Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Società

Sticchi Damiani (ACI): “250 eroi del Covid ospiti al GP d’Italia”

“Bergamo è un simbolo. Grande. Grandissimo, anzi. Non solo per l’Italia, ma per tutto il mondo. Simbolo della ferita più grande, ma anche della rinascita più grande”, è quanto dichiarato dal presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, intervenuto questa mattina a #KeepDistance&GoBetter, presso la Sede Croce Rossa Italiana Comitato di Bergamo. Qui, il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, Jean Todt, e il presidente della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC), Francesco Rocca, hanno reso omaggio al lavoro svolto in tutto il mondo dagli operatori della Croce Rossa per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

“La mano invisibile di questo nemico subdolo e letale – ha proseguito Sticchi Damiani – ha colpito qui più forte che altrove. Ma qui, ancora più forte che altrove, hanno lavorato le mani visibili di quanti lo hanno combattuto, lo hanno fermato e presto riusciranno a debellarlo. Penso, in particolare, a medici, infermieri, personale ospedaliero e della Croce Rossa che, da lunghi mesi ormai – combattono in prima linea, spesso a rischio della loro stessa vita. Loro non vogliono essere chiamati eroi, anche se ciò che hanno fatto e stanno facendo è davvero eroico”.

Queste persone – ha aggiunto il presidente dell’ACI – sono la parte migliore di noi. È soprattutto grazie a loro se Bergamo è diventata il simbolo dell’Italia che ce la fa. Per quanto sia dura l’avversità, riesce a rialzarsi e rimettersi in moto. Per questa ragione – nonostante, quest’anno, il Gran Premio di Monza si disputerà a porte chiuse – l’ACI ha deciso di invitare 250 di queste persone ad assistere alla gara. Mi auguro che le più alte cariche istituzionali saranno al fianco di ACI, FIA, piloti, team, tifosi e appassionati di tutto il mondo nel tributare a questi campioni di scienza, umanità e responsabilità l’applauso scrosciante che meritano”.

“Il 2020 – ha concluso Sticchi Damiani – rimarrà un anno indimenticabile. Facciamo in modo che quei valori alti, nobili e universali che lo sport incarna, ce lo facciano ricordare come l’anno nel quale l’umanità riuscì a sconfiggere una delle piaghe più gravi che era stata chiamata ad affrontare”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Società

L’Automobile Club d’Italia e l’Automobile Club Sassari avranno la propria “Comunità Energetica Rinnovabile” (CER) che sarà presentata giovedì 18 aprile. Una Comunità Energetica Rinnovabile...

Società

Ogni anno, le strade della Capitale registrano oltre 13.000 incidenti, che causano più di 16.000 feriti e circa 150 morti, di cui quasi un...

Società

Il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera e l’Automobile Club d’Italia hanno stretto un accordo per i prossimi tre...

Motori

Prosegue la collaborazione tra Mercedes-Benz Italia e i Centri di Guida Sicura ACI-SARA di Roma (Vallelunga) e Milano (Lainate), che anche per il 2024...