Alfa Romeo MiTo, per la nuova generazione di Alfisti

Alfa RomeoMotori

Alfa Romeo vuole offrire “la compatta più sportiva” a una nuova generazione di Alfisti. Per loro è nata Alfa Romeo Mito, una vettura moderna e innovativa, ma che fin dal nome ricorda il glorioso passato di un Marchio che ha scritto alcune delle pagine più importanti della storia dell’automobile. MiTo ha, infatti, un forte significato evocativo, scelto come segno del profondo legame tra passato e futuro del Marchio: tra Milano, città del design che ha dato i natali allo stile della vettura, e Torino, dove viene prodotta.
Alfa Romeo MiTo
A Ginevra Alfa Romeo MiTo è presente con due esemplari in allestimento Distinctive, entrambe equipaggiate con il brillante 1.4 Turbo Benzina da 155 CV e dotate dei Premium e Sport Packages. Comune alle due vetture una ricchissima dotazione: il climatizzatore bi-zona, il Cruise control, il sistema HI FI Bose, i sensori di parcheggio, i comandi al volante, lo spoiler posteriore e la pedaliera sportiva, i fari bi-xenon, e i cerchi in lega da 18”.

Entrambe le vetture sono equipaggiate con il nuovo navigatore satellitare “RadioNav” che costituisce la nuova generazione di entertainment e navigazione satellitare sviluppato da Magneti Marelli per Alfa Romeo. Il sistema integra il navigatore satellitare, l’autoradio munita di dual tuner, uno dei quali dedicato alla ricezione delle informazioni sul traffico (TMC), il lettore CD Mp3 e la cartografia europea caricata su SD card che permette di velocizzare i tempi di accesso ai dati e di calcolo dei percorsi. Per garantire la massima nitidezza e definizione delle immagini è dotato di un display a colori da 6,5 pollici ad alta definizione. Entrambe le MiTo esposte sono equipaggiate anche con il sistema vivavoce Blu&Me che, sfruttando le tecnologie del Radionav, consente il controllo del media player e della connessione bluetooth con un’interfaccia intuitiva. Inoltre, una delle due vetture propone gli eleganti interni in pelle nera e l’ampio tetto apribile elettrico.

Insignita del titolo “Auto Europa 2009” dall’UIGA (l’Unione Italiana Giornalisti dell’Automobile), l’Alfa Romeo MiTo si è aggiudicata recentemente le prestigiose cinque stelle Euro NCAP ponendosi così ai vertici del segmento nel campo della sicurezza. Infatti, la vettura ha totalizzato nel rating Euro NCAP adulti un punteggio di 36 punti su un massimo di 37 ed il giudizio “Good” (unica nel suo segmento con 3.35 p.ti su un massimo di 4) nelle nuove prove che Euro NCAP ha introdotto per valutare l’adeguatezza dei sedili anteriori a prevenire il “colpo di frusta”.
Alfa Romeo MiTo
Il segreto di questi prestigiosi riconoscimenti dell’Alfa Romeo MiTo risiede nella fortunata combinazione tra look e prestazioni, stile italiano ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida in piena sicurezza. La nuova compatta Alfa propone in 4 metri tutti i valori del brand a partire dalla linea esterna aggressiva abbinata ad un design interno che rappresenta l’espressione più evoluta dello stile “Made in Italy”, declinato secondo sportività e ricercata cura dei dettagli. Come tutte le Alfa Romeo, MiTo è un concentrato di tecnica d’avanguardia, grazie ad alcuni contenuti come il sistema Electronic Q2 che, agendo sull’impianto frenante, assicura i benefici di un differenziale autobloccante, il sistema DST (Dynamic Steering Torque) che integra il servosterzo elettrico nel Vehicle Dynamic Control, aiutando il guidatore nelle situazioni di emergenza. Nota a parte merita il sistema “Alfa D.N.A.”, il comando che agisce sui diversi sistemi (come motore, freni, sterzo, sospensioni) modificando il carattere della vettura in base allo stile di guida più adatto alla situazione o ai desideri del cliente: super sportivo (Dynamic), urbano (Normal), massima sicurezza anche in condizioni di difficile aderenza (All weather).

Non ultimo, di recente la gamma di Alfa Romeo Mito si è ampliata con l’ingresso di due nuovi motori: il 1.4 Turbo Benzina 120 CV e il 1.3 JTDM 90 CV (quest’ultimo non commercializzato in Svizzera): il primo rappresenta il nuovo cuore della gamma benzina inserendosi tra il 1.4 78 CV e il potente 1.4 Turbo Benzina 155 CV, mentre il 1.3 JTDM 90 CV diventa il nuovo “entry level” diesel aggiungendosi al 1.6 JTDM 120 CV. In particolare, il nuovo propulsore benzina eroga una potenza di 120 CV a 5.000 giri/min e una coppia di 206 Nm a 1750 giri/min. Capace di offrire prestazioni molto brillanti (velocità massima 198 km/h, accelerazione 0-100 km/h in 8,8 secondi), si dimostra un motore molto equilibrato e garantisce un ottimo rapporto peso/potenza. Inoltre, va ad inserirsi in una fascia di mercato in cui quasi tutti i concorrenti offrono motori aspirati. Il nuovo motore diesel 1.3 JTDM, invece, fa parte della nuova generazione di Turbodiesel con alimentazione ad iniezione diretta JTDM con turbocompressore a geometria variabile. E’ un “4 cilindri in linea”, 16 valvole, cilindrata di 1.248 cm3 con alesaggio di 70 mm e corsa di 82 mm. Il propulsore eroga una potenza di 90 CV a 4.000 giri/min e una coppia di 200 Nm a 1.750 giri/min. Si tratta di un motore dai consumi molto ridotti: infatti, garantisce (nel ciclo combinato) 4,5 litri ogni 100 chilometri e conseguenti emissioni di CO2 inferiori a 120 g/km. Questo motore, dunque, porta Alfa Romeo MiTo di diritto tra le vetture del suo segmento con le emissioni più basse, il tutto senza dimenticare performance e divertimento di guida, da sempre caratteristiche peculiari delle vetture Alfa Romeo.

Le migliori offerte

hiddenCountTag: 0|||hiddenCountRequest: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *