Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Moda

Tree-Kånken di Fjällräven: il nuovo zaino in tessuto vegetale

Tree-Kånken è un omaggio al primo modello Kånken del 1978. Nel corso degli anni Kånken ha subito solo qualche ritocco, ma la sua semplicità e la sua funzionalità sono rimaste le stesse. È per questo che è diventato un sinonimo del nostro marchio in tutto il mondo.

Tree-Kånken non è identico agli attuali zaini Kånken. Il suo design è fedele al primissimo modello, che presentava spallacci e maniglie cucite su tutta la lunghezza anteriore, oltre a una tasca frontale nascosta. Tree-Kånken è inoltre realizzato con un tessuto patinato che rappresenta una potenziale alternativa ai materiali di origine fossile: il Pine Weave.

Tree-Kånken è il risultato della ricerca continua da parte di Fjällräven per elaborare modi più sostenibili per produrre capi e attrezzatura resistenti e funzionali, destinati a durare nel tempo. Il tessuto principale e la fodera di Tree-Kånken sono realizzati con il nuovo Pine Weave di Fjällräven. Si tratta di un tessuto a base di cellulosa sviluppato in forma esclusiva da Fjällräven e costituito da filamenti di fibre, ottimizzato per essere estremamente resistente e funzionale.

Secondo Johanna Mollberg, Product Developer, impegnarsi a trovare materiali che non utilizzino risorse limitate di origine fossile è di vitale importanza:

“Lo sviluppo del Pine Weave è un modo per essere all’avanguardia, per poter esplorare nuovi e più sostenibili modi di produzione e approvvigionamento dei materiali. Il nostro è un percorso che mira a ridurre il più possibile il nostro impatto ambientale. Il Pine Weave è una tappa di questo viaggio che ci ha insegnato, tra le altre cose, l’importanza di restare umili nei confronti delle sfide che ci aspettano. Cerchiamo sempre di migliorare, ma dobbiamo evitare la situazione paradossale in cui i nostri progressi in un settore possano creare problemi in un altro settore, come nel caso dei materiali di origine organica nei confronti della biodiversità”.

La materia prima del Pine Weave

La materia prima legnosa utilizzata da Fjällräven proviene da boschi coltivati e certificati nei dintorni della sede principale di Fjällräven, Örnsköldsvik, nel nord della Svezia, e mai da foreste vergini.
Il processo industriale attualmente disponibile per trasformare il legno in cellulosa non è in grado di separare il legname certificato e tracciabile da quello proveniente da altre fonti. Per questo la polpa utilizzata nel Pine Weave si unisce a tutto il legname sottoposto al processo di lavorazione che porta alla polpa. Questo approccio viene chiamato Mass Balance (bilancio di massa). Nonostante la tracciabilità dallo zaino all’albero in un sistema chiuso non sia possibile, contribuiamo comunque ad aumentare la domanda di legname tracciabile e certificato in questi processi industriali.

“Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per utilizzare una maggiore quantità di materiali di origine organica nei nostri prodotti, ma ci impegniamo anche per migliorare il modo in cui ci riforniamo di questi materiali”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement

Notice: Undefined variable: paged in /var/www/vhosts/kind-greider.95-110-134-48.plesk.page/megamodo.com/wp-content/plugins/zoxpress-plugin/widgets/widget-side-tab.php on line 161
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Moda

La collezione Primavera-Estate 2024 di Prénatal dedica grande attenzione al lino, che con il suo tocco fresco e leggero è il perfetto annuncio dell’estate...

Moda

Da oggi è possibile acquistare il nuovo merchandising ufficiale di Alfa Romeo, una collezione moderna, innovativa e dal design sofisticato dedicata agli appassionati del...

Moda

Pandora ha svelato la sua nuova collezione, PANDORA ESSENCE, caratterizzata da linee organiche e forme sinuose. Questa collezione, ispirata alle fluide forme della natura,...

Società

KINTO Italia e il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano proseguono nella loro missione congiunta per ridurre l’impatto sull’ambiente. In questa direzione, KINTO Italia...