Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Škoda: “sciami di dati” per creare avvisi di sicurezza in tempo reale

Ancora una volta, Škoda si conferma attenta alle tecnologie volte ad aumentare la sicurezza a bordo. L’ultima è il “Local Hazard Information Service” che rileva eventuali problematiche sui tratti di strada che si stanno per percorrere e prevede quindi se il percorso sarà potenzialmente pericoloso, ad esempio per la presenza di ghiaccio.

In questo caso, il conducente viene avvisato tramite il sistema di infotainment del veicolo. La novità del servizio è nel fatto che i dati necessari al funzionamento sono generati dal veicolo stesso. La tecnologia è in grado di rilevare anche un piccolo cambiamento di trazione sulla strada e invia poi i dati in modo anonimo tramite un’applicazione Car-to-Cloud. Le informazioni trasmesse dai veicoli dotati di questa tecnologia producono un cosiddetto “sciame di dati”, che viene poi analizzato per creare mappe che mostrano i pericoli localizzati nelle immediate vicinanze del veicolo e, se necessario, li notificano al conducente.

Gli accelerometri o i sensori ABS, già normalmente presenti a bordo dell’auto, consentono di rilevare i dati necessari in modo continuativo durante l’intero viaggio. Utilizzando sensori virtuali, l’innovativo software integrato può stimare il coefficiente di attrito tra gli pneumatici e la superficie stradale sulla base dello slittamento delle ruote. I dati rilevati dai sensori vengono trasmessi al cloud in forma anonima e le informazioni aggregate, fornite da tutti i veicoli coinvolti, vengono poi combinate con metadati, come le informazioni meteorologiche o altre informazioni misurate in precedenza. Successivamente, i dati vengono trasmessi a un fornitore di servizi. Utilizzando i dati raccolti, la rete stradale viene visualizzata come un preciso modello tridimensionale, che viene utilizzato per inviare avvisi ai veicoli quando si avvicinano o si trovano già in una zona che può rappresentare un pericolo alla circolazione.

La tecnologia di base può essere utilizzata anche per altre applicazioni: per esempio, si possono usare i dati per ottenere informazioni in tempo reale sulla condizione di determinati tratti stradali, scoprendo dove sono le buche, quali aree sono scivolose quando sono bagnate o quali tendono a congelare rapidamente. I dati possono anche fornire informazioni su quali strade sono già state trattate o ripulite in caso di neve.

Gli sciami di dati permettono analisi precise e permettono l’autoapprendimento

Più veicoli forniscono dati, più precisi saranno l’analisi basata sullo sciame di dati, le mappe e le informazioni e/o avvisi al conducente. Nel corso del 2021, più di 1,7 milioni di veicoli del Gruppo Volkswagen in Europa saranno in grado di fornire dati. Entro la fine del 2022, questa cifra salirà a più di 3 milioni di veicoli. Il ‘Local Hazard Information Service’ è disponibile per ENYAQ iV, FABIA, KAMIQ, KAROQ, KODIAQ, OCTAVIA, SCALA e SUPERB e fa parte delle funzioni di ŠKODA Connect. Il servizio può essere utilizzato in 30 paesi, a condizione che il veicolo sia dotato dei sistemi di infotainment Amundsen o Columbus.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Tecnologia

Mitsubishi Electric Corporation ha annunciato che presto sarà operativo il 5G Open Innovation Lab per collaborare con clienti e aziende partner nella ricerca e...

Motori

Mercedes-Benz si prepara a diventare completamente elettrica entro la fine del decennio, ove le condizioni di mercato lo consentiranno. Già entro il 2022 la...

Tecnologia

Quella del 2021 sarà senza dubbio un’estate “holiday-working”. Lavorare respirando a pieni polmoni all’aria aperta in campagna, oppure da una casa vista mare o...

Motori

L’innovativo progetto “KIRI”, lanciato da FIAT insieme alla start-up KIRI Technologies e sviluppato insieme all’ente e-Mobility di Stellantis, è il primo programma che incentiva...