Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

MINI Paddy Hopkirk Edition, un omaggio al “re” di Montecarlo

Sono passati 56 anni, ma i ricordi del grande trionfo ottenuto dalla piccola vettura con il numero 37 non sono sbiaditi. Nel 1964, la classica Mini Cooper S ottenne la prima di tre vittorie complessive al leggendario Rally di Monte Carlo. Al volante: l’allora trentenne pilota di rally nordirlandese Patrick “Paddy” Hopkirk.

In suo onore, MINI presenta ora un modello con design esclusivo e caratteristiche di equipaggiamento per celebrare uno dei risultati più spettacolari nella storia delle corse automobilistiche internazionali. Un inconfondibile ricordo del colpo di stato di Hopkirk a bordo della Mini classica è il numero 37 dell’auto vincente, che è raffigurato in forma stilizzata sulle portiere del pilota e del passeggero del modello in edizione.

La MINI Paddy Hopkirk Edition è disponibile da ottobre 2020 per modelli selezionati come MINI Cooper S 3 porte, MINI Cooper S 5 porte e la MINI John Cooper Works. Come il famoso numero di partenza e il potente motore, la carrozzeria in Chili Red e il tetto bianco del modello in edizione si ispirano al modello storico.

Il modello in edizione combina la sua vernice esterna che richiama quella della vincitrice del rally con cerchi in lega leggera John Cooper Works da 17 pollici nel design Track Spoke Black o cerchi forgiati in lega leggera John Cooper Works da 18 pollici in Design opaco Cross Spoke Jet Black e numerose altre accentuazioni in colori scuri. Il telaio e il rinforzo orizzontale della griglia del radiatore sono rifiniti in nero lucido, così come gli inserti per le prese d’aria inferiori, l’apertura nel cofano, le maniglie delle porte, lo sportello del serbatoio del carburante, la maniglia del portellone, i loghi MINI anteriori e posteriori, nonché le cornici per i fari e le luci posteriori.

Il numero di partenza 37 appare anche sui side scuttles. Altre caratteristiche inconfondibili all’esterno sono i fari a LED e le luci posteriori in design Union Jack, adesivi con la scritta “Paddy Hopkirk Monte Carlo” e un’unica striscia bianca del cofano sul lato del pilota, che come il portellone del modello in edizione porta la firma del vincitore del “Monte” del 1946. Inoltre, la famosa combinazione di numeri e lettere 33 EJB della targa dell’auto vincitrice di Monte Carlo del 1964 è mostrata sulla fascia del cofano tramite una grafica ad effetto 3D.

La firma di Hopkirk appare anche sulla modanatura decorativa sul lato passeggero, che fa parte delle superfici interne lucide Piano Black. Un’altra caratteristica esclusiva del design sono i sottoporta MINI LED con il nome “Paddy Hopkirk”. Il MINI Excitement Package e il Comfort Access sono inclusi anche nella MINI Paddy Hopkirk Edition. Una configurazione specifica del mercato include anche i fari ausiliari in Piano Black, un coprichiave con il numero di partenza 37 e il Waistline Finisher in Piano Black per le modanature tra la carrozzeria e il tetto. Inoltre, il modello in edizione può essere adattato allo stile personale del conducente in modo da creare un esemplare del tutto unico. Per ottimizzare il piacere di guida, il comfort e lo stile individuale, quasi tutti gli articoli dalla gamma di optional extra per la MINI 3 porte e la MINI 5 porte sono disponibili.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Dalle immagini presentate lo scorso anno per il 50° anniversario della partecipazione di Nissan all’East African Rally, JUKE Hybrid Rally Tribute si è trasformato...

Sport

Da 45 anni, Sparco veste piloti e equipaggia le migliori auto da competizione sportiva nelle maggiori serie mondiali dalla F1 al WRC passando per...

Sport

Giunto all’undicesima edizione consecutiva, il campionato monomarca MINI Challenge 2022 scalda i motori per avviare una stagione all’insegna della sfida. Anche quest’anno, MINI Italia...

Sport

La storia di Toyota è stata da sempre legata a doppio filo al motorsport. Dalla prima vittoria nel Rally di Giappone nel 1958, ai...