Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Nissan Micra GPL: motore brillante e grande autonomia

Nel panorama automobilistico odierno fatto di tecnologie ibride e di propulsori elettrici, ci sono valide alternative che sfruttano la tecnologia convenzionale, pensate per chi percorre tanti chilometri con la propria vettura e che vantano grande autonomia e bassi costi di esercizio. Tra queste c’è la Nissan Micra nella variante benzina/GPL. Noi l’abbiamo provata.

L’impianto GPL è sviluppato e prodotto appositamente per Nissan Micra, in collaborazione con BRC Gas Equipment che ne cura installazione e messa a punto. Un connubio perfetto che consente al guidatore di godere di tutti i vantaggi dell’alimentazione GPL, senza rinunciare alle prestazioni, all’efficienza e all’affidabilità. Il sistema elettronico esegue un continuo e minuzioso controllo del funzionamento dell’impianto, analizzandone tutti i principali parametri e garantendone il comportamento ottimale in ogni condizione di marcia.

L’impianto vanta un’iniezione di tipo sequenziale fasata in fase gassosa che, dosando con precisione la quantità di GPL da iniettare in base alla specifica necessità di marcia, permette di ottimizzare l’efficienza del motore e ridurre le emissioni.

Il pratico commutatore di alimentazione ha il comando posizionato nel tunnel centrale, alla base della leva del cambio ed è dotato di 4 LED nella parte inferiore che indicano la quantità di GPL nel serbatoio e un LED nella parte superiore che si illumina di rosso (benzina) o verde (GPL) per indicare il tipo di carburante che si sta utilizzando in quel momento.

Il sistema memorizza il tipo di alimentazione utilizzato prima di arrestare il motore e lo reimposta automaticamente al nuovo avvio. Nel caso in cui il motore venga spento in modalità GPL, il riavvio avverrà comunque in modalità benzina, per poi passare automaticamente al GPL una volta raggiunta la temperatura d’esercizio ottimale. Un segnale sonoro avvertirà il guidatore dell’avvenuto cambio di alimentazione.

Con 90 CV, una massa contenuta, e il 1.0 a 3 cilindri sovralimentato (lo stesso montato da Clio e Captur), la Micra GPL si muove in maniera disinvolta tra le curve, grazie ad un assetto rigido ma non “nervoso” e lo scarso rollio in curva. Abbastanza bene il cambio a 5 rapporti che presenta una frizione leggera ma che non sempre ha innesti precisi. Molto bene invece lo sterzo che si dimostra preciso e progressivo. Il tre cilindri IG-T sviluppa una potenza massima di 92 CV quando alimentato a benzina e 90 CV a GPL. Questo motore turbo però, quando in modalità GPL, oltre a perdere di coppia (20% in meno circa di potenza) tende ad essere un po’ pigro. Brillante invece la “voce consumi: a GPL si percorrono circa 100 km con 7 litri, e con un pieno la media è di 380 km, che arrivano a circa 1.000 km con la complicità del serbatoio di benzina.

All’interno si respira la solita concretezza del marchio nipponico. L’abitacolo è incentrato su una plancia “gliding wing”, che assieme al tunnel centrale forma una “T”, con linee semplici e armoniose che creano un notevole spazio per il guidatore e il passeggero anteriore.

La dotazione tecnologica è particolarmente ricca e comprende (di serie o in optional) il sistema di infotainment NissanConnect con tecnologia Apple CarPlay e Android Auto, i sensori di parcheggio posteriori, il Sistema intelligente di frenata di emergenza con riconoscimento dei pedoni, l’avviso di abbandono involontario di corsia, il riconoscimento dei segnali stradali e lo specchietto retrovisore con funzione anti abbagliamento.

Il listino della Nissan Micra GPL parte da circa 17.300 euro e arriva a oltre 20.000 euro per la versione della nostra prova e cioè la N-Design.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare