Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Suzuki Jimny PRO: tanto stile e un carattere inarrestabile

Le leggendarie doti fuoristradistiche e lo spirito avventuriero che da oltre cinquant’anni fanno di Suzuki JIMNY un’autentica icona del mondo off-road sono tornate sul mercato in una nuova veste. La jeep di Hamamatsu, per venire incontro alle normative europee per le emissioni, che impongono una media di Co2 complessiva a tutta la gamma sempre più bassa, adesso viene proposta in versione Pro, ovvero con omologazione da autocarro leggero (categoria N1). Noi l’abbiamo guidata.

Esteticamennte, la sagoma richiama alla memoria i mitici Suzukini, con parabrezza verticale, mascherina con cinque feritoie e fari tondi, che adottano tuttavia la più recente tecnologia LED. Forma e funzione vanno di pari passo, perché il taglio squadrato e le dimensioni compatte migliorano la percezione degli ingombri, complici le ampie superfici vetrate e il cofano alto a conchiglia. Queste doti si apprezzano in città come nel fuoristrada, nel quale si dimostrano utili anche i passaruota maggiorati e le modanature laterali che proteggono la vernice dai sassi. A facilitare le doti fuoristradistiche intervengono anche le dimensioni: con una lunghezza limitata a soli 3,65 metri ed una larghezza di appena 1,65 metri, Suzuki Jimny va quasi dappertutto.

La forma squadrata delle lamiere e il parabrezza verticale consentono anche uno sfruttamento ottimale dell’ambiente interno. Guidatore e passeggero dispongono di tanto spazio in tutte le direzioni e sono circondati da arredi curati nei minimi dettagli, con tante soluzioni per riporre i piccoli oggetti di uso quotidiano. I comandi sono frutto di un attento studio ergonomico e sono disposti in modo razionale. Leve e pulsanti sono robusti e ben dimensionati, facili da azionare anche indossando guanti pesanti. Ogni componente è costruito con materiali studiati per la massima robustezza e resistenza ai graffi e all’usura, a garanzia di un’affidabilità totale nel tempo e in qualsiasi condizione d’impiego.

Su strada e su percorsi off-road, la Suzuki Jimny PRO garantisce le stesse prestazioni già note sulla versione passenger car di serie (categoria M1). Questo per via delle sue caratteristiche tecniche che annoverano anche la presenza della trazione integrale 4×4 AllGrip Pro ad inserimento manuale con ridotte. La visibilità è ottima grazie ai profili netti della carrozzeria. Molto bene anche gli sbalzi ridotti ed gli angoli di attacco, di uscita e di dosso (rispettivamente di 37, 49 e 28 gradi) che le permettono di destreggiarsi con una grandissima disinvoltura: l’habitat naturale di questa vettura è certamente il fuoristrada. Il 1.5 aspirato da 102 CV e 130 Nm con cambio manuale a 5 marce, sembra essere il propulsore perfetto per questo Jimny, anche se l’assenza della sesta, in autostrada, si fa sentire.

Il listino della Suzuki Jimny Pro, che di serie prevede, l’assistenza in salita, quella per le discese più ripide, il cruise control, ed il climatizzatore manuale, è di 18.700 euro.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Senza categoria

A poco più di due anni di distanza dal lancio di ACROSS Plug-In, Suzuki aggiorna la sua ammiraglia di gamma, “elettrica sempre e ibrida quando...

Motori

Dopo l’incoronazione quale “Auto dell’Anno”, il 31 gennaio ha preso il via la produzione regolare di Jeep Avenger, primo SUV 100% elettrico del brand...

Test

Con il “pensionamento” della berlina Phaeton, Touareg è diventata l’ammiraglia di casa Volkswagen posizionandosi al vertice della gamma. Ovviamente anche il SUV di Wolfsburg...

Motori

La Nuova Toyota Prius Plug-in Hybrid, svelata in anteprima europea lo scorso 5 dicembre, è ora prenotabile online. Come pioniera di nuove tecnologie, la...