Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Nissan Juke MY19: più comoda e più matura

Quasi dieci anni dopo aver dato vita al segmento dei crossover compatti, ecco il MY19 di Nissan JUKE. Il nuovo B-SUV della Casa giapponese però, a differenza di due lustri fa, debutta in uno scenario molto diverso: oggi il mercato dei crossover è senz’altro più maturo, completo e caratterizzato da una guerra di prezzi e di tecnologia. E allora, vediamo come si comporta in questa “giungla” di B-SUV.

La Juke è cresciuta, in tutti i sensi, e adesso è sicuramente più “macchina”. Innanzitutto è cresciuta nelle dimensioni: 4.210 mm lunghezza x 1.800 mm larghezza x 1.595 mm altezza, con il passo di 2.636 mm cresciuto di 10 cm rispetto alla vecchia generazione. Questo naturalmente si traduce in un abitacolo più grande che risolve soprattutto il problema di spazio per i passeggeri posteriori, della vecchia generazione.

Esteticamente, mantiene una forte personalità e un legame stilistico col modello che l’ha preceduta. Equipaggiato con tecnologia full LED di serie, il nuovo Nissan JUKE conserva i fari anteriori di forma circolare con un nuovo segno a Y centrale, complementare alla griglia Nissan V-Motion. La fiancata, con profonde nervature, adesso presenta una linea di cintura più alta e comprende grandi fasce protettive nere attorno alla parte inferiore. Al posteriore, aumenta la sensazione di aggressività e maturità della vettura, grazie all’ ampio spoiler, il lunotto inclinato e gli spigoli dei gruppi ottici.

Il salto verso la piena maturità lo si evince anche salendo a bordo nella nuova JUKE. Gli interni sono stati completamente ripensati per offrire stile e comfort grazie a una migliore posizione di guida, maggiore spazio posteriore, controlli e alloggiamenti più comodi e intuitivi. Nuovi materiali soft-touch per il cruscotto, per gli inserti delle portiere e del poggia ginocchia garantiscono un feeling premium, così come i sedili sportivi monoform di serie, con rivestimento opzionale in Alcantara o pelle. Il cruscotto composto da due strumenti a lancetta e un display di ben 7″, è ben leggibile. Nella parte superiore della plancia, invece, spicca l’altro display da 8″ dell’infotainment. Centro nevralgico, il Nissan Connect, compatibile con Apple CarPlay e Android Auto per replicare le applicazioni del proprio smartphone. L’applicazione NissanConnect Services permette ai clienti di controllare svariate funzionalità della vettura. È possibile verificare la chiusura delle portiere di JUKE e azionarne la chiusura e l’apertura direttamente dallo smartphone. A vantaggio della sicurezza, si può controllare la pressione degli pneumatici e il livello dell’olio motore prima di intraprendere un viaggio.

Inoltre, la compatibilità con Google Assistant permette il controllo di alcune funzioni, tra cui l’accensione dei fari della vettura e la possibilità di inviare la destinazione al navigatore di bordo tramite comandi vocali al proprio smartphone.

Su strada, il nuovo JUKE, rimane un’auto piacevole da guidare grazie a un corretto setup delle sospensioni e a una buona rigidità del telaio. Lo sterzo è leggero in manovra e ha una buona risposta in marcia. Ovviamente non è un auto “affilata” nel misto stretto o nei cambi di direzione repentini, ma comunque restituisce al guidatore una sensazione di fiducia.

Abbandonato definitamente il diesel, al momento, c’è una sola motorizzazione disponibile: un 1.0 turbo a tre cilindri con 117 cavalli e 200 Nm di coppia motrice. L’unica possibilità di scelta è legata alla trasmissione che può essere un cambio manuale a 6 rapporti oppure – per la prima volta a bordo di Juke – un cambio a doppia frizione a 7 rapporti con comandi al volante.

Molto ricca e aggiornata anche la dotazione degli ADAS. Per la prima volta disponibile su JUKE la tecnologia ProPILOT, che assiste il guidatore in fase di accelerazione, sterzata e frenata. Progettato per la gestione della singola corsia in autostrada, ProPILOT accelera e rallenta la vettura per mantenerne la giusta velocità e la giusta distanza dal veicolo che precede e tiene la vettura al centro della corsia.

JUKE offre anche un pacchetto completo di tecnologie di sicurezza, tra cui Sistema di frenata d’emergenza Intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti, Rilevamento della segnaletica stradale, Sistema Intelligente di Mantenimento della Corsia, Sistema Intelligente di rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento e Sistema Intelligente di avviso e intervento angolo cieco.

Ben sei gli allestimenti disponibili con tantissime possibilità di personalizzazione. Il listino parte da 19.620 euro per l’entry level Visia, con trasmissione manuale, e sfiora i 27.000 euro per l’allestimento Tekna con cambio automatico DCT.

 

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Beauty

Chi si allena con dedizione lo sa: la cura della propria alimentazione è importante tanto nella preparazione del corpo all’allenamento, quanto per ottenere una...

Turismo

Archiviato anche il mese di luglio, ormai possiamo affermarlo con certezza. Il turismo estivo del 2020 in Italia è caratterizzato dalla cautela, e ci...

Spettacolo

Focus, la rete tematica Mediaset dedicata alla divulgazione, diretta da Marco Costa, al canale 35 del telecomando – presenta la seconda edizione di «Universo...

Test

E’ la “cugina” crossover della Golf e, come la Golf, nasce con il compito di fare grandi numeri sul mercato. Parliamo della Volkswagen T-ROC,...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi