Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Seat Leon e-Hybrid: energia sportiva e tanta tecnologia

SEAT Leon è da sempre un pilastro della gamma della Casa di Barcellona. Ora, la bestseller sta aiutando il marchio a prendere una nuova direzione, compatibile con un mondo che si sta adeguando per dare vita a un futuro elettrificato e
sostenibile.

La nuova SEAT Leon prosegue sulla strada delineata dalle generazioni precedenti aprendo un nuovo capitolo dal punto di vista dell’efficienza. L’ultima generazione della vettura integra un sistema ibrido plug-in, rendendo SEAT Leon e-HYBRID il primo modello ibrido plug-in del marchio e ricoprendo così un ruolo importante nell’offensiva elettrica di SEAT, sia nella versione hatchback, sia Sportstourer.

La vettura vanta un design particolarmente evoluto, con un linguaggio stilistico di esterni e interni che le conferisce una personalità ancor più decisa grazie, tra l’altro, alle dimensioni riviste, alle proporzioni complessive, al frontale più grintoso e all’approccio fresco alla tecnologia di illuminazione, sia all’interno sia all’esterno. Ma è sotto il cofano che il sistema e-HYBRID porta un’evoluzione ancor più importante.

La quarta generazione di Leon aumenta l’efficienza con un sistema ibrido plug-in (eHYBRID) composto da un propulsore benzina TSI 1.4 da 150 CV (110 kW) e un motore elettrico da 115 CV (85 kW) in grado di erogare complessivamente una potenza di 204 CV (150 kW) e una coppia di 350 Nm (combinata). Il pacco batteria agli ioni di litio è da 12,8 kWh, la presenza del turbocompressore e dell’iniezione diretta massimizzano prestazioni ed efficienza.

Nella modalità “a zero emissioni”, si può fare affidamento sui sui 116 cavalli del motore elettrico: lo scatto da fermo è particolarmente vigoroso e con la batteria totalmente carica si possono sfiorare i 130 Km/h. Secondo la casa, la batteria al litio da 12,8 kWh assicura 64 km di autonomia (misurati nel ciclo WLTP) senza avviare il quattro cilindri da 150 cavalli. Nel nostro test ne abbiamo percorsi poco più di 40. Particolarmente apprezzabili i passaggi tra termico ed elettrico quasi impercettibili e senza strappi, che rendono la guida lineare e piacevole. La ibrida plug-in di casa Seat utilizza il cambio automatico DSG per massimizzare l’efficienza. Il sistema a sei rapporti di SEAT Leon sfrutta ora la tecnologia shift-by-wire, progettata in modo che il selettore delle marce non sia collegato meccanicamente al cambio, ma utilizzi segnali elettronici per il passaggio da un rapporto all’altro.

Tre le modalità di guida: Eco, Normal o Sport più una quarta individuale che si può gestire direttamente dal cursore DCC attraverso il display touch. In questa quarta modalità, il guidatore può intervenire persino sulla regolazione adattiva dell’assetto DCC modificando così assetto e maneggevolezza della vettura.

A bordo di Seat Leon e-Hybrid, gli interni sono concepiti all’insegna di funzionalità, minimalismo ed eleganza. I protagonisti indiscussi dell’abitacolo sono lo schermo centrale da 10” del sistema di infotainment e il Digital Cockpit da 10,25”, di serie nella versione e-HYBRID di Leon. Lo schermo del sistema di infotainment può comprendere il riconoscimento gestuale, che assicura un’interazione precisa con i passeggeri e riduce il numero dei pulsanti fisici necessari. Tramite l’apposita app Seat Connect è poi facile tenere sotto controllo lo stato di carica della vettura, impostarne la ricarica da remoto una volta allacciati a una colonnina domestica e, in ultimo, comandare il riscaldamento dell’abitacolo a distanza.

Il sistema di infotainment della vettura integra alcune funzionalità che permettono all’utente di conoscere e gestire lo stato del sistema ibrido, modificare le condizioni di guida e avere informazioni per ottenere un maggiore risparmio di carburante. Inoltre, è possibile configurare la modalità di guida secondo le modalità e-Mode (che offre una guida esclusivamente elettrica), Hybrid (che prevede la selezione automatica della tipologia di propulsione da utilizzare, in base alle condizioni di guida in ogni momento) e la modalità di Riserva dello stato di carica (che mette in funzione solamente il motore a combustione, permettendo al conducente di avere a disposizione la massima autonomia in modalità totalmente elettrica al raggiungimento di zone a zero emissioni).

Parlando di ADAS, SEAT Leon riunisce una gamma di nuovi sistemi ADAS tra cui spiccano Cruise Control adattivo predittivo (ACC predittivo), Emergency Assist, Travel Assist e Side and Exit Assist: l’insieme di questi sistemi è in grado di proteggere auto e passeggeri sia durante la guida, sia a vettura ferma. Le funzionalità di guida autonoma proseguono con l’introduzione della tecnologia Travel Assist. Il sistema sfrutta le informazioni fornite da ACC e Lane Assist per mantenere attivamente la vettura al centro della propria corsia e regolarne la velocità in base al flusso del traffico, garantendo così una guida assistita fino ai 210 km/h. Il conducente deve mantenere costantemente sotto controllo sia il sistema, sia l’ambiente circostante tenendo almeno una mano sul volante, al fine di garantire la sicurezza e rispettare i
requisiti di legge.

Per quanto riguarda gli allestimenti, la sigla e-Hybrid è infatti prerogativa dei due allestimenti top di gamma, l’Xcellence e la FR da noi provata. Si parte da un prezzo di 35.400 euro per entrambi. La dotazione della FR è davvero molto completa, ma è possibile personalizzarla aggiungendo diversi optional.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Società

Alzi la mano chi non ha l’abitudine di portare con sé il proprio smartphone quando va in bagno! Che ormai sia il nostro fedele compagno...

Tecnologia

Facebook ha svelato i nuovi dispositivi pensati per le videochiamate. Si chiamano Portal Go e Portal Plus. Portal Go Portal Go unisce il meglio...

Tecnologia

Razer annuncia il lancio di due nuovi innesti nella famiglia di microfoni per broadcaster, il Seiren V2 Pro e Seiren V2 X. La nuova...

Tecnologia

Nital S.p.A. ha presentato DJI Ronin 4D, soluzione cinematografica completa e innovativa che racchiude tutte le tecnologie più avanzate del colosso cinese e perfettamente in...