” è stata ridotta nelle dimensioni e abbinata ad un paraurti anteriore più basso e più largo con un nuovo caratteristico alloggiamento dei proiettori fendinebbia, il tutto al fine di creare un nuovo equilibrio nel design del frontale vettura. Due i nuovi colori esterni aggiunti per la nuova gamma di Rio: Perennial Grey e Sporty Blue. Il numero totale di opzioni della paletta colori, a seconda delle specifiche e del mercato, conta quindi ben nove cromie.

L’abitacolo della rinnovata Rio è stato anch’esso oggetto di un minuzioso e attento lavoro di affinamento così da incrementare la qualità della vita a bordo. I modelli GT-Line sono offerti con interni monocromatici neri con profili bianchi che vengono ripresi in medesima tinta sui sedili. Il cruscotto invece si presenta con un effetto fibra di carbonio, per un impatto visivo deciso che strizza l’occhio a chi al dinamismo e alla leggerezza è molto sensibile. Oltre ad aggiornamenti visivi e materiali, al nuovo widescreen da 8,0 pollici, debutta il display digitale da 4,2 pollici ad alta risoluzione nel quadro strumenti del conducente che offre una lettura sensibilmente migliorata.
Il display touchscreen, quindi più grande, e offre display audio o navigazione satellitare a seconda delle specifiche di allestimento. Il nuovo sistema è dotato di multi-connessione Bluetooth, che permette agli utenti di accoppiare fino a due dispositivi mobili contemporaneamente: uno per telefono, vivavoce e uso multimediale; l’altro solo per uso multimediale.

La vettura è ora dotata di un sistema di navigazione touchscreen di ultimissima generazione con l’innovativo UVO Connect “Phase II”, che porta con sé migliorie sia dal punto di vista della connettività che in termini di confort di bordo e sicurezza. UVO Connect “Phase II” di Rio offre inoltre l’accesso a una gamma di servizi di bordo evoluti che vanno oltre alle sole informazioni sul traffico in tempo reale, previsioni meteorologiche, punti di interesse (PDI) e prezzi del carburante, bensì permette anche di avere informazioni su parcheggi incluso prezzo, posizione e disponibilità. Il sistema include anche il riconoscimento vocale online.

Dal punto di vista degli aiuti alla guida, a seconda delle specifiche, la nuova Rio ha mantenimento attivo di corsia Lane Following Assist, Smart Cruise Control, frenata automatica di emergenza con riconoscimento di pedoni, veicoli e ciclisti Forward Collision-Avoidance Assist e monitoraggio angolo cieco Blind-Spot Collision-Avoidance Assist. fino a raggiungere, in autostrada e fino a 180 km/h, una guida semi autonoma di livello 2 (se l’auto è dotata di cambio DCT7).

La quarta generazione di Rio si presenta con l’introduzione della tecnologia MHEV (Mild Hybrid Electric Vehicle) come già proposto su Sportage con le motorizzazioni diesel. A differenza però del Suv di segmento C di Kia, lo schema ” EcoDynamics+” questa volta prevede una catena cinematica composta dal nuovo motore T-GDi “Smartstream” di 1 litro di cilindrata con iniezione diretta di benzina e sovralimentazione mediante turbocompressore, accoppiato a un motogeneratore elettrico e da una batteria compatta agli ioni di litio da 48 volt. Il sistema è abbinato alla speciale trasmissione intelligente iMT, che replica il comportamento di un cambio automatico attraverso la tecnica del “coasting”, che fa procedere la vettura a motore spento con la spinta dell’inerzia quando si solleva il piede dall’acceleratore: in questo caso la Rio disinnesta la frizione e spegne automaticamente il motore, permettendo di “veleggiare” e di abbattere il consumo di carburante.

La gamma è composta dalle versioni Urban, Style e GT Line con un prezzo – per l’entry level – che parte da 15.950. In questo caso – offerto esclusivamente con motorizzazione 1.2 GPL – gli equipaggiamenti comprendono alzacristalli elettrici anteriori, climatizzatore manuale, cerchi in acciaio da 15 pollci e radio compact DAB. Al top della gamma Rio si colloca invece l’allestimento GT Line proposto a 20.000 euro nella motorizzazione 1.0 MHEV 100 Cv iMT e a 21.750 con la taratura da 120 Cv e cambio DCT.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Motori

EV6, la rivoluzionaria crossover di Kia 100% elettrica, cambia le regole della mobilità a zero emissioni in virtù dei suoi contenuti, proponendosi come una...

Motori

La famiglia Ceed di Kia si rinnova, per il 2021,  grazie a mirati interventi a livello stilistico e non solo, per un’immagine ed una...

Test

Si è rinnovata alla fine del 2020 presentando un affinamento estetico, interni migliorati, un sistema d’infotainment di ultima generazione, una nuova architettura del veicolo...

Test

La Ford Kuga è una delle protagoniste del segmento C-SUV e la sua terza generazione introduce la tecnologia ibrida e un design totalmente rivisto....