RECENSIONE – Assetto Corsa

505 GamesGiochiHalifaxKunos Simulazioni

Benvenuti alla miglior simulazione automobilistica di sempre, forgiata da uno studio italiano!

Sviluppato da Kunos Simulazioni, una software house italiana composta da appena 20 persone, e pubblicato dal publisher 505 Games (una divisione del gruppo italiano Digital Bros), Assetto Corsa è giunto su PlayStation 4 e Xbox One per far provare l’emozione della vera guida anche su console, dopo aver deliziato per anni i videogiocatori PC. Un capolavoro 100% “Made in Italy”, la prova che anche nel nostro Paese, quando vogliamo, le cose possono funzionare davvero! Siamo quindi fieri di presentarvi la miglior simulazione possibile. Senza giri di parole. Così, diretti, perché quando un titolo raggiunge tali vette di eccellenza, le parole son quasi inutili. Scaldate i motori, qui si corre sul serio!

Tenendo conto delle differenze tra l’attuale generazione e quella PlayStation 1 (parliamo di metà anni ’90), quello di Assetto Corsa può essere paragonato all’arrivo sul mercato di un certo Gran Turismo di Polyphony Digital. Quando il capolavoro di Kazunori Yamauchi uscì su PlayStation 1, cambiò tutto, per sempre. Assetto Corsa, circa 20 anni dopo, rappresenta per l’attuale generazione lo stesso salto qualitativo. Kunos Simulazioni riscrive le regole, sposta in là (molto in là) i parametri minimi accettabili per una vera simulazione e, niente, per gli altri, è solo polvere da mangiare.

Della versione PC non parleremo, perché anche le rocce la conoscono ormai nei più piccoli dettagli. I ragazzi di Kunos son riusciti nell’incredibile impresa di portare su console, senza perdere (quasi) nulla, tutta la magia di Assetto Corsa. Tanto per tenervi sulle spine, anziché scendere immediatamente in pista, parleremo prima delle modalità di gioco a disposizione: si parte con la Pratica (caldamente consigliata, qui non esiste il concetto di “Arcade” o “SimArcade”). Ore ed ore a girare, soli soletti, tra i magnifici circuiti accuratamente realizzati (ma a questo arriveremo tra poco). Quando sarete abbastanza folli da credere di poter padroneggiare i vostri bolidi preferiti, potrete avventurarvi in Gare Veloci o interi Weekend di gara (con tanto di Prove Libere e Qualifiche). Gli Eventi Speciali rappresentano particolari “scenari” di gara, con determinate situazioni pre-impostate (come le sfide settimanali di Fifa, per intenderci). Ormai immancabile, in ogni gioco di guida che si rispetti, la modalità Drift, dove correte in costante sovrasterzo è pura ragione di vita. Hot Lap e Time Trial completano il quadro. Manca altro? Non vi viene in mente nulla? La Carriera? Già! C’è anche quella, non temete, ed è del tutto identica alla versione PC. Insomma, di motivi per piazzare un bolide in pista e correre ne avrete fino alla fine dei vostri giorni. E quando avrete completato tutto, non dimenticate del multiplayer online. L’abbiamo testato per diversi giorni, e raramente ci siamo imbattuti in fenomeni di LAG (Telecom Fibra 100 Mega e PlayStation 4 settata su NAT 1). A prescindere dalla modalità di gioco selezionata, muoversi all’interno dei menù è puro piacere: sono stati disegnati con il chiaro intento di essere al 100% comodi anche per chi non utilizza mouse a tastiera.

ac4

Scesi in pista, dopo un paio di curve, ricordiamo perché Assetto Corsa, dagli utenti PC (e da tutta la stampa specializzata) è considerato il miglior simulatore di guida presente sul mercato. Che si utilizzi un volante o il controller (Ps4 o Xbox One che sia), è subito chiaro che l’aspetto più importante di tutti, ovvero quello della giocabilità, è semplicemente fuori parametro per la concorrenza. Il force feedback riproduce meravigliosamente ogni movimento della vettura. Entrare in curva ad una velocità elevata, sentire il posteriore dell’auto che disegna delle “S”, lottare contro la Forza G, poi liberare il gas… Le vibrazioni diminuiscono, il motore torna a cantare, voi tornate a respirare. Questo tipo di sensazioni, in altri titoli automobilistici, le avete appena sfiorate. Qui sono vere. Oltre questa sensazione di “vero”, c’è soltanto il mondo reale. Dai settaggi pre-gara, al consumo degli pneumatici, al comportamento assolutamente convincente dell’IA, tutto è realizzato in maniera impeccabile. Su quel tracciato, ci siete davvero. Quelle curve le state disegnando realmente. Ve lo dice la mente, ve lo dice il force feedback, ve lo dice il cuore. Ed a proposito di tracciati, ricordate che la versione console di Assetto Corsa presenta tutti i contenuti presenti per l’edizione PC, inclusi quelli dei 3 Dream Pack usciti nel corso del tempo Quindi troverete anche Brands Hatch, Zandvoort, Barcellona e Nordschleife, che vanno ad aggiungersi a Imola, Vallelunga, Mugello, SPA e tanti altri, per un totale di 26 piste. Ogni singolo tracciato è stato realizzato con il supporto della tecnologia laser scan, per garantire la massima accuratezza nella riproduzione di pendenze e discese. Le auto sono 90 (numero destinato a salire, quasi sicuramente), di 20 costruttori: Abarth, Alfa Romeo, Audi, Ferrari, Lamborghini e… beh, controllate voi stessi cliccando QUI!

ac7

Assetto Corsa, come dicevamo in apertura, è una pura simulazione. Sebbene siano presenti i classici aiuti alla guida (cambio automatico, controllo di trazione, di stabilità, ABS, controllo sulla stabilità del veicolo), sappiate che occorrerà del tempo, prima di poter padroneggiare a dovere i vari bolidi. Questo non è un gioco “amico”, non strizza l’occhio al giocatore inesperto sacrificando l’aspetto simulativo. Assetto Corsa è una sfida che, se accettata, saprà ricompensarvi con una fisica eccezionale, un sistema di controllo mai visto su console prima d’ora e una grafica ben sopra la media. Ecco, il comparto grafico, magari, non fa gridare al miracolo. In rapporto alla qualità della simulazione offerta al giocatore, qualche piccola sbavatura grafica (ed un frame-rate non sempre costante), rappresentano il vero (piccolo) neo del capolavoro realizzato da Kunos Simulazioni. Una software house italiana che, ribadiamo, è composta da appena venti persone. Quindi, un po’ di tearing all’orizzonte, possiamo pure perdonarlo. Voi che dite? Come? Non vi sentiamo, abbiamo già messo in moto. Ci seguite, o restate lì a mangiare la polvere?

Assetto Corsa ridefinisce, semplicemente, il concetto di simulazione automobilistica per console. Non può esservi il dubbio: dovete giocarlo.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 13|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *