Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Orient Express

Società

Orient Express, non solo leggenda

Il famoso treno di lusso della compagnia ferroviaria Compagnie Internationale Des Wagons-Lits torna idealmente in viaggio in una mostra ad hoc a Villa Medici dal 17 marzo al 21 maggio 2023. Se nell’immaginario collettivo l’Orient Express è luogo di delitti ed avventure a limite della realtà, nella mostra emerge tutta la complessità e la straordinarietà del primo treno di lusso internazionale. Operativo dal 1883 al 1977, collegava Parigi a Costantinopoli (odierna Istanbul) trasportando dagli uomini di imperi e stati alle icone del cinema, dell’arte e non solo. Il viaggio, la cui partenza era prevista al Parigi Gare de l’Est, proseguiva verso Strasburgo, Monaco, Vienna, Budapest, Bucarest e Giurgiu.

Da qui con battello si raggiungeva Ruse per poi arrivare in treno a Varna e nuovamente con un battello a vapore a Costantinopoli, con Santa Sofia da sfondo in alcuni dei manifesti presenti nella mostra. Essa, si compone di 200 opere tra foto, manifesti, progetti e video messi a disposizione da diverse realtà quali: CIWL Fonds de dotation Orient-Express, Collection Pierre de Gigord Paris, Fondo e archivio SARDO della SNCF, Centre National des Archives Historiques, ministero della Cultura francese, Médiathèque de l’architecture et du patrimoine e Fondazione FS Italiane. Essi testimoniano aspetti unici per l’epoca come il servizio di autolinee della Nairn Eastern Transport Company per integrare i servizi del treno Taurus Express in Palestina, Libano, Siria ed Iraq ma anche il sistema di pulizia delle cabine con cambio quotidiano delle lenzuola.

Il lusso era una questione seria affrontata con tanto di disegni tecnici dei materassi, delle reti dei letti ma anche delle stoviglie. Un’organizzazione del genere prevedeva delle manutenzioni da effettuare nelle officine appositamente predisposte per garantire il buon funzionamento e l’elevato standard delle carrozze. Le strutture erano standardizzate tanto che negli anni Venti l’azienda disponeva di ben 16 officine in cui erano impegnati sia uomini che donne. La durata e complessità del viaggio non era sicuramente un peso per i passeggeri, i quali erano serviti scrupolosamente da un equipaggio in grado di parlare correttamente diverse lingue.

Continuerà ancora ad essere così con il Venice Simplon-Orient-Express. La mostra, curata da Eva Gravayat e Arthur Mettetal propone come obiettivi non solo la divulgazione della storia reale intorno all’Orient Express ma anche la presentazione del programma che prevede 67 viaggi da marzo a dicembre 2023. Il treno tornerà a viaggiare sui binari che da Venezia porteranno a Parigi o Innsbruck, Monaco, Bruxelles ed Amsterdam regalando nuovamente esperienze da sogno segnate dal caratteristico lusso.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Sport

Alpine ed Orient Express Racing Team annunciano la loro partnership per la 37° edizione dell’America’s Cup 2024. Entrambe le marche francesi condividono lo stesso...

Società

Riconosciuto da critica e pubblico come un capolavoro e premiato come “miglior videogioco d’azione e avventura” ai The Game Awards di quest’anno, The Legend...

Giochi

Il Gruppo LEGO presenta il nuovo set Treno Orient Express LEGO Ideas, una magnifica ricostruzione in mattoncini di uno dei mezzi di trasporto più...

Società

Un’esperienza gastronomica capace di portare gli ospiti al tavolo della storia, trasportandoli in altri luoghi e in altri tempi. Palazzo di Varignana allarga la...