Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Test

Volkswagen Passat Alltrack: l’eleganza della 4×4

E’ uno dei modelli che ha fatto la storia di Volkswagen. E’ il terzo modello in assoluto più venduto del Marchio dopo la Golf e il Maggiolino. L’ottava generazione della Volkswagen Passat si rinnova con piccoli ritocchi estetici, tanta tecnologia e un sistema di infotainment evoluto oltre che sistemi di assistenza alla guida che aumentano, e di tanto, la sicurezza. Noi abbiamo provato la variante Alltrack, una station molto versatile e capace di “cavarsela” anche quando finisce l’asfalto.

Esteticamente spicca subito l’anima off-road, grazie all’altezza da terra aumentata di 3 cm rispetto ala versione normale e le protezioni in plastica nel sotto-scocca abbracciano tutta la carrozzeria. La calandra è stata leggermente modificata e ingrandita e la griglia a listelli cromati e orizzontali sovrasta la sezione dei fendinebbia contornati dalla stessa fascia che percorre i passaruota. Un’altra novità è rappresentata dai colori carrozzeria Lapiz Blue, Bottle Green e Sea Shell Gold, mentre la gamma dei cerchi si arricchisce di quattro nuovi cerchi in lega da 17, 18 e 19 pollici. Al posteriore spicca lo spoiler posto in alto e il nome del modello a caratteri cubitali al centro del portellone.

Dentro la wagon tedesca non delude mai: l’abitacolo non è premium ma si avvicina moltissimo perchè si respira un’aria di lusso. La Passat si distingue dal modello precedente per i nuovi elementi decorativi e i nuovi tessuti, i pannelli delle porte ridisegnati, un nuovo colore delle finiture, una nuova strumentazione e un nuovo volante multifunzione, sempre incluso nella dotazione di serie. Una scritta “Passat” retroilluminata ha sostituito l’orologio analogico sulla plancia.

Nella consolle centrale è stato introdotto, inoltre, un vano portaoggetti aperto più ampio con un’interfaccia induttiva per smartphone (di serie su Executive) e, accanto, una presa USB tipo C illuminata. Di notte le schermate del Digital Cockpit e dei sistemi di infotainment si fondono con i tasti illuminati del volante multifunzione capacitivo e con l’illuminazione ambiente lungo tutto il perimetro, ora disponibile in 30 colori.

Tra le novità c’è il cruscotto digitale, che qui è di serie da 10,25″. E’ il Digital Cockpit, con strumentazione configurabile, anche con la mappa del navigatore a tutto schermo, in linea con i modelli più recenti della gamma. Al centro della plancia trova posto il sistema di infotainment con display touch da 9,2 pollici con sensori di prossimità e comandi gestuali. Il sistema può essere usato con i comandi vocali, attivandolo con le parole “Ciao Volkswagen”, per gestire radio, telefono e navigazione. È compatibile con Apple CarPlay e Android Auto; ha una scheda eSIM integrata che consente l’accesso diretto ai servizi mobili e ai servizi online We Connect. Lo spazio a bordo è davvero tanto: quattro adulti stanno davvero comodi, il il posto centrale del divano posteriore è un pò sacrificato per la presenza del tunnel della trasmissione.

La Alltrack viene proposta con il motore 2 litri turbodiesel Euro 6d-TEMP da 190 Cv abbinato al cambio automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti e alla trazione integrale 4Motion. Alla guida, la Passat conferma tutte le caratteristiche di comfort e robustezza che l’hanno resa una delle vetture più vendute del Marchio. L’erogazione è fluida e regolare con una coppia di circa 400 Nm che scattano dopo i 1750 giri. Il cambio DSG è una conferma: è veloce e fluido nelle cambiate; nella modalità di guida Normal non è però molto pronto nelle scalate. Per guidarla in modo un po’ più brillante, c’è la modalità Sport e la possibilità di utilizzare anche i paddles dietro al volante. Se si vuole qualcosa di più, meglio scegliere la modalità sport. L’isolamento acustico è ottimo, sembra di viaggiare avvolti nella bambagia grazie anche alla taratura delle sospensioni che “mangiano” le buche e le asperità senza colpo ferire. Lo sterzo forse potrebbe essere un po’ più diretto, è comunque preciso ma rimane un po’ morbido anche nella modalità di guida più sportiva.

La nuova Passat Variant per ora è offerta nelle versioni Business, Executive, Alltrack e GTE, la nuova versione ibrida plug-in. Per questa 2.0 TDI Alltrack DSG 4Motion del nostro test si parte da 46.500.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Motori

La Volkswagen presenterà la nuova ID.3 al pubblico la prossima primavera. La seconda generazione della ID.3 aprirà un nuovo capitolo nella storia di successo...

Motori

L’annuncio era sorprendente e all’apparenza inspiegabile: “Ho pensato di portarla io l’Italia in Qatar”. A farlo Francesco Totti, grande campione del calcio italiano e...

Motori

Può cambiare corsia in autostrada autonomamente con un impulso alla leva dell’indicatore di direzione. Può utilizzare gli swarm data o apprendere manovre di parcheggio...

Motori

Subaru celebra quest’anno il 50° anniversario del debutto del suo sistema di All-Wheel Drive (AWD). Dall’introduzione della Subaru Leone 4WD Estate Van, la prima...