Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Sport

Rally di Monza: Toyota vince il Mondiale Piloti 2020 con Sébastien Ogier

Sébastien Ogier e il suo copilota Julien Ingrassia hanno conquistato il loro settimo titolo FIA World Rally Championship alla guida della Toyota Yaris WRC vincendo la finale al Rally di Monza.

Ogier ha ottenuto il suo ultimo successo nella sua prima stagione con il TOYOTA GAZOO Racing World Rally Team. Il francese diventa il quinto pilota a vincere in 30 anni il titolo WRC alla guida di una Toyota, rivendicando la sua corona dopo che Ott Tänak ha vinto il campionato con la squadra nel 2019.

In una stagione come nessun’altra, a causa delle difficoltà causate dalla pandemia del coronavirus, Ogier si è trovato in una finale testa a testa con il suo compagno di squadra Elfyn Evans per il titolo piloti nella gara finale di Monza.

Oltre alle tappe tecniche su fondo misto presso lo storico autodromo, rese estremamente impegnative dalla pioggia continua di venerdì, gli equipaggi si sono avventurati sulle vicine strade di montagna sabato e hanno incontrato condizioni invernali che hanno reso la guida veramente difficile.

Evans, vincitore quest’anno in Svezia e in Turchia in quella che è stata anche la sua prima stagione con la Toyota, ha corso per il titolo piloti fino alla giornata di sabato quando è finito fuori strada su una curva incredibilmente scivolosa. Non essendo finito fuori dai primi quattro della classifica del mondiale, è stato in grado di tornare in azione domenica secondo le regole per il riavvio, conservando una scarsa possibilità di rivendicare un titolo mondiale.

L’incidente di Evans ha lasciato il posto ad Ogier, che in questo modo è passato nella giornata di sabato in testa alla classifica in un rally con condizioni paragonabili a quelle della tappa di Monte Carlo dove il pilota ha vinto ben sette volte. Ogier ha aperto così la giornata finale, che consisteva in altre tre tappe attorno al circuito e al parco di Monza, con 17,8 secondi di vantaggio. Ancora una volta la pioggia ha reso le cose impegnative, in particolare nell’ultima tappa, ma Ogier ce l’ha fatta con un margine finale di 13.9 secondi.

Tommi Mäkinen si è unito a Ogier e Ingrassia sul podio di Monza ricevendo il trofeo vincente nel suo evento finale come Team Principal prima di assumere un nuovo ruolo di Motorsport Advisor di Toyota da gennaio 2021.

Toyota chiude una doppietta nella classifica piloti e co-piloti, con Evans e il suo navigatore Scott Martin al secondo posto dopo una stagione importante in cui si sono sfidati per il campionato per la prima volta.

A completare un anno straordinario per la nuovissima formazione di piloti del team ci sono Kalle Rovanperä e Jonne Halttunen, che si sono assicurati il ​​quinto posto in campionato con un sesto posto tra i primi cinque in sette eventi nella loro stagione da rookie ai massimi livelli dei rally. Nel campionato costruttori, la Toyota arriva seconda, a cinque punti dal vincitore, grazie agli sforzi della sua formazione per l’intera stagione che ha vinto quattro gare su sette.

Takamoto Katsuta ha completato il suo programma di cinque round in una Yaris WRC come parte del TOYOTA GAZOO Racing WRC Challenge Program in grande stile con la vittoria nella Power Stage finale del rally, il suo primo miglior tempo WRC.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

Dalle immagini presentate lo scorso anno per il 50° anniversario della partecipazione di Nissan all’East African Rally, JUKE Hybrid Rally Tribute si è trasformato...

Sport

Da 45 anni, Sparco veste piloti e equipaggia le migliori auto da competizione sportiva nelle maggiori serie mondiali dalla F1 al WRC passando per...

Sport

La storia di Toyota è stata da sempre legata a doppio filo al motorsport. Dalla prima vittoria nel Rally di Giappone nel 1958, ai...

Motori

Ritorna sotto nuove vesti e sulle strade di tutto il mondo l’auto che fece sognare un’intera generazione di appassionati: l’Abarth 131 Rally. Nel quarantesimo...