Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Società

Motorola e AC Monza insieme a Telefono Rosa

Con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza pubblica e sensibilizzare l’opinione sul tema della violenza contro le donne, Motorola, sponsor ufficiale dell’AC Monza, ha destinato lo spazio sul petto delle maglie della squadra biancorossa per ospitare testimonianze significative di vittime di violenza che si sono rivolte a Telefono Rosa.

Le oltre 4000 chiamate ricevute nei primi 9 mesi del 2023 al numero del servizio pubblico antiviolenza e stalking 1522, con un aumento del 15%, confermano l’andamento crescente della violenza contro le donne, soprattutto tra i giovani. L’età media delle persone che cercano aiuto presso il servizio sta drasticamente diminuendo, con una su quattro donne che ha meno di 29 anni.

Questa tendenza richiede interventi concreti per prevenire e contrastare le cause sottostanti, sottolineando l’importanza di strategie mirate all’educazione, alla sensibilizzazione e al sostegno degli operatori del settore.

In un’epoca in cui le attività dei brand hanno un impatto sulla percezione della collettività, le aziende hanno l’opportunità di contribuire a sostenere responsabilmente le cause sociali del Paese in cui operano, facendo leva sui propri valori e asset”, ha affermato Carlo Barlocco, Amministratore Delegato di Motorola che aggiunge Per questo abbiamo deciso di amplificare l’impegno di un’organizzazione che, con estrema determinazione da decenni combatte uno dei principali fenomeni che sta ferendo la nostra società, la violenza contro le donne”

Motorola ha scelto di contribuire a sostenere l’attività di Telefono Rosa. Insieme, hanno sviluppato una campagna di comunicazione rivolta agli uomini per sensibilizzarli sulle conseguenze della violenza contro le donne, scegliendo uno dei mezzi di comunicazioni più visibile al target maschile, le magliette di calcio.

Così, in occasione della partita Monza-Torino dell’11 novembre, i giocatori di AC Monza scenderanno in campo con una maglietta speciale, con un messaggio che rappresenta l’intera campagna di sensibilizzazione: “Era l’uomo dei miei sogni, oggi è il mio incubo”.

A supporto della campagna, sono state sviluppate diverse magliette ed ognuna ospita un messaggio differente raccolto da Telefono Rosa, per testimonia le diverse storie di violenza: “Se è amore, perché fa così male?”, “Mi ripete che sono sua, ma io non sono un oggetto”, “Ho provato a scappare, ma mi ha sempre trovata”, “Sono rimasta con lui, solo per la paura di perdere mio figlio”, “A farmi più male era la vergogna”, “Sei solo una pazza, non ti crederà nessuno”, “Era gentile con tutti, ma a casa era un mostro”, “Per lui non valevo nulla e alla fine ci ho creduto”, “Pensavo fossero amici, perché mi hanno fatto questo?”, “Non mi lega più nulla a lui, solo la paura”.

Il fiocco bianco inserito sulle maglie, inoltre, rappresenta l’impegno degli uomini a manifestare la propria opposizione contro la violenza sulle donne.

Al termine della partita, le maglie saranno messe all’asta su LiveOnlus fino al 25 novembre e il ricavato sarà devoluto a Telefono Rosa per contribuire a sostenere l’importante attività a tutela delle donne.

Abbiamo voluto dare voce a tutte quelle donne vittima di violenza, mettendo a disposizione il mezzo di comunicazione più rilevante a nostra disposizione, le magliette di una squadra di calcio, con l’obiettivo di sensibilizzare gli uomini e far comprendere la gravità del fenomeno” ha dichiarato Giorgia Bulgarella, Marketing Manager di Motorola Italia.

“Si pensa sempre che solo noi donne dobbiamo occuparci di violenza. Purtroppo, la violenza di genere è un fenomeno culturale e sociale che colpisce tutti e tutte. Per questo siamo contente di rivolgerci agli uomini, per sensibilizzarli e sperare che siano al nostro fianco nella lotta. Non c’è modo migliore per farlo che quello di utilizzare il gioco del calcio.” Afferma la Presidente di Telefono Rosa Maria Gabriella Carnieri Moscatelli. “Siamo davvero grate di partecipare ad un progetto così importante. Attraverso le magliette i giocatori faranno sentire in campo la voce di tante donne che purtroppo subiscono in silenzio. Da sempre crediamo che lo sport sia uno strumento essenziale per veicolare messaggi fondamentali.”

Adriano Galliani, Amministratore Delegato AC Monza, ha commentato: “Siamo orgogliosi di avere al nostro fianco un Official Sponsor come Motorola con il quale condividiamo valori sociali e grande senso di responsabilità. Questa iniziativa, unica nel suo genere, è di grande impatto perché la maglia da gara è da sempre lo strumento più visibile nel mondo del calcio. Auspichiamo di sensibilizzare il pubblico verso questo grave problema sociale e al tempo stesso di dare un aiuto concreto all’associazione Telefono Rosa nella sua attività a tutela delle donne“.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Società

La House of BMW, nata come progetto di marketing relazionale ed esperienziale il 7 dicembre del 2021 a Milano, diventa una pubblicazione che sarà...

Società

Per il 13° anno, Suzuki, nell’ambito delle attività green che organizza, per celebrare la Giornata Mondiale della Terra, ha invitato i suoi dipendenti a...

Motori

Quest’anno Fiat spegne 125 candeline dalla sua fondazione e quasi a festeggiare questa ricorrenza, diventa partner di Torino Capitale della cultura d’impresa 2024, la...

Società

L’Automobile Club d’Italia e l’Automobile Club Sassari avranno la propria “Comunità Energetica Rinnovabile” (CER) che sarà presentata giovedì 18 aprile. Una Comunità Energetica Rinnovabile...