Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Società

Sticchi Damiani (ACI): “250 eroi del Covid ospiti al GP d’Italia”

“Bergamo è un simbolo. Grande. Grandissimo, anzi. Non solo per l’Italia, ma per tutto il mondo. Simbolo della ferita più grande, ma anche della rinascita più grande”, è quanto dichiarato dal presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, intervenuto questa mattina a #KeepDistance&GoBetter, presso la Sede Croce Rossa Italiana Comitato di Bergamo. Qui, il presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, Jean Todt, e il presidente della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa (IFRC), Francesco Rocca, hanno reso omaggio al lavoro svolto in tutto il mondo dagli operatori della Croce Rossa per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

“La mano invisibile di questo nemico subdolo e letale – ha proseguito Sticchi Damiani – ha colpito qui più forte che altrove. Ma qui, ancora più forte che altrove, hanno lavorato le mani visibili di quanti lo hanno combattuto, lo hanno fermato e presto riusciranno a debellarlo. Penso, in particolare, a medici, infermieri, personale ospedaliero e della Croce Rossa che, da lunghi mesi ormai – combattono in prima linea, spesso a rischio della loro stessa vita. Loro non vogliono essere chiamati eroi, anche se ciò che hanno fatto e stanno facendo è davvero eroico”.

Queste persone – ha aggiunto il presidente dell’ACI – sono la parte migliore di noi. È soprattutto grazie a loro se Bergamo è diventata il simbolo dell’Italia che ce la fa. Per quanto sia dura l’avversità, riesce a rialzarsi e rimettersi in moto. Per questa ragione – nonostante, quest’anno, il Gran Premio di Monza si disputerà a porte chiuse – l’ACI ha deciso di invitare 250 di queste persone ad assistere alla gara. Mi auguro che le più alte cariche istituzionali saranno al fianco di ACI, FIA, piloti, team, tifosi e appassionati di tutto il mondo nel tributare a questi campioni di scienza, umanità e responsabilità l’applauso scrosciante che meritano”.

“Il 2020 – ha concluso Sticchi Damiani – rimarrà un anno indimenticabile. Facciamo in modo che quei valori alti, nobili e universali che lo sport incarna, ce lo facciano ricordare come l’anno nel quale l’umanità riuscì a sconfiggere una delle piaghe più gravi che era stata chiamata ad affrontare”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Società

Sulle strade italiane 73 incidenti su 100 nei centri abitati, 5 in autostrada e 22 su strade extraurbane. Sulla rete viaria principale 25 incidenti su 100...

Motori

Euro NCAP pubblica la nuova “Vision 2030: a Safer Future for Mobility”, duplice l’obiettivo: individuare un percorso di sviluppo per veicoli sempre più sicuri...

Società

Calo a doppia cifra a settembre per il mercato dei veicoli di seconda mano. I passaggi di proprietà di autovetture al netto delle minivolture...

Motori

Nel quarto test del 2022, tra le tre vetture analizzate, solo la Cupra Born 170kw e-Boost electric RWD automatic ha raggiunto il massimo punteggio: 5 stelle, seguono...