Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Mercedes Classe A 180d: diesel parco e confortevole

Con la nuova generazione di Classe A, Mercedes ha stabilito un nuovo punto di riferimento per le vetture di segmento C, puntando su stile, qualità e, soprattutto, tecnologia.

La Classe A ha aggiunto la variante ibrida plug-in alla sua gamma, ma a listino rimane la variante diesel 180d con un 2 litri Mercedes che sostituisce il 1.5 precedente di origine Renault. Noi l’abbiamo provata.

Dal punto di vista del design è sicuramente una concorrente da temere per le rivali del segmento. Il frontale è stato ribassato e reso quasi affilato con i gruppi ottici full-led che si estendono in lunghezza fino ai passaruota. Bella la calandra dotata di pin effetto Matrix con un profilo circolare che gira attorno al logo della Stella. Le tre prese d’aria, nella parte inferiore, allargano la vettura e la rendono aggressiva. La vista laterale è appagante grazie, come detto, alla fluidità delle linee e a nuove proporzioni.

All’interno la Classe A è super moderna. Il quadro strumenti e il display dell’infotainment sono raccolti dietro una superficie trasparente. Sicuramente un gran colpo d’occhio. La qualità dei materiali quali pelle e plastiche morbide è indiscutibile così come la comodità dei numerosi vani portaoggetti distribuiti sia all’anteriore che al posteriore. Protagonista assoluto dell’abitacolo, il “Mercedes Benz User Experience”, meglio noto come MBUX. Il sistema introduce nuovi concetti di personalizzazione e praticità, permettendo al guidatore di visualizzare, su due schermi (7″ di serie, 10,25″ sulla vettura del nostro test) posizionati al di sopra della plancia, tutte le informazioni utili per il viaggio suddivise in tre diversi livelli. Il tutto è controllabile tramite dei touchpad integrati sul tunnel centrale e sul volante, oltre che con un sistema di comandi vocali portati a un livello superiore. In pratica, una volta acceso il veicolo basta dire «Hey Mercedes» per attivare l’assistente vocale, pronto a soddisfare varie richieste.

Come detto, adesso la compatta della Stella monta un 2 litri “fatto in casa”, depotenziato rispetto alle varianti da 150 e 190 CV, ma comunque con una coppia di 280 Nm, e 116 CV, che rispondono prontamente in ogni condizione. Su strada è molto comoda e silenziosa e mostra grandi doti da stradista anche grazie a consumi parchi (circa 19 km/l) in tutte le condizioni

Il pacchetto ADAS è molto evoluto, come testimonia, ad esempio, il fatto che la vettura sia in grado di riconoscere le rotatorie e gli incroci, riducendo in modo autonomo la velocità prima dell’inserimento e segnalandolo sullo schermo centrale.

Il listino della Classe A 180d parte da poco meno di 29.000 euro della variante Executive con cambio manuale a 6 rapporti fino ad arrivare a circa 37.000 euro per la versione Premium con trasmissione automatica.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Test

L’evoluzione della mobilità elettrificata ha visto recentemente l’arrivo sul mercato di una protagonista assoluta, la nuova Kia Niro, vettura ambasciatrice della filosofia eco-friendly del...

Motori

Apollo Tyres ha confermato che nel corso del 2022 lancerà un nuovo pneumatico premium all-season Vredestein, realizzato appositamente per i veicoli elettrici. Per garantire...

Motori

Londra 24 giugno 2022 – Maserati Grecale debutta sulle strade della Gran Bretagna in occasione del 28° Goodwood Festival of Speed, partecipando alla celebre cronoscalata nella First...

Motori

“L’industria automobilistica sta attraversando una fase di profonda trasformazione e i nuovi modelli di veicoli elettrici vengono introdotti a ritmo serrato. Siamo coinvolti in...