Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Un viaggio tra le Alpi con MINI Cooper SD Countryman ALL4

La primavera arriva presto, l’estate si ferma più a lungo e anche l’autunno ha il suo fascino speciale in Alto Adige. Qui, lo stile di vita italiano incontra la cultura austro-tedesca davanti a uno spettacolare scenario montano. I vacanzieri più dinamici troveranno le condizioni ideali per escursioni in bicicletta o a piedi tra la vegetazione mediterranea e spettacolari formazioni rocciose, soprattutto nei dintorni della tradizionale città termale di Merano. E dopo la raccolta di frutta e la vendemmia, numerose feste popolari locali e prelibatezze trasformano il viaggio in Alto Adige in un viaggio tra delizie culinarie di ogni tipo.

Anche l’Imperatrice Elisabetta “Sissi” d’Austria intraprese il viaggio, piuttosto faticoso per quei tempi, attraversando le Alpi per cercare relax a Merano e godersi l’aria del Sud. Oggi i visitatori possono raggiungere la Val d’Adige in modo rapido e comodo attraverso l’autostrada del Brennero e la strada a scorrimento veloce, la cosiddetta “MeBo”, che collega Merano con Bolzano, il capoluogo dell’Alto Adige. Ma il percorso più veloce per raggiungere la meta è raramente quello più suggestivo. Quando si guida un’auto progettata per un divertimento di guida versatile, come la MINI Cooper SD Countryman ALL4 il desiderio di percorrere un percorso panoramico
nasce quasi spontaneamente.

Con una potenza massima di 140 kW/190 CV e una coppia massima di 400 Nm generata dal motore diesel a 4 cilindri da 2,0 litri con tecnologia MINI TwinPower Turbo, la MINI Cooper SD Countryman ALL4 affronta i ripidi passi di montagna in modo brioso. Strade sporche o bagnate non la ostacolano, poiché il sistema di trazione integrale ALL4 a controllo elettronico risponde ai cambiamenti delle condizioni di trazione nel giro di pochi millisecondi. Il sistema distribuisce la potenza in modo preciso tra le ruote anteriori e posteriori, direzionandola dove può essere convertita, nel modo più efficace possibile, in divertimento di guida. Questo vale anche per le curve sportive sui tornanti, dove il sistema ALL4 è supportato dal Performance Control e dall’Electronic Differential Lock Control (EDLC).

Ci sono diverse strade d’alta montagna che attraversano il confine dall’Austria all’Italia. Ad un’altitudine massima di circa 1.500 metri, il Passo Resia, percorribile in tutte le stagioni, è l’attraversamento alpino più basso di questa regione. Da Landeck, la strada conduce attraverso la valle dell’Inn e l’altopiano di Nauders fino al lago di Resia. Il campanile della chiesa di AltGraun, che sporge dall’acqua, ricorda ancora oggi i villaggi che affondarono nelle acque del lago arginato dopo la costruzione di una centrale elettrica ad accumulazione 70 anni fa. Chi esce dall’autostrada del Brennero nei pressi di Vipiteno può raggiungere Merano attraverso il Passo Jaufen, che si trova a quasi 2.100 metri sul livello del mare. Questo collegamento è relativamente breve, ma con circa 20 curve strette offre molte opportunità per provare il caratteristico go-kart feeling MINI. Ancora più in alto c’è il Passo del Timmelsjoch, che collega la regione austriaca della Ötztal con la valle italiana di Passaier. Lungo il percorso, fino a 2.500 metri, si gode di una magnifica vista sulle cime innevate e di un paesaggio di prati alpini, boschi e rocce aride.

Una volta a Merano, i visitatori percepiscono da subito un clima mediterraneo. Ciò è dovuto alla posizione della città, situata in una conca in cui spira soprattutto aria calda proveniente da sud. Ed è anche per questo che qui prosperano le palme e le altre piante mediterranee, così come i fiori e le piante colorate dei parchi pubblici del centro città. Edifici storici come il teatro comunale e il Kurhaus (spa house) ci ricordano il boom turistico di Merano tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. A quell’epoca fu costruita anche l’ampia passeggiata termale sulle rive del Passirio. Il centro della città, chiuso al traffico automobilistico, è caratterizzato dai pittoreschi portici (Lauben). Sotto i magnifici archi, ospita negozi, caffè e ristoranti di vecchia data che attirano sia gli abitanti del luogo che i visitatori.

In Alto Adige si può godere di sole e temperature miti anche in autunno inoltrato. Ma non bisogna attendere molto affinché l’azione si sposti dalla valle alla montagna. Non appena le prime piste si ricoprono di neve, numerosi comprensori sciistici attirano gli appassionati degli sport invernali. L’attrazione più recente per i fan dello sci si trova a circa 50 chilometri a sud-est di Merano. Nel comprensorio sciistico di Carezza è in costruzione una nuova funivia con una stazione a monte che si integra quasi invisibilmente nel paesaggio roccioso. La sala d’arrivo è stata progettata come una grotta suggestivamente illuminata e ricorda il palazzo di cristallo della leggenda del Re dei nani, Laurino, molto diffusa in Alto Adige.
Il comprensorio sciistico di Carezza si estende su circa 40 km di piste ed è una meta molto apprezzata per escursioni e vacanze, non solo in inverno. L’area turistica si estende dall’alta quota delle Dolomiti fino al Lago di Carezza, dove l’imperatrice “Sissi” era solita trascorrere le prime giornate estive più di 120 anni fa.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare

Moda

Il marchio leader internazionale di viaggi e lifestyle Tumi e il produttore di supercar di lusso e il team di Formula 1 McLaren svelano...

Turismo

Sulla scia del successo della stagione estiva nel Nord Europa, e in risposta alla continua richiesta da parte degli ospiti, MSC Crociere introduce, per...

Motori

Un nuovo pneumatico Pirelli Collezione sarà disponibile per i proprietari dell’iconica MINI. Pirelli Collezione è la famiglia di pneumatici dedicata alle vetture più iconiche...

Spettacolo

Il viaggio della prima stagione di “Pechino Express” targata Sky, con la guida di Costantino della Gherardesca, sta per iniziare. Sono state scelte le coppie dei...