Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Mercedes GLB: comfort e sicurezza anche a 7 posti

È l’ottavo membro della famiglia di compatte della Stella. Un SUV versatile e spazioso, ideale per la famiglia e il tempo libero. Mercedes GLB si posiziona tra la più piccola GLA e la GLC ed è disponibile a richiesta anche in versione sette posti. Con un passo di 2.829 millimetri, maggiore di dieci centimetri rispetto alla nuova Classe B, GLB è basato sulla piattaforma MFA2 condivisa con Classe A e GLA e rispetto a quest’ultima cresce di 20 cm in lunghezza per un totale di 4 metri e 63 cm (3 cm in meno della GLC).

La somiglianza con la sorella maggiore GLC è evidente, anche se le forme che presenta sono più nette e spigolose. Nel design, orientato più alla guida “fuoristrada” spiccano linee squadrate con bordi stondati, come quelle dei gruppi ottici Full LED e dei passaruota, che danno al SUV un look meno “cattivo” rispetto ai modelli al top della gamma. Il frontale è massiccio e si sviluppa in verticale. La vista laterale è dominata da spalle muscolose e ben modellate accentuate dalla linea di cintura ascendente all’altezza del montante posteriore (un dislivello che esteticamente non convince). Il posteriore, muscoloso, presenta due sottili fari a LED e un inserto di protezione dal quale vengono fuori i due terminali di scarico.

All’interno dell’abitacolo si respira la solita aria “premium” delle vetture della Stella grazie a materiali e assemblaggi di alto livello. La plancia portastrumenti è un corpo unico da cui pare sia stata “tagliata via” una parte nella zona del guidatore e del passeggero anteriore. Davanti al conducente si trova la plancia con display widescreen, che per i comandi e la visualizzazione si affida al sistema MBUX (Mercedes-Benz User Experience). Questo si sviluppa senza soluzione di continuità su due schermi da 10,25″ affiancati: davanti al conducente un quadro strumenti interamente digitale e personalizzabile, utile per avere sotto controllo i parametri della vettura. Al centro, il sistema di infotainment: connettività, navigazione con realtà aumentata, applicazioni e assistente vocale “Hey Mercedes” che permette di fare richieste usando frasi naturali e non preimpostate: è sufficiente, ad esempio dire “ho freddo” per alzare automaticamente la temperatura all’interno dell’abitacolo. Tutto può essere visualizzato anche sul driver display, sempre da 10,25 pollici, completamente personalizzabile nell’interfaccia e nelle informazioni visualizzate.

Dal punto di vista dell’abitabilità, il passo abbondante rende possibile tantissimo spazio all’interno. L’abitabilità posteriore è veramente ottima con tanto spazio per gambe e testa. Le sedute sono confortevoli e offrono la possibilità di inclinare lo schienale. C’è anche la possibilità di configurazione a 7 posti (optional da circa 1000 euro), con la seconda fila di sedili posteriori a scomparsa, che può ospitare due passeggeri di altezza non superiore a 1,70 metri.

Il vano bagagli offre lo spazio di carico di una Station Wagon, con un volume compre­so tra 560 e 1.755 litri (valori riferiti alla versione cinque posti). A richiesta, la seconda fila di sedili scorre in senso longitudinale, mentre l’inclinazione degli schienali è regolabile già di serie su più posizioni. Si ottengono così fino a 179 litri di capacità in più, che consentono un uso estremamente versatile del bagagliaio. Il vano e comodo grazie a una soglia bassa e al portellone Easy Pack ad apertura elettrica. Tra i tanti ADAS di livello 2 troviamo la frenata automatica d’emergenza, monitoraggio angolo cieco, Cruise Control adattivo con funzione di arresto e ripartenza automatici e mantenimento attivo di corsia. Presente anche il sistema antisbandamento che agisce sui freni e non sullo sterzo, in caso di “invasione” della corsia opposta.

La Merceds GLB 2020 è disponibile con la sola motorizzazione 2.0 litri diesel disponibile in tre potenze (180d da 116 cv, 200d da 150 e 220d da 190) e con cambio automatico doppia frizione 8G-DCT ad 8 rapporti. Noi abbiamo provato la versione da 200d con trazione anteriore e siamo rimasti piacevolmente colpiti più dalle doti di manegevolezza, a dispetto del peso (circa 1600 Kg), che dalle prestazioni del propulsore. Bene lo sterzo che risulta leggero ma anche diretto e preciso, soprattutto selezionando la modalità “Sport” e il cambio automatico a doppia frizione 8G DCT veloce e fluido nei cambi di marcia. Ottimo davvero il sistema delle sospensioni che restituisce una sensazione di guida assolutamente rilassata e senza il minimo “scossone” dato dalle imperfezioni dell’asfalto.

La nuova Mercedes GLB è disponibile in 5 allestimenti: Executive, Business, Sport, Premium e Sport Plus. Sono presenti, inoltre, un modello speciale, l’Edition 1, in tiratura limitata, e lo sportivo 35 AMG, con motore 2.0 turbobenzina da 306 CV. Il listino italiano parte da 35.387 euro per la versione entry level.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare