Via libera alle consegne: anche nel centro urbano

AnticipazioniMotoriOpel

Da sempre sensibile alle problematiche di salvaguardia dell’ambiente ed alle legittime esigenze operative degli autotrasportatori, Opel ha realizzato una versione a metano del minifurgone Combo che prende spunto dalle positive esperienze acquisite con analoghe versioni a metano di Astra Station Wagon e di Zafira, dispone di 2 bombole di metano da 19 kg o 110 litri di volume, alloggiate sotto il pianale, e di un serbatoio di riserva contenente 14 litri di benzina.
Opel Combo
Questa soluzione permette al guidatore di passare rapidamente all’alimentazione a benzina, quando i serbatoi di metano stanno per vuotarsi, e di raggiungere la più vicina stazione di rifornimento. Ciò porta da 400 a circa 550 chilometri l’autonomia del veicolo senza comprometterne la capacità di carico che resta compresa tra 2.8 e 3,2 metri cubi.

Il veicolo è equipaggiato con un 1.600 da 97 CV (71 kW) – derivato dal motore ECOTEC a benzina di pari cilindrata – ottimizzato per l’alimentazione a metano e dispone di iniettori separati per questo carburante e per la benzina. La superiore resistenza del metano al battito in testa (dovuta ad un numero di ottano pari a 130) ha permesso ad Opel di aumentare l’efficienza del propulsore, elevandone fino a 12,5:1 il rapporto di compressione. In questo modo, pur consumando solo 5,3 kg di metano di qualità H ogni 100 chilometri, il Combo a metano raggiunge una velocità massima di 166 km/h ed i 100 km/h con partenza da fermo in 14.0 secondi (dati provvisori) ed emette appena 140 grammi di anidride carbonica (CO2) ogni chilometro.

La versione a metano di Opel Combo si segnala anche per le speciali misure adottate per la sicurezza. L’intero complessivo dei serbatoi è saldamente assicurato tramite bande d’acciaio sotto la vettura ed i serbatoi sono ulteriormente protetti nella parte inferiore. I due contenitori di metano, ciascuno dei quali provvisto di una propria valvola, sono realizzati in acciaio ad alta resistenza ed i loro condotti sono in acciaio inossidabile.

Per salvaguardare meglio gli occupanti e l’ambiente circostante, i serbatoi sono inoltre posizionati in una zona fuori portata da possibili urti. La temperatura di accensione del metano (650° C) è notevolmente più alta di quella della benzina. In caso di incidente, il metano è più sicuro della benzina in quanto, essendo più leggero dell’aria, evapora non appena liberato. Per tutte queste ragioni il Combo a metano potrebbe essere parcheggiato senza problemi in garage pubblici ed in parcheggi coperti.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *