Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Megane E-Tech: autentica “Renaulution”

Con l’introduzione della Megane E-Tech, Renault ha dato il via alla “Renaulution”, un termine coniato proprio dalla Casa della Losanga per sottolineare l’ambizione di recitare un ruolo da protagonista nel campo dei veicoli elettrici.

La nuova Mégane E-Tech è una vettura totalmente nuova che rompe definitivamente il legame con il passato. Della vecchia Mégane non rimane più nulla.

Con il passo allungato (2,70 m per una lunghezza totale di 4,21 m) e gli sbalzi ridotti della nuova piattaforma modulare CMF-EV, Nuova Mégane E-TECH Electric presenta proporzioni inedite, cha hanno dato ai designer la possibilità di progettare una berlina dinamica con un ingombro ben architettato. La batteria estremamente piatta (soli 110 mm!) ha permesso di assottigliare le proporzioni esterne, ma anche di spingere oltre i limiti del rapporto dimensioni esterne/abitabilità interna, abbassando il centro di gravità per una guida più piacevole e dinamica.

L’altezza contenuta, il tetto spiovente, i pneumatici dai fianchi stretti, i paraurti scolpiti con le prese d’aria all’anteriore e linee distintive al posteriore integrate alle parti laterali contribuiscono a trasmettere visivamente tutta l’aerodinamicità del veicolo ma anche, concretamente, ad ottimizzare la sua efficienza.

Il veicolo inaugura nuove firme luminose, assolutamente “elettrizzanti”, che si estendono fino al logo centrale, per accentuare il design dinamico. All’anteriore, le luci diurne sembrano fuoriuscire dai fari e correre fino alle prese d’aria laterali del paraurti. Al posteriore, tanti filamenti micro-ottici tagliati al laser costituiscono due intrecci striati che creano un effetto 3D filigranato: le linee che si incrociano sembrano vibrare, come se fossero vive. Oltre agli indicatori di direzione dinamici molto eleganti, le luci di stop si presentano come due linee sovrapposte, come un segno di “pausa”.

L’interno è un trionfo di tecnologia. La sequenza di benvenuto proposta da Nuova Mégane E-TECH Electric si conclude quando il conducente prende posto sul sedile. La dashboard OpenR, che comprende il driver display del cruscotto e il display multimediale in posizione centrale, si accende mostrando il logo e il nome della Marca. Si attiva l’ambient lighting che mette in risalto il posto guida, mentre gli altoparlanti emettono il nuovo suono che identifica l’identità Renault per dare il benvenuto a bordo. L’accesso alla vettura, hands free, è agevole, così come la bocca di carico per il baule.

Ottimo l’infotainment, molto fluido e intuitivo. Il sistema operativo è Android Automotive su base Android 10, c’è il Play Store per scaricare nuove app, si aggiorna tramite OTA, l’interfaccia è facile e comprensibile, gli schermi sono in alta risoluzione e l’integrazione tra schermo centrale e schermo della strumentazione è praticamente perfetta. Un esempio: Le “mappe” di Google sanno quanta autonomia abbiamo, quanto stiamo consumando e in che modo.

Su strada, la potenza dei 220 CV / 162 KW si fa sentire grazie a un’erogazione brillante in grado di far raggiungere alla vettura lo 0-100 in 7,4 sec. Lo sterzo è comodo e diretto e regala alla Mégane una buona agilità tra le curve. Gli ammortizzatori sono adattivi, ma anche in Sport resta più incline al comfort. La batteria, realizzata con celle LG, pesa 395 chilogrammi e ha il raffreddamento attivo a liquido per gestirla. Questo consente di arrivare fino a 130 kW in corrente continua, a patto di scegliere la batteria da 60 kWh. Chi sceglie la 40 kWh si limita a ricarica a 85 kW in DC. Durante il nostro test abbiamo percorso circa 380 Km con una ricarica ma con un piede “leggero” siamo convinti che si possa fare anche meglio.

Il listino della Megane E-Tech va da 36.800 euro fino a 45.300€ per la top di gamma, Iconic con batteria da 60 kWh.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

McLaren ha scelto la tredicesima edizione del Prado Zoute Grandprix, dal 6 al 9 ottobre 2022 a Knokke Heist, per presentare in Belgio, un’accattivante...

Motori

Nuovo record per il Pirelli P Zero Trofeo R: con la Lamborghini Urus Performante ha conquistato la salita della Pikes Peak International Hill Climb...

Motori

Tre giorni in Versilia all’insegna della guida in fuoristrada, la gamma di SUV più premiata di sempre, oggi anche in versione Plug-In Hybrid con...

Motori

La nascita di una nuova Vespa è sempre un evento epocale perché continua una storia di straordinario successo, fondata sui valori di stile e...