Connect with us

Ciao, cosa stai cercando?

Motori

Volvo: aria più pulita con “Advanced Air Cleaner”

Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’Organizzazione Mondiale delle Allergie, centinaia di milioni di persone nel mondo risentono degli effetti negativi di allergie, asma e inquinamento atmosferico.

Per questo motivo, Volvo Cars si sta adoperando per migliorare costantemente la qualità dell’aria all’interno delle sue auto di più recente costruzione grazie a un sistema di purificazione all’avanguardia, permettendo così ai passeggeri di respirare aria più pulita.

Volvo Cars ritiene che l’aria pulita offra molteplici vantaggi dal punto di vista della salute e della sicurezza personale e continuerà perciò a migliorare ulteriormente questo aspetto durante lo sviluppo dei nuovi modelli.

L’Advanced Air Cleaner, che fa parte della più recente tecnologia di purificazione dell’aria disponibile sui nuovi modelli della Serie 90 e 60, è stato CERTIFICATO dall’Allergy Standards Limited (ASL) come asthma & allergy friendly (idoneo per l’asma e le allergie), in quanto rimuove dall’aria in ingresso fino al 99,9% degli allergeni dei pollini di erba, alberi e piante infestanti.

L’Allergy Standards Limited (ASL) è un programma di certificazione indipendente che aiuta i consumatori a individuare i prodotti adatti alle persone affette da asma e allergie.

Inoltre, chi guida una delle Volvo più recenti potrà valutare se purificare l’aria nell’abitacolo sulla base di dati in tempo reale visualizzati sul display centrale dell’auto e relativi ai livelli effettivi di polline e di qualità dell’aria all’esterno. Grazie a questa applicazione sviluppata internamente, Volvo Cars è la prima Casa automobilistica a fornire agli automobilisti dati in tempo reale sui livelli di polline all’esterno dell’auto.

Le auto equipaggiate con la più recente tecnologia Volvo di purificazione dell’aria sono inoltre provviste di un sensore, lanciato a livello mondiale nel 2020 come novità assoluta, che misura i livelli di PM 2,5 nell’abitacolo, consentendo agli occupanti di confrontarli con quelli esterni.

I livelli di PM 2,5 indicano la quantità di particolato fine presente nell’aria e sono quindi un parametro ampiamente utilizzato per valutare la qualità dell’aria. A livello globale, molte aree urbane registrano livelli di PM 2,5 superiori a quelli indicati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il che conferma la necessità di ridurne al minimo l’impatto.

Grazie a un filtro a base di fibre sintetiche e alla ionizzazione dell’Advanced Air Cleaner di Volvo Cars, fino al 95% di tutte le particelle PM 2,5 rimane fuori dall’abitacolo dei modelli della Serie 60 e 90. Inoltre, l’Advanced Air Cleaner è in grado di bloccare mediante il filtro oltre il 97% dei virus trasmessi per via aerea provenienti dall’esterno e di eliminare fino al 95% delle particelle virali già presenti nell’abitacolo.

I risultati di recenti test eseguiti dall’istituto indipendente di ricerca e sperimentazione austriaco OFI dimostrano come l’efficienza di filtrazione virale del filtro e dello ionizzatore renda la tecnologia estremamente efficace contro i virus trasmessi per via aerea.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Ti potrebbe interessare

Test

L’evoluzione della mobilità elettrificata ha visto recentemente l’arrivo sul mercato di una protagonista assoluta, la nuova Kia Niro, vettura ambasciatrice della filosofia eco-friendly del...

Motori

Neve, ghiaccio, strade bagnate, temperature sotto zero, sabbia, polvere, strade non asfaltate, sterrate, caldo torrido. I paesaggi che possono essere percorsi in moto sono...

Motori

Apollo Tyres ha confermato che nel corso del 2022 lancerà un nuovo pneumatico premium all-season Vredestein, realizzato appositamente per i veicoli elettrici. Per garantire...

Motori

Londra 24 giugno 2022 – Maserati Grecale debutta sulle strade della Gran Bretagna in occasione del 28° Goodwood Festival of Speed, partecipando alla celebre cronoscalata nella First...